Stai leggendo: Spaghetti ai tre pomodori: una ricetta alternativa e colorata

Prossimo articolo: Pasta al forno: penne rigate con mozzarella, piselli e pomodoro

Letto: {{progress}}

Spaghetti ai tre pomodori: una ricetta alternativa e colorata

Se ami la pasta con il pomodoro fresco e stai cercando una ricetta diversa dal solito, gli spaghetti ai tre pomodori sono il primo piatto che potrà cambiare le tue abitudini culinarie. Scopri tutti i segreti per realizzare un primo piatto gourmet!

Primo piano di spaghetti ai tre pomodori

0 condivisioni 0 commenti

La ricetta degli spaghetti ai tre pomodori è dedicata interamente a questo ortaggio.

I francesi li chiamavano "pommes d'amour" perché pensavano che avesse delle proprietà afrodisiache. Il nome originario di pomodoro invece deriva dal fatto che il suo colore era giallo oro. Il pomodoro racchiude molti segreti quindi... non fate di tutti i pomodori un fascio!

Il primo piatto che stiamo per presentarti è molto semplice da preparare ma necessita di cura e di attenzione nei dettagli. Il segreto per un'ottima riuscita del piatto è quello di cucinare ogni singola tipologia di pomodoro in modo diverso.

Spaghetti ai tre pomodori: le caratteristiche delle tre tipologie di pomodoro

Ogni pomodoro ha una sua caratteristica particolare, un proprio sapore che lo contraddistingue e, soprattutto, una modalità di preparazione e cottura diversa.

I pomodorini ciliegino sono una qualità molto utilizzata in cucina per realizzare numerose pietanze come gli intramontabili spaghettoni con la colatura di alici e pomodorini caramellati o i più raffinati tagliolini con nero di seppia con pomodorini e seppioline.
Questa qualità di pomodoro viene impiegata in ricette in cui si richiede una croccantezza del pomodoro ed un sapore più intenso.

I pomodori piccadilly, invece, hanno una buccia molto sottile, pochi semi interni e, dopo la cottura, la buccia si percepisce appena al palato: sono perfetti per realizzare dei sughi eccellenti. 

I pomodori ramati hanno una polpa soda e croccante, sono l'ideale da utilizzare a crudo, infatti vengono spesso impiegati per la realizzazione di bruschette o freselle estive e fantasiose.

Informazioni

Ingredienti

  • Spaghetti 400 gr
  • Pomodorini ciliegino 300 gr
  • Pomodori piccadilly 220 gr
  • Olio extra vergine d'oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Basilico fresco 4 foglie
  • Zucchero 2 cucchiaini
  • Origano 4 rametti
  • Aglio 1 spicchio
  • Scalogno 1
  • Triplo concentrato di pomodoro 1 cucchiaio
  • Pomodori ramati 200 gr

Preparazione

  1. Lava accuratamente i pomodorini ciliegino e asciugali delicatamente con un panno di cotone. Con un coltello dividi ciascuno a metà e schiacciala in modo da eliminare tutti i semini interni.

  2. Rivesti una leccarda con della carta forno e disponi i pomodorini l'uno distante dall'altro con la parte tagliata rivolta verso l'alto.

  3. Trita finemente le foglioline di origano fresco insieme ad uno spicchio d'aglio privato della pellicola esterna: questo trito ti servirà per insaporire i pomodorini ciliegino durante la caramellatura in forno. 

  4. Su ciascuna metà dei pomodorini aggiungi un pizzico di sale, un abbondante pizzico di zucchero e il trito di origano fresco e aglio preparato precedentemente.

  5. Cospargi tutti i pomodorini con abbondante olio extra vergine d'oliva e inforna per circa 20 minuti a 200 gradi. Se desideri che i pomodorini risultino molto abbrustoliti, dopo il passaggio in forno, puoi passarli su una griglia per 5 minuti.

  6. Lava con abbondante acqua corrente i pomodori piccadilly, asciugali delicatamente con un panno di cotone e tagliali a pezzettoni. Sbuccia lo scalogno e tritalo finemente.

  7. In una padella antiaderente aggiungi un cucchiaio di olio extravergine d'oliva, unisci lo scalogno e lascia rosolare a fiamma dolce per circa 10 minuti.

  8. Trascorso il tempo necessario per la rosolatura dello scalogno, tuffa i pomodori piccadilly e mescola il tutto per amalgamare tutti gli ingredienti. 

  9. Riempi una pentola con abbondante acqua corrente, sala e porta ad ebollizione. Quando l'acqua avrà raggiunto la giusta temperatura tuffa gli spaghetti.

  10. Per dare un tocco di  sapore in più al sugo con i pomodori piccadilly, aggiungi un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro diluito precedentemente in una ciotola riempita con un mestolo di acqua di cottura della pasta.

  11. Lava con abbondante acqua corrente i pomodori ramati e asciugali con un panno di cotone. Elimina la pellicina esterna usando un pelapomodori dalle lame zigrinate o scottandoli per qualche minuti in acqua calda.

  12. Taglia i pomodori ramati a metà e con un coltello estrai i semini interni e infine tagliali a cubetti. Tuffa i dadini di pomodori all'interno del sugo in cottura. Aggiungi i pomodorini ciliegino caramellati precedentemente insieme a tutto il sughetto che si sarà formato durante la cottura in forno.

  13. Mescola il tutto con un cucchiaio di legno in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti.

  14. Quando gli spaghetti saranno cotti al punto giusto, scolali ancora al dente, e aggiungili al sugo ai tre pomodori, mescolando il tutto e proseguendo la cottura per circa 2 minuti.

  15. Trascorso il tempo necessario per completare la cottura degli spaghetti insieme al sugo ai tre pomodori, servi nei piatti e guarnisci ogni porzione con una fogliolina di basilico fresco.

  16. Buon appetito!

Se sei amante dei sapori decisi ed intensi, puoi arricchire gli spaghetti ai tre pomodori con delle scaglie di parmigiano reggiano. La ricetta che ti abbiamo presentato è l'ideale da preparare in primavera o in estate, quando si prediligono pietanze fresche, gustose e poco elaborate.

Gli spaghetti ai tre pomodori si abbinano bene a vini bianchi come il Fiano di Avellino e il Coda di Volpe, che si caratterizzano per una leggera profumazione floreale, agrumata e per un sapore fresco e delicatamente persistente.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.