Stai leggendo: Fagiolini bolliti con pinoli tostati e foglioline di menta fresca

Letto: {{progress}}

Fagiolini bolliti con pinoli tostati e foglioline di menta fresca

I fagiolini bolliti sono un piatto molto versatile. Puoi usarli come contorno, come piatto unico con un ricco condimento o come sottaceto da mangiare tutto l'anno.

Fagiolini bolliti conditi con pinoli e menta

0 condivisioni 0 commenti Il voto di 7 utenti

I fagiolini bolliti sono un contorno ideale per secondi a base di pesce alla griglia e a base di carne al forno o alla brace. La prima cosa da fare è stabilire il grado di cottura. Ti piacciono cioè croccanti oppure morbidi? Se li preferisci teneri, devi lessarli in acqua salata per circa 20 minuti. Se invece ami i fagiolini croccanti, devi cuocerli sempre in acqua salata per circa 10 minuti. Per evitare che assumano un colore giallognolo, non chiudere la pentola con il suo coperchio durante la cottura.

Il colore verde vivo si può enfatizzare anche con un piccolo trucchetto. Metti nell’acqua della bollitura uno spicchio di limone oppure un cucchiaino di bicarbonato. Ma come regolarsi per la salatura dell’acqua? Sarebbe bene non esagerare e salare poco l’acqua. Aggiungerai un altro pizzico di sale quando li porterai in tavola con il condimento.

I fagiolini bolliti al dente sono migliori anche per un’altra ragione: perdono un quantitativo inferiore di sostanze nutritive (fibre, vitamine e sali minerali). La bollitura in abbondante acqua provoca la dispersione di molte delle proprietà nutritive delle verdure. La diminuzione dei minuti di cottura riesce ad arginare questo effetto collaterale. Se hai tempo a disposizione, puoi preservare le qualità nutrizionali dei fagiolini con la cottura a vapore. I tempi però si raddoppiano rispetto a quelli della lessatura.

Informazioni

Ingredienti

  • Fagiolini 800 gr
  • Alici sotto sale 3
  • Pinoli 120 gr
  • Menta fresca qualche foglia
  • Olio extra vergine di oliva 3 cucchiai
  • Aceto di vino bianco 2 cucchiai
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Pulisci i fagiolini e lessali al dente in acqua salata per circa 10 minuti.

  2. Nel frattempo, tosta i pinoli in una padella antiaderente e tienili da parte.

  3. Lava le alici sotto l’acqua corrente del rubinetto per eliminare il sale in eccesso. Dopodiché, elimina la lisca e riducile in pezzi piccoli con un coltello.

  4. In una ciotola metti l'olio, l'aceto e i pezzi di alici e sbatti con una forchetta per ottenere un’emulsione.

  5. Scola i fagiolini e versali in una ciotola. Aggiungi l’emulsione e mescola per fare amalgamare fagiolini e condimento.

  6. Servi i tuoi fagiolini bolliti con qualche fogliolina di menta fresca e i pinoli tostati in padella.

Fagiolini: come conservarli sottaceto

Hai preparato i fagiolini bolliti e vorresti conservarli per mangiarli tutto l’anno? Un buon metodo di conservazione è quello sottaceto. Per 1 chilogrammo di fagiolini, servono 1 litro di aceto di vino bianco e 65 grammi di zucchero di canna. Devi portare a bollore l’aceto in una pentola capiente insieme allo zucchero. Fai bollire per 5 minuti, dopodiché spegni e lascia raffreddare. Lessa i fagiolini e lasciali sgocciolare per un’oretta. Riempi i vasi in vetro, posizionando i fagiolini in verticale e senza lasciare spazi. Versa l’aceto freddo e chiudi i vasetti in maniera ermetica.

Fagiolini gratinati

Il binomio fagiolini ricette è davvero inesauribile. Puoi persino gratinare i fagiolini lessati. Devi semplicemente tagliare a dadini 100 grammi di fontina e far saltare 800 grammi di fagiolini bolliti in una padella con un filo d’olio per 2 minuti. Sbatti due uova in una terrina con 30 grammi di parmigiano grattugiato, sale e pepe. Condisci i fagiolini con le uova e versa tutto in una pirofila imburrata. Copri i fagiolini con la fontina a dadini e inforna per 10 minuti a 190 gradi.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.