Stai leggendo: Anni '90: le 20 serie TV che hanno segnato un'intera generazione

Prossimo articolo: Le donne delle serie TV anni '90 che ci hanno influenzato di più

Letto: {{progress}}

Anni '90: le 20 serie TV che hanno segnato un'intera generazione

Da Beverly Hills, 90210 a X-Files, passando per OZ ed E.R. - Medici in Prima Linea. Da College alla Roma de I Ragazzi del muretto: le serie TV simbolo degli anni '90. Teen drama, medical drama, sitcom: i titoli e i generi che hanno marcato una decade.

Laura Palmer, il suo omicidio è al centro de I segreti di Twin Peaks: serie TV chiave degli anni '90

0 condivisioni 0 commenti

Dai primi teen drama al medical drama per eccellenza, gli anni '90 hanno segnato il ritorno all’era d’oro della TV negli USA. In Italia, invece, è la decade in cui le serie TV sono diventate di culto.

Da Beverly Hills, 90210, passando per gli intrighi amorosi di Melrose Place, al perenne stress del pronto soccorso di E.R. - Medici in prima linea. Senza dimenticare le risate dei Simpson o le atmosfere cupe de I segreti di Twin Peaks. Ecco la lista delle 20 serie TV degli anni '90 assolutamente da rivedere.

 

1 - Beverly Hills, 90210 (1990 - 2000)

Il cast di Beverly Hills, 90210, uno dei titoli più amati degli anni '90© FOX Usa

Beverly Hills, 90210 ha fatto epoca: per la prima volta la TV parlava di e agli adolescenti. Aaron Spelling creò questa serie TV e parzialmente anche un genere. Beverly Hills, 90210 è il primo teen drama a essere andato in onda negli USA (nel 1987 l'esordio spetta alla canadese DeGrassi Junior High) ed è il primo titolo per giovanissimi a essere mai stato trasmesso dal network americano FOX.

I gemelli Walsh lasciano il freddo Minnesota e approdano nella calda e iper sofisticata Beverly Hills, studiano nel liceo più prestigioso della città: il West Beverly High. Brandon e Brenda s’inseriscono nell’élite di Beverly Hills: Kelly, una fragile ragazza problematica con una madre assente; Donna, dolce e ricchissima (la interpreta la figlia di Aaron, Tori Spelling); il bello e impossibile Dylan, il gradasso Steve, il timido DJ David e l’intelligente Andrea. 

Gli otto amici sono uniti, anche se fra di loro non mancano litigi e tira e molla amorosi: uno su tutti il triangolo Kelly-Brenda-Dylan.

Beverly Hills, 90210 parlò anche ai giovani di problemi e temi come droga, AIDS, sessualità e omosessualità. Brenda partirà per Londra, per allontanarsi dalla relazione distruttiva con Dylan. Gli altri continueranno a vivere le loro vite fra sfarzo, esami, confraternite e tanti flirt. La serie TV ha avuto uno spinoff, Melrose Place, e un reboot con alcuni dei personaggi storici, 90210.

2 - Baywatch (1989 - 2001)

La vita dei bagnini della contea di Los Angeles è al centro di Baywatch, la serie TV con i migliori addominali del piccolo schermo. Le torrette dei guardaspiaggia hanno visto di tutto: annegamenti, attacchi di squali, serial killer e stupri. Tutto è all'ordine del giorno. 



Mitch Buchannon è la guida di intere generazioni di bagnini, alcuni entrati nell’immaginario collettivo, molti appesi nelle camere di mezzo mondo: Pamela Denise Anderson (C.J.), Erika Eleniak (Shauni, prima che C.J. arrivasse), Yasmine Bleeth (Caroline) per i maschietti. E David Charvet (Matt), Kelly Slater (Jimmy Slade, nel video di apertura sulle note di Enya), Billy Warlock (Eddie) e Michael Bergin (J.D.) per le donne. Fra di loro c’era anche un vero guardaspiaggia: Michael Newman, che interpretava la parte di sé stesso. 



Baywatch è la seconda serie TV più vista in tutto il mondo, eppure la prima stagione fu deludente su NBC: lo show venne salvato dallo stesso David Hasselhoff. Dalla serie TV è stato tratto un film omonimo, distribuito da Universal. Per molte stagioni la sigla è stata I’m Always Here di Jimi Jamison, voce dei Survivor.

3 - Cinque in famiglia (1994 - 2000)

I fratelli Salinger protagonisti d Cinque in famiglia, serie TV amata negli anni 90 © FOX

I fratelli Salinger, dopo l’inaspettata morte dei genitori, si ritrovano a dover affrontare i problemi della vita quotidiana. Il maggiore, Charlie (Matthew Fox), fa le veci del padre degli altri fratelli: i liceali Bailey (Scott Wolfe) e Julia (Neve Campbell), l’adolescente Claudia (Lacey Chabert) e Owen di appena sei mesi.

Il teen drama Cinque in famiglia, che vinse anche il Golden Globe per la miglior serie TV drammatica, segue i Salinger in tutte le difficoltà del mondo adulto: relazioni sentimentali, problemi economici e l'affitto da pagare. A questi problemi, si aggiungono quelli tipici degli adolescenti: i primi amori, il sesso e l'essere rimasti orfani.

Cinque in Famiglia lanciò moltissimi giovani attori famosi all’epoca, prima fra tutti Neve Campbell. La serie TV ha avuto uno spinoff: Cenerentola a New York che segue la fidanzata di Bailey, Sarah (Jennifer Love Hewitt), nella Grande Mela.

4 - Willy, Il Principe di Bel-Air (1990 - 1996)

Will Smith in versione anni '90 protagonista di Willy, il principe di Bel-AirHD© NBC

Willy lascia il ghetto di Philadelphia e si trasferisce nella lussuosissima villa di Bel-Air di zia Vivian e del burbero zio Phil. I ricchi coniugi Avery accolgono sotto il loro tetto il ribelle Willy e lo trattano come un figlio. Willy va a scuola con il cugino secchione Carlton, che vorrebbe essere come lui, ma invece è il ritratto del padre. L’altezzosa Vivian, la dolce Ashley e il fratello Nicky (presente nella quinta e nella sesta stagione) sono gli altri figli degli Avery. Completa il cast, il sarcastico maggiordomo Geoffrey.

Willy, Il Principe di Bel-Air riprendeva spesso con battute I Robinson: molti attori del cast si sono alternati come guest star. La musica giocava un ruolo molto importante: la sigla era cantata in originale dallo stesso Smith con lo pseudonimo di The Fresh Prince (in Italia la cantava Edoardo Nevola che doppiava l’attore) e fu adattata da Quincy Jones. Willy, Il Principe di Bel-Air ha segnato un’epoca: indimenticabili i balletti di Carlton (Alonso Ribeiro, il migliore amico de Il mio amico Ricky) sulle note di It’s Not Unusual di Tom Jones. La serie TV lanciò la carriera di Will Smith.

5 - Pappa e Ciccia (1988 - 1997)

I protagonisti di Pappa e Ciccia, una serie amatissima degli anni '90HD© Everett Collection

Pappa e Ciccia, traduzione del titolo originale Roseanne, è una sitcom incentrata su una classica famiglia americana di classe medio bassa: i Conner. I Conner vivono a Lanford, un sobborgo di Chicago, e sono: Roseanne (Roseanne Barr) con la battuta sempre pronta, il marito Dan (John Goodman) e i tre figli Becky, DJ e Darlene. Roseanne resterà incinta e darà alla luce il quarto figlio Jerry Garcia.

Pappa e Ciccia è stata realizzata dallo stesso produttore dei Robinson, Marcy Carsey, e si basava su un personaggio ideato dalla stessa Roseanne Barr. Nella serie TV: Roseanne lavora in un’industria di plastica, mentre Dan è un imprenditore edile. A completare il quadro familiare Jackie Harris, la sorella insoddisfatta di Roseanne. Fra una parolaccia e l’altra e un’infinita collezione di camicie di flanella, Pappa e Ciccia resta una delle sitcom più amate della TV.

Nella versione italiana, i coniugi Conner avevano l’accento napoletano, l’adattamento dei dialoghi fu una trovata di Guido Leone. Fra gli sceneggiatori di Pappa e Ciccia anche Joss Whedon (futuro creatore di Buffy), Amy Sherman-Palladino (che ha creato Una Mamma Per Amica) e Chuck Lorre, ideatore di The Big Bang Theory.

6 - E.R. - Medici in Prima Linea (1994 - 2009)

Carol Hathaway e Doug Ross, due dei protagonisti di E.R. Medici in prima lineaHD© NBC

E.R. - Medici in Prima Linea è uno dei medical drama migliori di sempre. È ispirato al libro dello scrittore Michael Chrichton, Casi di emergenza, in cui descriveva la sua esperienza in un pronto soccorso di Boston. Da Boston la storia si sposta a Chicago: al County General Hospital, dove medici e infermieri lavorano senza sosta.

Il dottor Greene non riesce a bilanciare lavoro e vita amorosa, la dottoressa Susan ha una sorella tossicodipendente, il pediatra Doug Ross (un giovane George Clooney) non segue mai il protocollo e ha una relazione con la capo infermiera Carol Hathaway (Julianna Margulies), l’assistente chirurgo Peter Benton è, invece, IL problema del giovane specializzando John Carter (Noah Wyle).

Una delle frasi simbolo della serie TV è pronunciata nell'episodio pilota. Greene ricorda a Carter: "Aiutare i pazienti è più importante di quello che sentiamo".

Tantissimi i dottori e infermieri che si sono avvicendati in 15 anni nel pronto soccorso, ma la struttura degli episodi è rimasta quasi sempre la stessa: presentazione secca del paziente, sei o più unità di zero negativo, i medici discutono di operazioni delicate spesso quando camminano in corridoio (il mitico walk talk reso celebre da questa serie TV) e non c’è mai tempo per fermarsi un attimo. La serie TV si è conclusa nel 2009.

7 - Buffy, l’Ammazzavampiri (1997 - 2003)

Buffy e la Scooby Gang, protagonisti del quasi omonimo show negli anni '90HD© The WB/ The Hollywood Reporter

Buffy Summers si è appena trasferita nella super tranquilla Sunnydale dopo aver lasciato Los Angeles perché aveva dato fuoco alla palestra della scuola. 

All’apparenza sembra la classica liceale, ma la 16enne nasconde un segreto: è l’ultima discendente di una stirpe di ammazzavampiri.

Nella sua costante caccia ai cugini di Dracula, Buffy viene aiutata dagli amici di sempre: il timido Xander, la dolce Willow e la bellissima Cordelia. Buffy incontra anche al liceo il professor Giles che è il suo Osservatore, la persona designata a insegnarle come diventare una migliore cacciatrice. Insieme formano la mitica Scooby Gang.

Anche Angel (David Boreanaz), un vampiro redento, è pronto a darle una mano. Il mai sorridente ex succhiasangue fa parte con riluttanza della Scooby Gang e la lascerà definitivamente quando si trasferirà a Los Angeles. Angel parte con Cordelia, i due fondano un’agenzia d’investigazione: è la trama dello spinoff della serie TV Angel. 



Dopo la partenza di Angel, Buffy si avvicinerà sempre di più a un altro vampiro: Spike. Il succhiasangue che ricorda Billy Idol diventerà il suo nuovo interesse amoroso. La serie TV seguì anche Buffy fuori dal liceo e ha il merito di unire due mondi: lo sci-fi e i teen drama. I mostri che affronta Buffy sono in realtà i problemi che tutti gli adolescenti del mondo hanno. Senza la serie TV di Joss Whedon, il fenomeno Twilight non sarebbe mai esistito.

8 - Friends (1994 - 2004)

La sitcom più amata degli anni ’90 ha esordito nel 1994 negli USA e tre anni più tardi in Italia. Friends ruota intorno a un gruppo di amici tutti trentenni: l’eterna indecisa Rachel, la precisissima Monica, la matta Phoebe, il bello ma sciocco Joey, il sarcastico e timido Chandler e il pedante Ross.

Nell’episodio pilota: Rachel è appena scappata dal suo matrimonio e ritrova al Central Perk, il bar dove i sei occupavano gran parte del loro tempo, l’amica del liceo Monica. Rachel sarà la sua coinquilina per gran parte delle dieci stagioni, il loro appartamento con la porta lilla e quello dei loro dirimpettai, Joey e Chandler, diventeranno le case di un’intera generazione di telespettatori.

Friends per dieci anni ha raccontato gli amori, i problemi, i tradimenti e l’amicizia di un’intera generazione. La serie TV ha avuto talmente successo che gli attori figuravano fra le liste dei più pagati e lanciò una serie di tormentoni arrivati fino ai giorni nostri come i mitici gestacci dei fratelli Geller o Gatto Rognoso.

Ross insulta gli altri usando il gestaccio© NBC

La sigla della serie TV, I’ll Be There For You dei Rembrandts, è una delle canzoni più ballate e cantate degli anni '90. Molte star parteciparono alla serie TV, eccone alcune: Isabella Rossellini, Brad Pitt, George Clooney, Mira Sorvino, Helen Hunt, Tom Selleck, Ralph Lauren (per il quale lavorò Rachel) e tanti altri.

9 - X-Files (1993 - 2002, 2016 - in corso)

Mulder e Scully, i protagonisti della serie TV di culto X-FilesHD© FOX

I protagonisti di X-Files sono gli agenti dell’FBI Mulder e Scully che indagano sui bistrattati casi che riguardano il paranormale. Mulder ha scelto di farlo perché è convinto che un alieno abbia rapito la sorella, mentre Scully è lì per controllarlo. Con il passare del tempo, fra i due colleghi si creerà una forte intesa che diventerà prima amore platonico e poi una relazione vera e propria.

X-Files è una delle serie TV più premiate degli anni ’90: tre Emmy su 21 nomination (alla migliore guest star Peter Boyle, alla sua protagonista Gillian Anderson e per la migliore serie TV drammatica) e ben cinque Golden Globe su dodici candidature (miglior serie TV drammatica nel 1994 e nel 1997 e l’en plein del 1996 con riconoscimenti alla serie TV e alla coppia di attori). Nella sezione dei Creative Emmy, i premi tecnici, la serie TV vinse ben 13 statuette. 

Un revival - o nuova stagione - è stato trasmesso nel 2016, andato in onda su FOX, e sono attualmente in produzione le altre due stagioni. Anche la sigla di X-Files è amatissima: Materia Primoris, questo il titolo del brano composto da Mark Snow. 

10 - La Tata (1993 - 1999)

Francesca Cacace e il resto dei protagonisti de La Tata, sitcom amatissima degli anni '90HD© NBC

Francesca Cacace bussa alla porta di casa Sheffield per vendere dei cosmetici, ma viene assunta come nuova tata. Eccentrica e sopra le righe, l’uniforme di Francesca sono tacchi vertiginosi, vestiti smaglianti e immancabili… capelli cotonati.

Dal Queens, Francesca viene catapultata nell’alta borghesia di New York. La sempre 20enne tata si prenderà cura dei tre figli dell’impresario teatrale inglese Maxwell Sheffield: la timida e impacciata Maggie, il pestifero Brian e la più piccola di famiglia Gracie. A completare il quadro l’irriverente maggiordomo Niles e l’assistente di Maxwell (e aspirante nuova moglie), C.C. Babcock.

Francesca spesso torna nel Queens a visitare l’amata e sempre affamata zia Assunta e la più anziana e iper trendy Yetta (l’attrice che l’interpretava Ann Morgan Guilbert è mancata l’anno scorso). La Tata è stata una delle più divertenti e amate sitcom degli anni ’90, complice anche l’adattamento di Guido Leone. Nell’originale americano Fran aveva origini ebree, mentre in quella italiana Francesca era originaria di Frosinone. La protagonista, Fran Drescher, era anche ideatrice dello show in coppia con il marito Peter Marc Jacobson. In Italia è andata in onda a partire dal 1995. Indimenticabili i siparietti fra C.C. e Niles:

11 - Daria (1997 - 2002)

Daria emozionata, il personaggio è il protagonista dell'omonima serie TV di MTV© MTV

Nata come uno spin-off di Beavis & Butt-Head, Daria è una delle serie TV più amate della decade. Daria Mongendorffer si trasferisce a Lawndale, la città di Beavis e Butt-Head, insieme al resto della famiglia. Daria frequenta il liceo con la sorella Quinn che è molto più popolare di lei, eppure alla ragazza con gli occhiali non sembra importare.

La liceale non sorride mai, è anticonformista, cinica e profondamente sincera: dice sempre quello che pensa senza curarsi di eventuali conseguenze. Discute spesso con la sorella Quinn e i genitori, l’unica che sembra comprenderla è la sua migliore amica Jane. Daria e la sua famiglia, proprio come i Simpson, hanno un programma televisivo prediletto, il titolo è tutto un programma: Triste Mondo Malato, presa in giro della TV sensazionalistica, del quale spesso si sentiva solo la sigla.

Daria è andata in onda su MTV dal 1997 al 2002. Con la sua attitudine Daria si può considerare come un vero fenomeno degli anni ’90.

12 - Law & Order - I due volti della giustizia (1990 - 2010)

Alcuni protagonisti di Law & Order, longeva serie TV iniziata negli anni '90© NBC

Law & Order - I due volti della giustizia è una delle serie TV più longeve e durature. Da una parte i poliziotti, dall’altra i procuratori distrettuali: i due volti della giustizia. Ogni puntata di Law & Order ricalca la stessa struttura: nella prima parte vediamo le indagini degli agenti, nella seconda la parola passa “ai giurati”.

Nella serie TV di Chris Wolf, terminata nel 2010 dopo venti stagioni, l’azione della polizia si mischia alla dialettica degli avvocati. La divisione non riguarda solo l’approccio al caso, ma anche il punto di vista narrativo. Tante le tematiche affrontate, cinque gli spinoff, fra cui: Law & Oder: Unità vittime speciali e Law & Order: Criminal Intent. Dalla serie TV anche film per il piccolo schermo e un remake inglese. La serie TV originale è terminata nel 2010 dopo 456 episodi.

13 - I segreti di Twin Peaks (1990 - 1991, 2017)

Twin Peaks, un frame della sigla della serie TV di culto degli anni '90HD© ABC

Cosa dire de I segreti di Twin Peaks? La serie TV, trasmessa su ABC dal 1990 al 1991, è ambientata in un’ipotetica città del Montana, dove non succede mai nulla. La tranquilla Twin Peaks è turbata dall’omicidio di Laura Palmer. Le indagini per trovare il colpevole porteranno a galla una serie di segreti rimasti celati prima del ritrovamento del cadavere di Laura, il 24 febbraio 1989.

Ideata dal maestro David Lynch e da Mark Frost, I segreti di Twin Peaks presenta tutte le caratteristiche del cinema del regista americano: l’angoscia, le sequenze oniriche, le immagini crude. All’epoca collocare I segreti di Twin Peaks all’interno in un genere era stato molto difficile. La serie TV è arricchita dalla colonna sonora di Angelo Badalamenti, il tema della sigla è forse una delle canzoni più riconoscibili degli anni '90. Il reboot di I segreti di Twin Peaks è stato presentato alla 70esima edizione del Festival di Cannes.

14 - I Simpson (1989 - in corso)

I Simpson, amatissimi negli anni '90HD© FOX USA

I Simpson sono a pieno diritto la famiglia più conosciuta (e amata) della TV: gli esseri gialli creati da Matt Groening hanno fatto il loro esordio sul network americano FOX nel 1987, nel corso del Tracey Ullman Show. Nel 1989 arriva la serie TV vera e propria ancora trasmessa dallo stesso network.

Homer lavora nella centrale nucleare di Springfield: poco brillante, ma con un cuore enorme. L’uomo vive insieme alla moglie Marge e ai tre figli: il pestifero Bart, la riflessiva Lisa e la “perenne” bebè Maggie.

I Simpson distruggono tutto ciò su cui si basa la società americana. Non è un caso che la serie TV sia ambientata a Springfield: ce ne sono 41 in tutti gli USA. Anche se nel 2012, Groening ha finalmente svelato che la città della serie TV animata si trova nell’Oregon.

L’adattamento dei dialoghi in italiano è stato curato da Tonino Accolla che ha doppiato Homer fino al 2013, anno della sua morte. Nella versione nostrana, I Simpson possono contare su una serie di voci con dialetti italiani: il commissario Winchester è napoletano, il bidello Willy è sardo (nonostante l’originale sia scozzese), il reverendo Lovejoy è calabrese mentre il collega di Homer, Carl, ha l’accento veneto.

15 - College (1990)

Arianna e Vally, due delle protagoniste di College, serie TV di culto degli anni 90HD© Italia 1

College è una serie TV italiana del 1990, ispirata al film omonimo del 1984. Siamo in Toscana: in un piccolo paesino si trovano un’accademia militare, l’Admiral Academy, e un collegio tutto al femminile, il Victoria College. La prima è situata non lontana dal secondo, i cadetti e le collegiali passano quindi moltissimo tempo fra scherzi, fughe d’amore e travestimenti. 


Ritroviamo i protagonisti del film, Arianna (Federica Moro), Marco Poggi (Christopher Vadim che lo interpretava nel film è stato sostituito da Keith van Hoven) e nuovi personaggi.

Nell’Accademia ci sono il dolce Carletto (Bruno Sacchi de I Ragazzi della 3ª C Fabrizio Bracconeri), l’enorme Roccia, il latin lover Diego, l’astuto Paul e i loro superiori Salice e Baldani. Nel collegio, troviamo invece: l’astuta Cinzia, la sportiva Vally, la snob Beatrice e la ninfomane Samantha. A far loro da guardia c’è una novella signorina Rottenmeier, la professoressa Müller.

Solo 14 episodi e una stagione per una serie TV di culto, ideata da Castellano e Pipolo e diretta dai due figli rispettivamente Lorenzo Castellano e Federico Moccia.

16 - OZ (1997 - 2002)

OZ è una serie TV andata in onda dal 1997 al 2002 su HBO. OZ è il nomignolo del carcere di Oswald e in particolare della sua sezione di massima sicurezza: dove i detenuti non sono rinchiusi in celle con sbarre, ma in plexiglass. Quest’unità di riabilitazione carceraria è stata voluta dal direttore Tim McManus. La maggior parte del loro tempo i detenuti lo passano nell’aria comune: guardano TV fra una minaccia e l'altra, stringono nuovi accordi e ogni tanto praticano anche dello sport.

Ci sono i latini, gli italoamericani, i neri del ghetto, detti zombie, i musulmani, i trans, gli irlandesi, i centauri, i cattolici e gli ariani. Pochissime le donne, ma sono fondamentali: la psicologa (e religiosa) Sorella Peter Marie e la dottoressa Gloria.

Quasi tutte le puntate sono introdotte da uno dei detenuti, Augustus Hill, qui nelle vesti di narratore onnisciente. Ogni detenuto viene presentato con un breve filmato che spiega il motivo che l’ha fatto finire dentro le sbarre e tutti gli episodi sono utili per riflettere sul sistema giudiziario e carcerario statunitense e, in generale, sulla società d'Oltreoceano. Un cast pazzesco per una delle serie TV migliori mai realizzate, un prodotto di estrema qualità ignorato da Emmy e Golden Globe.

OZ è stato ideato da Tom Fontana ed è stato prodotto da Barry Levinson. Una curiosità: è proprio Fontana a farsi tatuare OZ nella sigla di apertura.

17 - Bayside School (1989 - 1993)

Bayside School, i protagonisti della serie TV degli anni '90© ABC

Bayside School, titolo originale Saved By The Bell (Salvati dalla campanella), è uno spinoff di Good Morning, Miss Bliss. I protagonisti sono un gruppo di studenti del liceo di Bayside: il sempre simpatico Zack Morris (che blocca il tempo e spesso parla con i telespettatori), la più bella della scuola Kelly (Tiffani Amber Thiessen, futura Valerie di Beverly Hills, 90210), il secchione Screech, la modaiola Lisa, il super sportivo Slater e l’intelligente Jessie.

La vita degli studenti si svolge fra liceo e il bar accanto, il Max. Ennesimo teen drama, nella stagione d’oro del genere. La serie TV lanciò Mark-Paul Gosselaar, uno degli attori più amati negli anni '90.

18 - I ragazzi del muretto (1991 - 1996)

I ragazzi del muretto, protagonisti della serie TV italiana degli anni '90© Ma come lo sai/ Rai

Il teen drama all’italiana è andato in onda su Rai 2 dal 1991 al 1996. I ragazzi del muretto sono un gruppo di studenti liceali: si ritrovano prima e dopo scuola su un muretto a piazza Mancini, a Roma.

Dalle bocciature alle prime cotte, nella serie TV lo spettatore accompagna i ragazzi nella loro fase di crescita. Se nelle prime stagioni gli argomenti sono più vicini agli adolescenti, crescendo i protagonisti si lasciano alle spalle il “muretto” e diventano grandi affrontando problemi come l’AIDS, l’abuso di droghe, l’aborto, le relazioni con gli immigrati e la violenza negli stadi.

Il cast è ottimo e fra loro c’è molta alchimia, indimenticabili le sigle: quella di apertura è degli U2, Night And Day, una cover di un brano di Cole Porter. Mentre quella di chiusura è la mitica Generazione di fenomeni degli Stadio. Gaetano Curreri e la sua band si occuparono della colonna sonora della serie TV. 

19 - Melrose Place (1992 - 1999)

Melrose Place è nata come uno spinoff di Beverly Hills, 90210 ambientato nel mondo adulto. Firmata sempre da Aaron Spelling, la serie TV nacque grazie alla relazione fra Kelly e il meccanico Jake. Kelly, insieme a David e Donna, va a trovarlo e si ritrova nel bellissimo condominio al 46/6 di Melrose Place.

A Melrose Place vivono anche: la romantica Allison, la iper energetica Rhonda, la coppia felice formata da Jane e Michael, l’aspirante attrice Sandy e il neo arrivato Billy. Rhonda e Sandy, poco amate dal pubblico, saranno sostituite dalla fotografa Jo e dalla perfida Amanda.

Gli argomenti, seppur in parte simili a quelli dei cugini più giovani di Beverly Hills, 90210, vengono trattati in maniera più “adulta”: droga, stalking, gravidanze, tradimenti, paure e insicurezze tipiche dei 30enni.

In sette anni ci sarà un via vai di personaggi e attori, fra cui: Heather Locklear (Amanda), Marcia Cross (la folle Kimberly), Laura Leighton (Sydney la scapestrata sorella di Jane), Kelly Rutherford (la dolce Megan), la coppia Kyle-Taylor (Rob Estes e Lisa Rinna) e Alyssa Milano (la giovane sorella di Michael).

20 - Otto Sotto Un Tetto (1989 - 1998)

I protagonisti di Otto sotto un tetto© ABC/Getty Images

Otto sotto un tetto, titolo italiano di Family Matters, è un’altra sitcom con una famiglia protagonista. Siamo a Chicago: Carl è un poliziotto ama la sua Harriet e i tre figli Eddy, Laura e Judy. Laura è l’oggetto del desiderio di Steve Urkel, il vicino di casa ingombrante degli Winslow.

Nato come personaggio secondario, Steve Urkel diventa ben presto il principale della serie TV. Il geek è un aspirante inventore ed è perennemente vestito con pantaloni a vita altissima, grandi bretelle, cardigan ed enormi occhiali.

La sua risata inconfondibile, le sue battute mitiche ("Sono stato io a fare questo?"), il suo amore non corrisposto per Laura e la sua voce in falsetto l’hanno reso immortale. Dalla quinta stagione, l’attore Jaleel White veste anche i panni del più sofisticato Stefan Urquelle, di cui chiaramente Laura s’innamora. Steve riuscirà nel suo intento e finalmente, nel corso della decima stagione, sposerà la sua Laura.

Otto sotto un tetto, lo spinoff di Balki e Larry - Due perfetti sconosciuti, è andato in onda prima su ABC e poi su CBS dal 1989 al 1998. Nello stesso periodo su ABC e poi sulla CBS un’altra sitcom familiare amatissima negli anni '90, Una Bionda Per Papà, ha come protagonista una famiglia allargata e anche qui la scena viene rubata ai protagonisti da un personaggio secondario, il mitico cugino Cody.

E per voi qual è la serie simbolo degli anni '90? Scriveteci il titolo nei commenti!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.