Stai leggendo: Blorange e Grey: tutto sui colori di capelli più trendy del 2017

Prossimo articolo: Unicorn Mania: dai capelli al cibo, la tendenza cult del 2017

Letto: {{progress}}

Blorange e Grey: tutto sui colori di capelli più trendy del 2017

Se lo scorso anno hanno dominato gli hairstyle color Quartz e Serenity, nel 2017 è il turno del Blorange pesca e del Grey, il grigio scintillante.

Un collage tra chioma Blorange e Grey

0 condivisioni 0 commenti

Se il 2016 è stato la rincorsa al bisogno di colori pastello, tranquillità e relax – come aveva deliberato Pantone, scegliendo Quartz e Serenity come tonalità dell’anno – nel 2017 ci si orienta verso sfumature più particolari.

Il colore Pantone dell’anno è il Greenery, un richiamo forte e necessario al recupero dei valori della natura e alla riscoperta del mondo intorno a noi come spunto di rigenerazione.

Le tendenze sul colore e hairstyle del 2017 non si allontanano da questo concetto fondamentale e si declinano su nuance originali e decise, proprio come il legame viscerale che abbiamo nei confronti della terra e della natura stessa.

Ecco perché al fianco del forte e fiero Greenery, i colori di capelli dell’estate 2017 si declinano su tinte non scontate, di tonalità fredde che ricordano elementi naturali.

Capelli pesca: il Blorange

Ragazza con capelli color BlorangeHD

Negli ultimi tempi, nel variegato mondo dell’hairstyle, i castani cioccolato, le canoniche méches e soprattutto gli shatush stanno lasciando il posto a colori sempre più ricercati: nel 2017 il biondo e l’arancione hanno pensato di fondersi nel Blorange, un colore che fa pensare ai boccioli in fiore, alla natura incantata e delicata e alle spiagge illuminate da chiome sfiziose e decise.

Il Blorange – che etimologicamente fonde Blonde + Orange – è il colore dell’anno. Leggero e volubile, caldo e squillante, è ottimista e viscerale.

Ragazza in colore full-orangeHD

L’idea del pesca parte dalla fusione del biondo platino con una sfumatura di pepe rosa e il risultato è uno spettro di arancioni che si spostano dai più sfumati ai più decisi. La particolarità più interessante del Blorange è che riesce a mescolare diverse anime: quella calda e solare e quella più glaciale e rosata.

La grande rivoluzione del Blorange è partita ovviamente da Instagram, come ormai avviene con quasi tutte le tendenze fashion e beauty, non ultima quella delle unghie cromate.

Com’è nato il Blorange?

A proporlo è stata l’hairstylist Alex Brownsell, che segue la trendsetter Georgia May Jagger, considerata la vera precorritrice di questo colore di capelli.

Qualche esperimento prontamente condiviso su Instagram ha fatto subito salire la febbre degli aranciati e diverse it girl si sono precipitate a sperimentare.

Blorange

A post shared by Georgia May Jagger (@georgiamayjagger) on

Da Kylie Jenner - camaleontica trasformista - a Sienna Miller, da Gigi Hadid (che però per la sua prova Blorange si è affidata a una parrucca) a Emma Roberts, le celebrity sono state il primo tassello della diffusione sempre più capillare del color pesca.

Lati positivi e negativi del Blorange: la grande risorsa di questa nuance è che si può sfumare, dosando a piacimento il biondo e il rosso/rosa e generando effetti leggermente pesca o più marcatamente arancio. Si può applicare anche sotto forma di mèches o colpi di sole mantenendo il colore delle proprie radici e dando un risultato più naturale.

grls rm @lilmami_lani 🍧

A post shared by Gigi Hadid (@gigihadid) on

Un altro vantaggio è che è un colore plastico, che si abbina perfettamente a diverse acconciature, dal long bob (grande trend di questa primavera) alle più selvagge beach waves estive.

Gli svantaggi è che si tratta di un colore particolare, che non sta bene a tutte. Se siete abituate al biondo platino, sappiate che sarà meno illuminante, mentre se optate per un passaggio dal nero al pesca, potrebbe essere difficoltoso ottenere esattamente l’effetto che volete.

Il Silver Grey

L’altro colore trendy per questa stagione (in realtà lo vediamo in giro e sulle teste delle celebrity già da diversi mesi) è il grigio granny, detto anche Silver Grey.

Si tratta di un colore impegnativo, più del lezioso color pesca, e chi volesse intraprendere questa strada potrebbe trovarsi con uno shock davanti allo specchio.

Una modella con capelli grigiLivingly
Un trend che non passa inosservato

Eppure, se portato nel modo giusto, il grigio riesce a essere una scelta ricercata, sofisticata e di gran classe.

L’asse su cui si giocano le sfumature del Silver Grey è quello che va dal platino Barbie al grigio antracite: in mezzo c’è una linea dove si collocano infinite nuance e, proprio per questo, la chiave di successo del Silver Grey è proprio l’abilità del contrasto e della sfumatura.

Se si vuole sdrammatizzare la scelta è meglio optare per colpi di sole grigi su una base castana o scura, oppure – perfetto per le bionde – unire questa tinta alle sfumature lavanda e lilla, conquistando una chioma vagamente da minipony ma meno vincolante del classicissimo grigio ferro da nonna.

Ragazza con capelli color Silver GreyHD

Le modelle hanno sfoggiato questo colore in passerella e molte celebrity si sono avvicinate all’argento interpretandolo con disinvoltura e leggerezza.

La prima, una delle più grandi cool-hunter di questi tempi, è stata Rihanna che è apparsa a proprio agio con una chioma silver.

Rihanna con chioma grigiaInstagram @rihanna
Rihanna e i suoi esperimenti

Ma anche Dasha Polanco ha voluto fare l’esperimento: la star di Orange is the New Black ha smorzato l’effetto con delle sfumature rosate sulle punte.

All’appello non poteva mancare neanche Cara Delevingne: la modella, che ora è audacemente e completamente rasata, ha sfoggiato il Grey come declinazione della propria personalità fuori dagli schemi e del proprio fascino lunare, quasi da extraterrestre (ve la ricordate al MET Gala di due settimane fa?).

Cara Delevingne e i capelli grigiSan Diego Hairstylist - Meschelle Eagerton
Cara Delevingne e la prova Silver Grey

Ellie Goulding ha preferito interpretarlo come leggera variazione sul tema platino mentre Pink l’ha abbinato al pixie cut, risaltando come un vero e proprio puntino grigio. Kylie Jenner invece ha seguito i consigli del parrucchiere e l’ha provato nella versione più sfumata, mescolando le proprie radici nerissime con ciocche grigio chiaro.

a little grey never hurt nobody

A post shared by Kylie (@kyliejenner) on

Cosa ne pensate di questi due colori? Avete voglia di sperimentarne uno o addirittura entrambi?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.