Stai leggendo: Fifties Style, il lato chic dell’estate 2017: i 3 must-have

Prossimo articolo: Sempre al top: i capi che non passano mai di moda

Letto: {{progress}}

Fifties Style, il lato chic dell’estate 2017: i 3 must-have

Rendere chic e alla moda i nostri look estivi ispirandosi allo stile anni ’50 è possibile. Ecco quali sono i 3 capi fondamentali per riuscirci!

Audrey Hepburn nel 1954

0 condivisioni 0 commenti

Se lo street style quest’estate veste anni ’80, chi non riesce a fare a meno di rinunciare al suo lato bon-ton per la bella stagione 2017 può fare un ulteriore salto indietro nel tempo e ispirarsi ai favolosi ‘50 per i suoi outfit.

Anche quest’anno, infatti, il Fifties Style è tornato in voga: sulle passerelle delle sfilate sono tantissimi i capi made in 50s che gli stilisti hanno declinato al presente e, in particolare, sono 3 i must-have per un look moderno ma dal retrogusto squisitamente vintage.

Gonna a ruota

È stato Christian Dior nel 1947 con la sua collezione Corolla a far sì che la gonna a ruota diventasse un indumento fondamentale nel guardaroba di ogni donna tra gli anni ’40 e ’50.

Ma a rendere questo capo, tanto comodo quanto versatile, un vero e proprio indumento di culto sono state - come spesso accade nella moda - le dive del cinema.

L'abito di Edith Head indossato da Grace KellyCIC Video

Grace Kelly in La Finestra sul Cortile ha mostrato come la gonna a ruota potesse essere l’elemento fondamentale di una mise elegante: merito dell’abito disegnato appositamente per la protagonista della pellicola di Alfred Hitchcock da Edith Head.

Il vestito, composto da un corpetto nero senza maniche con profondo scollo a V e da una gonna a ruota lunga sino a metà polpaccio di chiffon e tulle, è ad oggi considerato ancora uno dei più bei vestiti della storia della settima arte.

Audrey Hepburn in una scena di Vacanze RomaneParamount Pictures

La gonna a ruota non è però solo un indumento da sera, anzi, e a farcelo capire è stata un’altra grande protagonista del cinema di quel periodo, ovvero Audrey Hepburn, con il film Vacanze Romane.

Abito a ruota di Moschino protagonista della collezione primavera/estate 2017Vogue

Dal cinema anni ’50 alle passerelle primavera-estate 2017 il passo è breve: d’altronde, oltre ad essere adatte a molte occasioni, a seconda dei modelli (più morbidi o più avvitati) le gonne a ruota stanno bene a qualsiasi tipologia di donna, dalle più longilinee a quelle fieramente curvy.

Truly You

Pantaloni a pinocchietto

I pantaloni a pinocchietto (anche chiamati Capri o a sigaretta) nascono nel secondo dopoguerra grazie alla stilista Sonja De Lennart, ma anche in questo caso a consacrarli nella seconda metà degli anni ‘50 è stata Audrey Hepburn nel film Cenerentola a Parigi in cui l’attrice li indossa nella celeberrima scena del ballo.

Nonostante siano nati almeno un decennio prima i pantaloni a pinocchietto, la cui peculiarità è quella di fasciare i fianchi e di finire appena sotto il polpaccio o poco sopra la caviglia, sono stati rinominati “pantaloni Capri” negli anni ’60 in onore di Jackie Kennedy che usava sfoggiarli nelle sue adorate e paparazzatissime vacanze sull’isola campana.

Jackie Kennedy immortalata sull'Isola di CapriHDForbes

Come quasi ogni estate, dagli anni ’50 in poi, anche in quella 2017 i pantaloni a sigaretta sono tra gli indumenti evergreen protagonisti della moda prêt-à-porter di stagione, come è stato sancito anche dalle sfilate di Dolce & Gabbana e Giambattista Valli.

Un'immagine dalla sfilata di Giambattista Valli primavera-estate 2017Vogue

Fantasia a quadretti Vichy

Vestito a quadretti con volantRiver Island

Che siano gonne, pantaloni, camicette o vestiti, è la stampa Vichy la fantasia più cool dell’estate 2017.

Questo tessuto a quadretti, che prende il nome dall’omonima cittadina francese che da anni lo produce (ma che Oltremanica viene chiamato anche Gingham), è diventato sinonimo di stile negli anni ’40 grazie al vestitino che Judy Garland ha indossato nei panni di Dorothy in Il Mago di Oz.

A rendere davvero glamour i quadretti Vichy è stata Brigitte Bardot che, nel 1959, ha scelto addirittura come abito del suo secondo matrimonio con l’attore Jacques Charrier proprio un vestito di questa fantasia tutto sui toni del bianco e rosa.

Il matrimonio di Brigitte Bardot e Jacques Charrier
Alcuni capi della collezione primavera-estate 2017 BlumarineSfilate.it

Le collezioni primavera-estate di grandi marchi, Blumarine in primis, sono state in gran parte dedicate alla stampa Vichy (anche per le scarpe), ma è comunque facilmente possibile trovare capi a quadretti nelle collezione di brand low cost. Basti pensare che uno degli abiti più desiderati dalle fashion addicted del web è il Gingham Dress di Primark.

Quali tra questi capi 50s inspired non mancheranno nel vostro guardaroba di quest’estate? Fatecelo sapere nei commenti!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.