Stai leggendo: Organizzare una casa a misura di animali

Prossimo articolo: Le fragranze per l'ambiente: cinque modi per profumare la tua casa

Letto: {{progress}}

Organizzare una casa a misura di animali

Quando arriva un nuovo cucciolo in casa è importante essere preparati e predisporre lo spazio dove passerà la maggior parte del tempo. Con questa guida vogliamo consigliarvi come mettere a punto un’abitazione a prova di pet.

Un'immagine di cane e gatto che si fanno le coccole sul divano

0 condivisioni 0 commenti

Quando si sceglie di prendere un cucciolo, la gioia del nuovo arrivo sovrasta spesso il raziocinio. Si è felici a tal punto di tenere tra le braccia quell'esserino, da mettere in secondo piano tutto quel comparto di responsabilità che la scelta di portare a casa un cane o un gatto comporta. Nascono così vizi e cattivi comportamenti che un capo branco dovrebbe imparare a gestire sin da subito, soprattutto nella convivenza quotidiana sotto lo stesso tetto. 

Gli spazi casalinghi, oltre che opportunamente adeguati alla sicurezza del cucciolo, dovrebbero essere pensati "a misura di": un consiglio che diamo è provare a mettersi nei panni dell'animale - proprio come si farebbe con un bambino - per cercare di avere la sua visione delle cose, dagli spigoli alle porte, dal letto al balcone e organizzare l'abitazione d conseguenza. Ricordiamoci che cani e gatti sono esseri curiosi per natura, che andranno subito alla scoperta della loro nuova casa, per conoscerla e farla propria. 

Ma veniamo a questa breve guida:

La cuccia

L'immagine di un cane che dorme tranquillo nella sua cucciaHDhttps://www.etsy.com

Mentre il cane ama riposare in un posto fisso, tranquillo e non di passaggio, il gatto preferisce avere più punti in cui schiacciare un pisolino, meglio se sopraelevati e non nei pressi della lettiera. Si consiglia di non posizionare le cucce all'ingresso, per evitare che l'animale associ la porta d'entrata come "di sua proprietà" a scapito degli ospiti.

I bisognini

L'immagine di un gattino appena uscito dalla lettieraHDhttp://www.petsblog.it

L'ideale sarebbe cercare di abituare il cane a fare i bisognini all'aperto il prima possibile, portandolo fuori con costanza a distanza di poche ore e premiandolo nel caso di espletamento all'aperto. Nei primi mesi, o comunque se non si riuscisse ad educare in tempi brevi, esistono in commercio delle traversine apposite o delle vere zolle d'erba naturali. Per quanto riguarda il gatto, invece, si consiglia di posizionare la lettiera in un luogo silenzioso, non in prossimità di scale e, possibilmente, evitando i pavimenti troppo freddi.

Giochi e accessori

Un'immagine di un cucciolo di cane che gioca a terra con in bocca un pelucheHDhttp://petsintexas.org

Sia cane che gatto hanno bisogno di giocare! Seppure si dica che il primo interagisca maggiormente con l'uomo, anche i gatti sono animali sociali che amano il contatto. Cerchiamo di proporre sempre attività ludiche, meglio se condivise: il cane ama che gli si lanci la pallina, il gatto impazzisce per gli elastici per capelli. Quando capita di lasciarli soli in casa va messo a disposizione qualche gioco, che però non sia in alcun modo pericoloso per l'animale (per esempio il cane potrebbe ingurgitare la plastica masticandola o la caldina dei vecchi peluche).

Gli oggetti pericolosi

L'immagine di un cane visitato da un veterinarioHDhttps://www.thespruce.com

Anche se non sembrerebbe, le nostre case sono piene di potenziali pericoli per gli amici a 4 zampe. Dalle ante degli armadietti alle scale, dai soprammobili che potrebbero rompersi cadendo agli spazi vuoti tra i mobili di casa, per non parlare degli elettrodomestici, dei cavi e delle prese elettriche. Anche i prodotti chimici (detersivi, per l'igiene) devono essere ben avvitati e tenuti al di fuori della loro portata. Mi raccomando anche alle finestre aperte e all'asse del wc, entrambi invitanti soprattutto per i felini.

Le piante

Il primo piano di un gattino tra fiori e pianteHDhttps://zellox.com

Le piante, soprattutto alcune, andrebbero tenete lontane da cani e gatti non soltanto per salvaguardare il pavimento da terra e cocchi, ma soprattutto perché tossiche. Diverse piante ornamentali sono velenose per il cane, così come quelle aromatiche per il gatto (comprategli l'erba gatta se notate che ama rosicchiare). Esistono, inoltre, in commercio degli spray anti-masticazione, oppure si può sempre ricorrere al buon vecchio metodo della nonna: spruzzare le foglie con il limone. 

Le porte a vetri

L'immagine di un cucciolo di bulldog francese alla finestraHDBauBoys

Anche le finestre, ma sono soprattutto le porte a vetri a confondere l'animale, che non sempre percepisce lo spessore e potrebbe sbattervi contro, ferendosi. Per ovviare a questo problema (non temete, cani e gatti sono svegli e capiranno presto che da lì non si passa) potete mettere del nastro adesivo colorato nella parte bassa del vetro, in modo che per loro sia visibile la presenza di un ostacolo. 

L'accesso all'esterno

L'immagine di un gatto disteso davanti a una porta a vetriHDhttps://www.amazon.com

In un mondo ideale tutti gli animali dovrebbero poter vivere buona parte delle proprie giornate all'aria aperta, ma non sempre questo è possibile. Tra appartamenti, metropoli e pericoli vari, i pet si trovano spesso a dover passare quasi tutto il tempo dentro casa, spesso avendo problemi di noia ed energia repressa. Posto che sarebbe meglio, soprattutto per i cani, portarli a passeggio il più possibile, esistono dei trucchetti per "far respirare" anche i più domestici. Si può usufruire di cancelletti, porte basculanti e gattaiole per permettere all'animale di fuoriuscire in autonomia in terrazza o in giardino, che comunque dovranno essere opportunamente recintati. Cercate di assicurarvi che possa sempre godere di un'occhiata di sole ma anche di un po' d'ombra!

Scopri altri consigli utili sulla cura e gestione di cane e gatto sul sito BauBoys.tv.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.