Stai leggendo: Versace, il ricordo in passerella alla Milano Fashion Week

Prossimo articolo: Armani samurai per la Milano Fashion Week (e c'è anche Shawn Mendes!)

Letto: {{progress}}

Versace, il ricordo in passerella alla Milano Fashion Week

A distanza di due decenni dalla scomparsa di Gianni Versace, sua sorella Donatella ha deciso di rendergli omaggio rivisitando alcuni dei temi iconici della maison. L'occasione giusta è stata la sfilata tenutasi pochi giorni fa in via Gesù.

Un'immagine tratta dall'ultima sfilata di Versace a Milano

0 condivisioni 0 commenti

Era mattina quando, il 15 luglio 1997, Gianni Versace venne ucciso a Miami.

20 anni dopo, la sorella Donatella Versace ha fatto rivivere il suo genio con una collezione Primavera/Estate 2018 che si ispira proprio ai codici stilistici più datati della casa di moda Made in Italy.

Intraprendendo una sorta di viaggio fashion rassicurante e contemplativo, ciò che si vuole raggiungere è un porto sicuro, ma vivace.

Non a caso, la location scelta è stata la sede storica dello showroom Versace, via Gesù a Milano.

In passerella hanno sfilato modelle e modelli avvolti da tessuti brillanti con stampe ormai entrate di diritto nella storia del costume: tra meduse, greche, antiche maschere di teatro e il logo della maison - ricamato a filo bianco - i più nostalgici hanno a stento trattenuto la commozione.

Come avvenuto per l'ultima sfilata di Armani - con un testimonial d'eccezione, Shawn Mendes - anche Versace si ispira al passato e guarda al futuro.

At the moment I like this look, let's wait two hours if I still like it! #VersaceSS18 #MeetAtMyPlace

A post shared by Donatella Versace (@donatella_versace) on

Donatella Versace - sarà Penélope Cruz a vestire i suoi panni in American Crime Story - sembra aver fatto pace con la memoria del fratello, a onor del vero mai stata ingombrante ma sicuramente difficile da onorare.

Non sono solo io che voglio rendergli omaggio, ma anche i Millennials chiedono le sue camicie iconiche con le stampe. Quest'anno volevo fare una cosa intima e personale, un ritorno al contatto umano.

The “Angelo” print appears on a sharp quilted bomber. #VersaceSS18 #MFW

A post shared by VERSACE (@versace_official) on

Tra linee classiche destrutturate, patchwork e completi gessati, l'obbiettivo è stato sicuramente raggiunto: Gianni Versace non è mai stato così presente.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.