Stai leggendo: Skincare routine coreana: tutti gli step e i prodotti da utilizzare

Prossimo articolo: Piedi perfetti con i segreti di bellezza "della nonna"

Letto: {{progress}}

Skincare routine coreana: tutti gli step e i prodotti da utilizzare

Avere la pelle di porcellana delle donne coreane è (forse) possibile copiando tutti i 10 step della loro skincare routine quotidiana.

Bellezza naturale

0 condivisioni 0 commenti

La maggior parte delle donne coreane ha una pelle meravigliosa e, oltre all’imprescindibile genetica, questo grande pregio è anche dovuto a una skincare molto lunga e accurata.

È approdata più o meno un anno fa in Italia, dopo che in America ha fatto scalpore tra le star di Hollywood, la beauty routine coreana che consiste fondamentalmente in 10 step - da ripetere mattina e sera - che attraverso prodotti ad hoc pulisce, esfolia, deterge e idrata la pelle.

Uno scatto della modella coreana Jin Jung SunRyu Hyung Won

Scopriamo insieme in cosa consiste questa vera e propria cura di bellezza, quali sono i passaggi fondamentali di quello che è a tutti gli effetti un rituale, e i migliori prodotti - anche made in Corea - da utilizzare.

Step 1 - Olio struccante

Il primo passaggio della skincare routine coreana consiste nel pulire il viso con un detergente a base di olio o, come alternativa low cost, con un vero e proprio olio da mescolare con un po’ di acqua calda.

Olio di Cocco di Coconut Merchant Coconut Marchant

Tra gli olii per demaquillage presenti in commercio, quelli più adatti da utilizzare sul volto sono quello di riso (per pelli secche), di cocco (per tutti i tipi di pelle) e di jojoba (per tutti i tipi di pelle).

Da evitare assolutamente invece è l’olio di mandorle dolce in quanto, essendo comedogenico, potrebbe favorire il proliferarsi di impurità.

Step 2 - Struccante a base d’acqua

Il secondo step della skincare made in Corea consiste nel pulire il viso dai residui di make up e/o di olio con uno struccante a base di acqua o, in alternativa, un detergente schiumogeno.

Acqua Mousse di La Roche PosayLa Roche Posay

L’acqua micellare (non bifasica!) o una mousse struccante come l’Acqua Mousse di Roche Posay sono i prodotti adatti di questo passaggio che vanno anche stavolta miscelati o risciacquati con acqua calda.

Step 3 - Esfoliante

Il terzo atto della routine di bellezza asiatica consiste nell’esfoliare, ma in questo caso non è necessario fare questo passaggio tutti i giorni in quanto chi ha la pelle molto delicata potrebbe risentirne.

Scrub Viso ApiariumApiarium

Tra i prodotti migliori in commercio per una pulizia quotidiana, e quindi leggera, spicca lo scrub viso di Apiarium composto da ingredienti naturali e atti anche a illuminare e lenire l’incarnato.

Step 4 - Tonico

Il quarto step della skincare routine più amata del mondo ha come protagonista il tonico che, dopo uno scrub, è in grado in pochi minuti di ristabilire l’equilibrio della pelle e di prepararla all’assorbimento dei prodotti successivi.

Step 5 - Essenza

Il prodotto che va utilizzato nella quinta fase della skincare coreana è il più complesso da trovare in Italia.

Essenza della SK-IISK-II

Si tratta dell’Essenza, ovvero un cosmetico ad idratazione intensiva. Il più amato in occidente è SK-II Facial Treatment Essence, ma è possibile usare anche un booster (che va scelto in base al proprio tipo di pelle) o un’emulsione.

Booster So' Bio EticSo' Bio Etic

Step 6 - Siero

Il sesta fase della skincare coreana è quella più curativa e che consiste, infatti, nel massaggiare sulla pelle un serio adatto alle problematiche del nostro incarnato come macchie, cuperose, prime rughe e così via.

Step 7 - Maschera viso

Il settimo passaggio della skincare coreana è il preferito dalle donne in quanto mescola il dovere di curare la propria pelle al piacere del relax.

Protagoniste di questo step, infatti, sono le maschere in tessuto che proprio dalla Corea da tempo sono arrivate anche in Italia come una comoda e funzionale alternativa a quelle in crema.

Maschere viso in tessuto di Tony MolyTony Moly

Pure in questo caso la maschera va scelta in base alle caratteristiche e alle problematiche epidermiche del viso e tra le migliori reperibili ci sono quelle del brand coreano Tony Moly.

Non è obbligatorio fare una/due maschera viso al giorno ma si consiglia comunque di applicarne almeno due/tre a settimana a giorni alterni e, ovviamente, se preferite potete tranquillamente usare anche quelle in crema.

Step 8 - Crema contorno occhi

Gli ultimi passi della skincare coreana sono quelli che ogni donna (anche non per forza beauty addicted) ripete quotidianamente.

L’ottavo, in particolare, è dedicato al contorno occhi che va idratato con una crema apposita sia la mattina che prima di andare a dormire.

Step 9 - Crema idratante

Per realizzare il penultimo step della beauty routine asiatica più copiata di sempre bisogna munirsi semplicemente della crema idratante preferita, da giorno o da notte, a cui va aggiunta una volta a settimana (possibilmente non nei giorni in cui giù avete deciso di fare una maschera in tessuto o crema) una sleeping mask come quelle di Studio House disponibili in diverse succosissime profumazioni.

Maschere per la notte di Studio HouseStudio House

Step 10 - Protezione solare

L’ultima fase della lunga skincare routine consiste nell’applicare sul viso una crema solare con fattore di protezione da 30 in su. Questo step va fatto, come prevedibile, solo di giorno in quanto la tintarella di luna fortunatamente non è nociva per la nostra pelle.

Crema solare in stick EucerinEucerin

I migliori prodotti solari da applicare sul viso al fine di non appesantire troppo la pelle già parecchio trattata sono quelli in stick.

Consigli per una skincare routine ‘italo-coreana’

La beauty routine coreana per quanto dia ottimi risultati è davvero una skincare difficile da ripetere due volte al giorno e tutti i giorni.

Per questo il nostro consiglio è di saltare la parte della pulizia del viso la mattina e di partire appena sveglie direttamente dalla fase di detersione, iniziando la giornata con lo step 4, ovvero il tonico.

La sera, invece, sarebbe opportuno seguire alla lettera tutti i passaggi.

Il libro di Charlotte ChoWilliam Morrow & Co.

Inoltre, per chi volesse sapere tutto ma proprio tutto sui segreti di bellezza coreani, vi consigliamo dare uno sguardo al libro della beauty guru Charlotte Cho, The Little Book of Skincare, che in America è una delle più quotate blogger di settore.

Anche voi siete fan della skincare coreana? Fatecelo sapere nei commenti!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.