Stai leggendo: Buddha Bowl: un piatto colorato e salutare, che non annoia mai

Prossimo articolo: Un sorso di benessere, con gusto, colore e tanta fantasia

Letto: {{progress}}

Buddha Bowl: un piatto colorato e salutare, che non annoia mai

Piatto che prende origine dalla cucina macrobiotica, la Buddha Bowl arriva sulle nostre tavole. Legumi, verdure, semi e tanta salute in un piatto colorato e gustoso.

Buddha bowl con quinoa

0 condivisioni 0 commenti

L’origine, come suggerisce il nome, di questo piatto è da ricercarsi in Oriente, ma da qualche tempo le Buddha Bowl sono diventate molto popolari anche da noi. Il riferimento a Buddha è tutto nella forma tonda della ciotola, la bowl appunto, in cui viene presentato il piatto e che ricorda la pancia della divinità.

Piatto tipico della cucina macrobiotica, possono essere presentate in versione vegetariana e non (anche se questa derivazione più occidentale si discosta dalla filosofia vegetariana macrobiotica), l’importante è mettere nel cibo e nella sua preparazione tutta la cura, la calma e l’attenzione di cui siete capaci. Non state solo cucinando, vi state prendendo cura di voi attraverso il cibo.

Sebbene quindi questo piatto sia adatto a chi mangia spesso fuori casa, non dovete pensarlo come un pranzo che si prepara in cinque minuti, mentre con una mano si cucina e con l’altra si guarda lo smartphone e con la testa si rimugina sulla giornata appena trascorsa. Questo piatto richiede dedizione, tempo e concentrazione, ma vedrete che, se vi ci dedicherete con amore, il gusto vi ripagherà della fatica e preparare la vostra Buddha Bowl diventerà presto una sana abitudine quotidiana!

I passi fondamentali per una perfetta Buddha Bowl

Una Buddha Bowl vegetariana con tofuHD

Non c’è una ricetta a cui attenersi strettamente, ma più che altro ci sono regole da rispettare, ingredienti da mettere e intorno a cui costruire il piatto, che sebbene ricordi un’insalata in realtà è molto, molto di più! Scopriamo insieme che cosa non deve mancare nel vostro piatto, perché possa definirsi una Buddha Bowl.

La prima regola imprescindibile, come dicevamo prima, è servire la Buddha Bowl in una ciotola rotonda, da cui il piatto prende il nome.

A differenza delle insalate a cui siamo abituati, gli ingredienti non si mischiano a crudo, ma ogni alimento usato viene coccolato come fosse un piatto a sé, permettendo così di ottenere un risultato finale che sia un’esplosione di sapori e in cui ogni singolo ingrediente dà il meglio delle proprie proprietà nutrizionali.

Gli ingredienti che non possono mancare sono:

  • legumi, freschi o cotti, come ceci, lenticchie, fagioli, piselli, fave. Usate legumi freschi, non in scatola, di modo da godere di tutte le loro proprietà! Metteteli in ammollo la sera prima di cucinarli, così risparmierete tempo: è vero che la Buddha Bowl richiede pazienza, ma qualche trucchetto non guasta! Quando li cucinate, insaporite i legumi con le spezie: danno sapore e limitano l’uso del sale: un esempio possono essere i ceci alla paprika o le lenticchie al curry. Se preferite, potete sostituire i legumi con un’altra fonte proteica, come il tofu! Marinatelo con aglio, soia aceto di mele, erbe aromatiche e vedrete che i vostri pregiudizi su questo derivato della soia cadranno in un sol boccone!
  • Verdure di stagione, una cotta e una cruda, ma anche un superfrutto come l’avocado va bene! Dà un tocco cremoso al piatto ed è una fonte di grassi “buoni”. Altrimenti, sbizzarritevi con verdure del vostro orto come zucca brasata al forno o carote arrostite, oppure prendete l’occasione e cimentatevi con alimenti orientali come il daikon o i funghi shiitake
  • Cereali, dai più noti come il riso ai meno utilizzati, come l’amaranto o la quinoa
  • Un condimento e anche qui potete dare spazio alla fantasia: olio a crudo, vinaigrette, aceto di lamponi, salse… via libera al gusto
  • Infine, come elementi opzionali, potete inserire semi (semi di chia, di zucca, di sesamo…) o frutta secca (noci, mandorle, pistacchi…)

In questo modo si garantisce il giusto apporto di carboidrati, proteine e vitamine, senza però rinunciare al gusto!

Fonti di ispirazione!

Se è vero che la libertà e la fantasia sono il punto di forza di questo piatto, è anche vero che per cominciare è meglio seguire qualche ricetta già testata per prendere la mano con dosi, sapori e presentazione.

Internet, come sempre, è la font primaria di ispirazione! Su Instagram c’è chi dedica un profilo a questo meraviglioso piatto unico:

Tra tutte le board che potete trovare su Pinterest, eccone una scelta per voi:

Buddha Bowl album di Pinterest

Che cosa aspettate? Diteci qual è la vostra ricetta preferita!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.