Stai leggendo: Scandal 6 episodio 1: Sopravvivenza del più adatto, la recensione

Prossimo articolo: BFF: le più belle serie sulle amicizie femminili

Letto: {{progress}}

Scandal 6 episodio 1: Sopravvivenza del più adatto, la recensione

La sesta stagione di Scandal, il political drama prodotto da Shondaland, ha finalmente esordito su FoxLife in una season première che (ri)mette in discussione ogni certezza.

Una scena della season première di Scandal 6

0 condivisioni 0 commenti

È da quando, lo scorso 19 luglio, la quinta stagione di Scandal si è conclusa lasciando in sospeso il risultato delle elezioni presidenziali americane, che gli appassionati del political drama targato Shonda Rhimes si chiedono se, almeno nella finzione, sarà possibile vedere un Presidente degli Stati Uniti donna.

Il primo episodio di Scandal 6, Sopravvivenza del più adatto, non tarda a darci risposta e, dopo un breve flashforward in cui siamo spettatori insieme a Huck e Quinn dell’esplosione di un cottage di campagna, scopriamo che non sarà l’ex First Lady Mellie Grant il prossimo Presidente USA, bensì Frankie Vargas.

Scandal 6 Olivia, Mellie e AbbyHD

I primi minuti dopo la notizia sono tutti incentrati sulla forte delusione di Mellie che, ancora una volta, trova nella sua ex nemica un pilastro su cui appoggiarsi per rimanere in piedi. D’altronde Olivia è l’unica che ha il coraggio di dirle la verità, da sempre:

Siccome sei una donna la metà dei giornalisti ti darà della puttana e l’altra metà scriverà che stai piangendo.

Quando i giochi sembrano ormai conclusi, in perfetto stile Rhimes, arriva il twist narrativo che getta le basi per la storyline orizzontale di questa sesta stagione di Scandal: Frankie Vargas durante il primo discorso da neo Presidente viene ucciso da un cecchino e l’America perde in pochi minuti la sua prima guida latina.

Colpevole, fino a prova contraria

Il tempo per piangere la morte di Vargas è poco, soprattutto dal momento che è del Presidente in carica il compito di scegliere il suo successore tra Mellie e quello che sarebbe stato il vice di Frankie, Cyrus Beene.

Kerry Washington e Tony Goldwyn in una scena di Scandal 6HD

Questa notizia fa sì che Olivia metta subito al lavoro i suoi gladiatori per confermare il sospetto che papà Commando le ha inculcato, e vuole che proprio Cyrus sia l’assassino.

La Pope, che non sbaglia mai, sembra però che stavolta abbia peccato di superbia ed è proprio il dolore che scorge negli occhi del suo nemico amatissimo Beene che le fa fare un passo indietro, tanto che il Presidente Fitzgerald Thomas Grant III “incorona” il suo ex braccio destro come proprio successore:

Ti sto affidando l’America, abbine cura.

Ma in Scandal niente è come sembra ed ecco che, proprio quando apparentemente è troppo tardi, Huck scova un messaggio vocale di un’assistente di Vargas, dimostrando che Olivia aveva davvero ragione: il colpevole è Beene.

La corsa di Quinn e Huck per trovare l’unica persona che potrebbe incastrare Cyrus viene vinta dal tempo: il cottage che abbiamo visto esplodere a inizio puntata era quello in cui viveva la giovane donna del messaggio.

Il cerchio si chiude con Olivia che giura vendetta a Beene, almeno fino alla prossima puntata:

L'hai ucciso tu e sappi che lo dimostrerò.

L’incipit di un nuovo scandalo

Scandal 6, una scena del primo episodioHD

Meno romanticismo e più azione: questa sembra essere la tacita promessa che la stagione 6 di Scandal fa ai suoi spettatori, nella speranza che la mantenga.

Niente più sguardi languidi tra i personaggi e sotto trame da soap opera, niente più questioni di cuore (o quasi), ma solo di potere.

Lo scopo di Olivia Pope - ormai apparentemente libera dalla zavorra dei suoi sentimenti per Fitz - è quello di tornare a tirare le fila della Casa Bianca e il destino, favorito come sempre dai suoi associati, sembra che le stia dando tutte le carte per farlo.

Darby Stanchfield e Tony Goldwyn in Scandal 6HD

Oltre a Olivia tra i personaggi che potrebbero dare grandi soddisfazioni in questa sesta stagione di Scandal spiccano Abby, la quale pare essere diventata un clone della sua mentore Pope, e Jake, la cui sparizione all’inizio dell’episodio fa presumere che Cyrus potrebbe davvero essere innocente.

La sesta stagione di Scandal va in onda prima visione assoluta ogni martedì alle 21 su FoxLife.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.