Stai leggendo: Come far durare a lungo un pavimento in parquet in bagno e in cucina

Prossimo articolo: Feng Shui: 6 regole per arredare il vostro nido d'amore

Letto: {{progress}}

Come far durare a lungo un pavimento in parquet in bagno e in cucina

Il pavimento in parquet in bagno e in cucina è una soluzione progettuale affascinante e senza tempo. Vi sveliamo tutti i trucchi per farlo durare a lungo. È sufficiente una buona manutenzione giornaliera con l'uso dei prodotti giusti.

Bagno di ispirazione vintage con vasca, specchi e pavimento in parquet

0 condivisioni 0 commenti

È arrivato il momento di sfatare un mito che riguarda il parquet e che, in breve, si può riassumere come segue:

  • il parquet è perfetto per il soggiorno e per la camera da letto
  • il parquet è impossibile da conservare in buono stato in bagno e in cucina e quindi è meglio evitarlo

Concetti di questo tipo si riferiscono a situazioni domestiche di decine di anni fa, quando i prodotti da rivestimento naturali e preziosi come il legno non potevano garantire le stesse prestazioni di materiali meno delicati e subivano inevitabilmente i danni indotti dall'uso giornaliero.

Oggi la tecnologia ha fatto enormi passi in avanti per tutto ciò che riguarda il trattamento delle superfici degli ambienti nei quali viviamo e persino il legno, tradizionalmente riservato agli spazi asciutti ed estranei alla preparazione e consumazione dei cibi, può fare la sua comparsa in casa dove meno ce lo aspettiamo.

Vediamo insieme come conservare al meglio il parquet in bagno e in cucina.

Il parquet in bagno: come proteggerlo dall'acqua

Bagno con pavimento in parquet di legno chiaro posato con disegno a spina unghereseHD

Il parquet che vedete nell'immagine disegna in modo continuo il pavimento del bagno e della camera da letto. La posa è detta a "spina ungherese" e, oltre a essere bella ed elegante, ha un pregio non comune: quello di ampliare lo spazio al primo colpo d'occhio, facendolo percepire fluido e aperto.

Blocchiamo sul nascere una critica e vi diciamo che no, il parquet il bagno non è destinato a rovinarsi entro pochi mesi dalla posa. Alcune cautele sono necessarie, certo, ma il piacere di camminare a piedi nudi dopo la doccia o un bagno caldo le compensa tutte.

I passi per conservare a lungo il parquet in bagno sono, già a partire dalla fase iniziale di scelta del pavimento:

  • optare per prodotti prefiniti che spesso prevedono un ultimo strato (quello in superficie) trattato in modo da resistere all'usura e ai potenziali danni indotti dall'acqua
  • la posa del parquet in bagno deve avvenire tramite incollaggio in modo da essere stabile e impedire che l'acqua, accidentalmente caduta a terra, percoli al di sotto delle lastre e le danneggi
  • dopo la doccia e il bagno è obbligatorio aerare il bagno, facendo in modo che l'umidità non stazioni nell'ambiente.

Conservare in ottimo stato il pavimento in parquet in cucina

Angolo cottura in soggiorno con pavimento continuo in parquet di legno chiaroHD

Il sogno di tanti è progettare una zona giorno in cui i vari spazi siano collegati uno all'altro anche dal punto di vista estetico. Un pavimento omogeneo e continuo può fare davvero la differenza!

Come per il bagno, anche per la cucina vale la regola della buona e continua manutenzione se la scelta del pavimento ricade sul parquet.

Pochi resistono al suo fascino e molto spesso anche le piastrelle in ceramica a imitazione del legno vengono scartate perché ritenute troppo fredde e lontane dal materiale naturale originario.

I segreti per mantenere il pavimento in parquet in cucina bello a lungo sono:

  • scegliere, tra quelle in commercio, le essenze legnose più dure e resistenti: doussié, iroko, teak e wengé
  • limitare il più possibile il ristagno d'acqua sul parquet, asciugando macchie e asportando il più rapidamente possibile residui di cibi appiccicosi e umidi
  • trattare inizialmente, al momento della posa, e periodicamente il parquet con prodotti specifici, in grado di sigillare le discontinuità e rendere la superficie impermeabile

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.