Stai leggendo: Come curare un cuore spezzato

Prossimo articolo: Cameron Diaz parla del marito come il suo vero compagno di vita

Letto: {{progress}}

Come curare un cuore spezzato

La fine di una storia non è mai facile, sia quando si lascia che quando si viene lasciati. Si tratta sempre di un fallimento personale per la cui accettazione serve tempo e impegno. Cerchiamo di capire come prendersi cura di un cuore infranto.

Il primo piano di un cuore di carta spezzato da una ragazza

4 condivisioni 0 commenti

L'amore è una cosa meravigliosa, come titolava il film di Henry King del 1955, eppure a volte ci fa male. Abbiamo tutti provato, almeno una volta, quella sensazione di dolore e intorpidimento di quando il cuore si spezza: l'orologio si ferma di colpo, senza preavviso, e anche se pensavamo di essere pronti al peggio, induriti a sufficienza dagli avvenimenti della vita, in realtà ci scopriamo fragili e indifesi.

Non c'è niente, di fatto, che possa prepararci, nessun corso motivazionale, training autogeno, mantra da ripetere: siamo umani e quando qualcosa ci crolla addosso lo sentiamo.

Una ragazza è seduta a terra depressa con la testa tra le maniHD

Ad alleggerire questa condizione arriva, però, una ricerca condotta dalla University of Colorado di Boulder, che ha effettuato uno studio su un campione di 40 soggetti, per dimostrare che l'effetto placebo, oltre che sul dolore fisico, possa avere dei benefici anche su quello psicologico, causato per esempio dalla fine di una relazione sentimentale. Ma cos'è l'effetto placebo? In parole povere, si tratta della sostituzione delle pillole tradizionali con pastiglie o spray a base di acqua e zucchero, convincendo però l'utilizzatore che queste siano terapeutiche per la sua condizione. In pratica convincerci che qualcosa ci fa bene, ci fa bene davvero!

I volontari erano uomini e donne che avevano subito un abbandono nel corso dei sei mesi precedenti e dimostravano di avere alcuni sintomi riconducibili alla depressione. Dopo una prima fase di test in cui ai partecipanti venivano mostrate foto degli ex, analizzando il comportamento del loro cervello attraverso la risonanza magnetica, si è introdotto uno spray nasale: metà dei soggetti sapevano che si trattava soltanto di un banalissimo decongestionante, mentre l'altra metà era stata convinta dallo staff medico che fosse un potente analgesico studiato apposta per contrastare il dolore emotivo. 

Pillola effetto placeboHD

Ebbene, incredibile ma vero, i due gruppi hanno prodotto risultati molto diversi e quello che pensava di aver assunto la "pozione" per ridurre la sofferenza, ha dichiarato di sentirsi molto meglio dopo la cura.

Noi non sappiamo se l'effetto placebo funzioni davvero, certo è che il cervello è un organo incredibile, da cui dipende il nostro benessere fisico e psichico. Consigliamo, quindi, una volta trascorso il doveroso periodo di lutto, di "riempirvi" di cose belle, fare tutto quello che amate fare: riscoprire la bellezza di prendersi cura di sé, passeggiare, andare al cinema, vedere un'amica per un caffè. Quelle piccole cose quotidiane che fanno bene al cuore! 

L'immagine di una ragazza di schiena che cammina con una valigia a manoHD

Hai consigli utili per i cuori infranti? Vuoi raccontarci la tua esperienza? Scrivi tutto nei commenti qui sotto.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.