Stai leggendo: Le 3 sviste più comuni che peggiorano i capricci di tuo figlio

Prossimo articolo: I 5 principi per “trasferire” le regole a tuo figlio senza urla

Letto: {{progress}}

Le 3 sviste più comuni che peggiorano i capricci di tuo figlio

Ci sono “sviste” che tendono a intensificare i comportamenti di tuo figlio (spesso considerati inspiegabili e senza motivo) oggi etichettati come capricci.

I comportamenti dei genitori che peggiorano i capricci dei bambini

0 condivisioni 0 commenti

Ogni tanto, coi nostri figli, cadiamo in alcuni comportamenti quasi "automatici". Sono atteggiamenti che seguiamo involontariamente perché ereditati dal modello educativo dei nostri genitori. Spesso partono senza che ce ne accorgiamo, soprattutto quando c'è una situazione che ci infastidisce e innervosisce.

1. Valide motivazioni o solo vizi da ignorare?

Per cominciare noi adulti facciamo fatica a metterci nei panni del bambino, a considerare le sue motivazioni.

Oggi tendiamo a desiderare che i nostri figli diventino dei robot che si muovono a comando e consideriamo le loro esigenze emotive ed affettive dei bambini dei banali vizi da reprimere.

Inoltre, il primo istinto dell’adulto è di intervenire, non tanto per accogliere il bambino, quanto per tamponare la situazione e fare tutto il possibile, con qualsiasi mezzo a disposizione (le sgridate, per esempio), per ripristinare il clima precedente, quello senza capriccio.

In questo caso possono essere utili le domande: come mi sentirei al posto di mio figlio? Da quando ha cambiato atteggiamento e cosa potrebbe averlo fatto arrabbiare?

2. Le spiegazioni tuo figlio non le comprende

Per ottenere velocemente questo risultato, oppure per non vederlo piangere (mentre invece il pianto è liberatorio se il bambino ha accumulato rabbia e tensioni), il genitore ricorre a lunghe spiegazioni che cercano di convincere il bambino o a minimizzare l’evento.

Solo che nei primi 7-8 anni i bambini non comprendono il linguaggio razionale, le filippiche e le lunghe spiegazioni! Ecco perché oggi moltissimi genitori si ritrovano in difficoltà e affermano di non riuscire a farsi ascoltare dai figli.

Purtroppo utilizzano una modalità di comunicazione che i bambini non comprendono nella loro fascia di età. E' come parlare a un italiano utilizzando la lingua cinese!

In verità tuo figlio avrebbe bisogno prima di tutto di essere accolto e ascoltato.

Spesso le sue emozioni non vengono messe al centro e, se la situazione inizia a sfuggirci di mano, ricorriamo anche a punizioni, castighi, sberle e ricatti.

Così a volte finiamo per fare i capricci anche noi insieme a lui :-)

Questo accade tutte le volte in cui fatichiamo a mantenere un atteggiamento neutrale, magari fermo, ma comunque sempre sereno e comprensivo.

3. Più ti arrabbi e meno sarai empatica

La rabbia, l’agitazione e il nervosismo incidono moltissimo sulla qualità della relazione che instauri con tuo figlio. Ecco perché è importante considerare anche questo aspetto se vuoi essere percepita come un solido punto di riferimento di cui lui può fidarsi sempre.

Infatti più ti arrabbi e più sarà difficile essere empatica con tuo figlio e per trovare la motivazione che ha scatenato i suoi malumori.

E, se ti soffermi un attimo, hai notato che quando sei più serena e più calma riesci a farti ascoltare di più da tuo figlio e lui di conseguenza è più collaborativo?

Hai notato che quando sei più paziente riesci facilmente ad assecondare i suoi bisogni e lui è meno nervoso e magari fa meno capricci?

Ricordati che se fino ad oggi non sei riuscita ad avere una relazione armonica con tuo figlio non hai colpe, quindi non giudicarti. Spesso abbiamo difficoltà solo perché replichiamo il modello educativo dei nostri genitori senza neanche rendercene conto e non conosciamo ancora come seguire al meglio i bisogni affettivi dei figli in ogni fase di crescita.

La buona notizia?

La buona notizia è che si può sempre recuperare! :-)

Ecco infine una frase da avere sempre a portata di mano:

Sii il genitore migliore che tuo figlio possa avere. Non scoraggiarti davanti alle difficoltà, trova soluzioni. Non giudicarti se sbagli, accogliti. Amati come lui ti ama e perdonati come lui ti perdona, sempre!

Mamma e figlio che giocanoHD

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.