Stai leggendo: Che cosa vedere a Cuba: le 10 città da non perdere

Prossimo articolo: Sardegna del sud: le 5 spiagge più belle

Letto: {{progress}}

Che cosa vedere a Cuba: le 10 città da non perdere

In cerca di idee per organizzare un tour di Cuba? Ecco che cosa vedere nelle 10 città più belle della Perla dei Caraibi.

Che cosa vedere durante una vacanza a Cuba

0 condivisioni 0 commenti

Se c’è un buon momento per visitare Cuba è adesso prima che, caduto l’embargo, i resort delle grandi catene turistiche americane sostituiscano le casas particulares, case private messe a disposizione degli abitanti del posto per accogliere i visitatori. Un vero assaggio della vita cubana che forse tra qualche anno sarà solo un ricordo.

Il centro storico di Avana è un tripudio di colori: le facciate delle case, gli abiti sgargianti delle donne del posto, le auto vintage che sembrano uscite da un vecchio film americano. Ma Cuba non è solo Avana, basta uscire dalla capitale e si scopre Santa Clara con il mausoleo di Che Guevara, la verde Trinidad, Cienfuegos con il delfinario, Viñales con le sue coltivazioni di tabacco, retaggio del passato coloniale.

E poi ci sono le spiagge, che da sole valgono un viaggio. Se vi state preparando a un tour di Cuba, ecco la nostra top ten delle 10 delle città da includere nel vostro itinerario, a partire, ovviamente, dalla capitale.

L’Avana

Cosa vedere a Cuba: L’AvanaHD

Il vostro viaggio a Cuba probabilmente partirà dalla capitale, L'Avana, la città più grande dei Caraibi: un ottimo punto di partenza per un itinerario completo di Cuba, anche se già di per sè offre moltissimo da vedere. Il suo centro storico (Habana Vieja) è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco ed è tra i meglio conservati di tutta l’America latina.

Il Castello del Morro, costruito su un enorme pietra detta “El Morro”, oggi ospita un museo marittimo, ma un tempo era una fortezza che proteggeva dalle incursioni dei pirati. Il Capitolio in Paseo de Martì, uno dei simboli della città, è simile in tutto e per tutto al Campidoglio di Washington. Oggi ospita l’Accademia Cubana delle Scienze e la Biblioteca Nazionale delle Scienze e della Tecnologia.

Passeggiando per L’Avana si ritrovano anche alcuni dei luoghi preferiti da Hemingway, ad esempio la Bodeguita del Medio, frequentato anche da Salvador Allende e Pablo Neruda, e la Floridita di Obispo, storico cocktail bar e ristorante di pesce.

Santiago di Cuba

Cosa vedere a Cuba: Santiago di CubaHD

La seconda città più popolata di Cuba, Santiago di Cuba è celebre per il suo vivace panorama culturale e soprattutto per la sua musica (è sede anche di un famoso festival). Nel mese di luglio, la città ospita un coloratissimo Carnevale, con un ricco calendario di manifestazioni intorno alla data del 26 luglio, festa nazionale.

Situata nel sud dell’isola, Santiago fu anche la culla della rivoluzione cubana: si visita ad esempio la Caserma Moncada, oggetto di un tentativo di assalto da parte di un gruppo di ribelli guidati da Fidel Castro, un episodio che diede inizio alle rivolte.

Trinidad e Valle de los Ingenios

Trinidad e Valle de los IngeniosHD

Fondata dagli spagnoli come Villa della Santissima Trinidad, questa città nel centro-ovest di Cuba è una tappa immancabile di ogni itinerario che si rispetti nell’isola dei sigari e delle orchidee.

Dichiarata patrimonio Unesco, offre un’ampia selezione di musei che testimoniano la storia dell’isola, la quale, sotto la direzione di Diego Velazquez e grazie alla capacità imprenditoriale degli abitanti, divenne una delle città più ricche delle Antille nel sedicesimo secolo.

Nei pressi di Trinidad si visita anche la Valle de los Ingenios, un sistema di valli che tra il diciassettesimo e il diciottesimo secolo divenne un importante centro per la produzione di zucchero grazie alle sue piantagioni. Oggi è annoverata tra i patrimoni Unesco.

Camagüey

CamagüeyHD

Altra città fondata dal conquistador Diego Velazquez (nel 1514), la città di Camagüey nel centro di Cuba, è ricca di chiese barocche. Un tempo chiamata Santa Maria del Puerto Principe Camagüey, è la terza città cubana e una popolare meta turistica dell’isola.

A renderla attraente per i visitatori sono soprattutto le spiagge, oltre al fatto che qui si trova anche un aeroporto internazionale. Come molte altre città dell’isola, anche qui il centro storico è patrimonio Unesco.

Camagüey è anche nota come la “ciudad de tinajones” (“la città degli orci”): gli orci sono infatti una presenza caratteristica della città. A Plaza de Carmen troverete, oltre all’antica chiesa coloniale di Nuestra Señora del Carmen, anche molti di questi tipici vasi, insieme a statue a grandezza naturale che rappresentano la gente locale intenta nelle quotidiane attività.

Sancti Spiritus

Sancti SpiritusHD

Il comune di Sancti Spiritus è una cittadina coloniale capoluogo dell’omonima provincia. Situata nel cuore di Cuba, si sviluppa attorno al Parque Serafin Sanchez, che ne è anche la piazza principale.

Da vedere a Sancti Spiritus durante il vostro tour di Cuba troverete la Iglesia Parroquial Mayor del Espiritu Santo in centro città, in stile barocco, affiancata da una torre settecentesca. Oppure, c’è anche la Iglesia de Nuestra Senora de la Caridad in Calle Cespedes.

A Sancti Spiritus si trova poi un ponte che porta lo stesso nome della città, il più antico di tutta Cuba, costruito sul fiume Yayabo. Formato da cinque arcate e realizzato in mattoni, il ponte Sancti Spiritus è simbolo della città e monumento nazionale.

Varadero

VaraderoHD

Spiagge bianchissime, mare azzurro trasparente e ottime strutture turistiche: benvenute a Varadero, una delle principali località balneari di Cuba, spesso meta finale di un tour culturale dell’isola, dove dedicarsi esclusivamente al relax. Collocata sulla penisola di Hicacos nella provincia di Matanzas, è dotata di una delle spiagge più ampie dei Caraibi e viene spesso anche indicata con il nome di Playa Azul, la “spiaggia azzurra”.

Molto diversa dal resto di Cuba, Varadero, per la sua vocazione turistica, ricorda semmai le località di villeggiatura statunitensi. Qui si trovano infatti resort e hotel di lusso delle grandi catene, dotate di tutti i servizi e comfort che mancano spesso nelle altre strutture dell’isola. Molto vivace e movimentata è anche la vita notturna.

La città è la meta ideale per chi ama praticare immersioni, grazie alla presenza di molte strutture sportive e servizi adibiti a questo scopo. Rinomati sono anche i suoi campi da golf e i ristoranti di cucina creola e internazionale. Varadero è inoltre servita da un aeroporto internazionale, poco distante dalle famose spiagge e a circa due ore dall'Avana.

Cienfuegos

CienfuegosHD

Cienfuegos, per i locali la “Perla del Sud”, affascina ogni visitatore grazie alla sua armonica fusione di stili, quello francese e quello caraibico. La città fu infatti fondata da un immigrato francese, Luis D’Clouet, ed è una città a vocazione nautica, spesso punto di partenza per crociere in barca a vela e catamarano. Si sviluppa infatti intorno ad una splendida baia, al cui interno si erge la fortezza di Jagua, costruita come roccaforte di difesa dagli assalti dei pirati dei Caraibi.

Le sue architetture variopinte e perfettamente conservate hanno fatto sì che anche il centro storico di Cienfuegos diventasse patrimonio Unesco. Da vedere a Cienfuegos sono il Parco Josè Martì, il Paseo del Prado, il Teatro Tomas Terry, la Casa dei Beni Culturali, la Cattedrale della Purissima Concezione e la Aldea Taina, ricostruzione di un villaggio indigeno “taino”.

Viñales

ViñalesHD

La pittoresca località di Viñales è rinomata per la sua vegetazione rigogliosa e per le sue piantagioni di tabacco. Si trova all’interno dell’omonimo parco nazionale, in una regione di grande bellezza, che costituì un centro produttivo importante nel periodo coloniale, nella provincia di Pinar del Rio.

La valle di Viñales è monumento nazionale dal 1978 e patrimonio Unesco dal 1999. Anche se il principale motivo di attrattiva della città e della regione circostante è il paesaggio, non mancano anche siti di interesse culturale.

Santa Clara

Santa ClaraHD

Santa Clara, capoluogo della provincia di Villa Clara, è conosciuta come la “città liberale” di Cuba, fondata nel 1689 da alcune famiglie, a cui è persino dedicato un monumento nella piazza della Chiesa del Carmen. La città ebbe un ruolo fondamentale nella lotta dell’indipendenza, oltre ad essere celebre per la Battaglia di Santa Clara, quando fu conquistata, nel 1958, da Che Guevara.

Da vedere c’è il Mausoleo di Che Guevara, il Parque Vidal, spesso sede di concerti, caratterizzato da edifici di diversi stili coloniali e ottimo luogo dove osservare da vicino la gente del posto, essendo un importante punto di ritrovo.

Holguin

HolguinHD

Holguin, nell’oriente cubano, è sinonimo di natura esuberante e incantevoli spiagge. Come Varadero, è la destinazione perfetta per concedersi un po’ di relax balneare dopo un tour di visite a Cuba. Tra le spiagge più belle di Holguin si annoverano Playa Esmeralda, a forma di mezzaluna, Playa Pesquero e Playa Guardalavaca, dalla spiaggia bianca finissima, dove rilassarsi o dedicarsi agli sport acquatici, tra cui le immersioni, grazie anche alla presenza di una splendida barriera corallina.

Nei dintorni si trova anche la riserva ecologica Playa de Caletones, con piscine di acqua salata formatesi naturalmente: una tappa interessante per gli appassionati di ecoturismo. Holguin presenta anche molti siti di interesse culturale, quali ad esempio la Periquera, antica residenza dello spagnolo Don Francisco Rondán, oggi adibito a museo di storia provinciale.

Siete pronte a partire? Qui trovate qualche consiglio su come prepararsi per un viaggio a Cuba.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.