Stai leggendo: In Cerca di Equilibrio: il concerto di Robbie Williams a Manchester

Prossimo articolo: I festival musicali estivi da non perdere nel 2017

Letto: {{progress}}

In Cerca di Equilibrio: il concerto di Robbie Williams a Manchester

Oggi vi porto fino a Manchester per raccontarvi del concerto di Robbie Williams. L'emozione è stata tanta, soprattutto per l'omaggio alle vittime del terrorismo.

Concerto di Robbie Williams

0 condivisioni 0 commenti

Questa settimana volevo raccontarvi del mio weekend agrodolce passato a Manchester. Vi faccio un breve riassunto di quello che è successo. Io e mio marito avevamo in programma il weekend da molto tempo perché sapevamo che ci sarebbe stato il primo concerto del tour mondiale The Heavy Entertainment Show di Robbie Williams

Il suo nome è Williams...Robbie Williams #jamesbond #007 #theheavyentertainmentshow #Manchester

A post shared by ludosauer (@ludosauer) on

Eravamo entusiasti di fare una piccola fuga solo noi due, così dopo aver sistemato le bimbe dai nonni siamo partiti carichi di entusiasmo e romanticismo. Sfortuna ha voluto che, appena saliti in aereo, lui ha iniziato a sentire qualche brivido. Alla fine si è preso l’influenza e ha passato quasi l’intero weekend chiuso in camera a letto (al concerto però è riuscito a venire!).

Mentre lui cercava di riprendersi, io ho fatto qualche passeggiata nel cuore di Manchester. Non ci sono tantissime attrazioni turistiche e le più interessanti che ho visto sono la Manchester Art Gallery, in cui spicca un Modigliani, e la biblioteca universitaria storica The John Rylands Library in stile Harry Potter e molto suggestiva. Una delle cose positive è l’ingresso gratuito.

Le strade non sono particolarmente attraenti. Pochi scorci caratteristici, marciapiedi sgangherati, molte serrande abbassate. Insomma, un contesto industriale in piena regola, costellato ahimè di giovani accartocciati a terra vicino al loro cartone di vino e senzatetto in cerca di qualche spicciolo. Allo sguardo di un turista questo degrado balza subito all’occhio, ma evidentemente i mancuniani non ci fanno più caso dribblandoli senza badarci durante le loro sessioni di shopping.

Forse, anche per questo il giorno dopo nessuno si è offerto di aiutarmi e nessuno ha battuto ciglio quando mio marito, debilitato dall’influenza, ha avuto un piccolo mancamento per strada con me in versione crocerossina ad aiutarlo a riprendersi. Lo avranno scambiato per un drogato che ha esagerato la sera prima, mi vien da pensare adesso.

Ma finalmente, parliamo del concerto! Sono passati soltanto pochi giorni dall’attentato terroristico del 22 maggio durante lo show di Ariana Grande, e Robbie Williams si è presentato gridando “We are Manchester… and we are not f******g scared”!

MANCHESTER WE'RE STRONG #Manchester #theheavyentertainmentshow #robbiewilliams @robbiewilliams

A post shared by ludosauer (@ludosauer) on

Ha fatto il suo super show tra pezzi vecchi e nuovi, ha raccontato aneddoti sui suoi bambini, ha preso una fortunata ragazza del pubblico e l’ha baciata come al solito, ha scherzato sulla sua vecchia dipendenza da droghe e alcol e sui suoi recenti ritocchi chirurgici, che gli hanno immobilizzato le espressioni, e ha cantato sul palco con suo padre.

Cantando Angel, dedicata alle persone che hanno perso la vita in quel terribile giorno, si è commosso fino alle lacrime, mentre il ritornello di Strong è stato cantato da tutto lo stadio con il testo modificato in “Manchester we are strong, well still singing our songs”

In quel momento, insieme alla pioggerella inglese è apparso un raggio di sole e un arcobaleno si è materializzato sopra le nostre teste. Io piangevo commossa come un vitellino, sembrava una benedizione quell’arcobaleno. Una preghiera.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.