Stai leggendo: Grey's Anatomy 13: la recensione dell'episodio 20 "Nell'aria stanotte"

Prossimo articolo: Grey’s Anatomy: le proposte di matrimonio che superano Fedez + Ferragni

Letto: {{progress}}

Grey's Anatomy 13: la recensione dell'episodio 20 "Nell'aria stanotte"

FINALMENTE! F I N A L M E N T E! Che suonino le campane! Che inizino i festeggiamenti! A Grey's Anatomy la passione ha il sopravvento sulla ragione e Meredith e Nathan si divertono!

476 condivisioni 1 commento

Vado a sgranchirmi le gambe.

Comincia così uno di quei momenti sexy e appassionati che solo Grey’s Anatomy può garantirci, ancora oggi, dopo 13 stagioni di sesso sconvolgente nei tempi e nei luoghi più disparati. Questa volta è toccato al bagno di quell’aereo in cui si sono ritrovati per puro caso Meredith Grey e Nathan Riggs. La testardaggine di Nathan ha la meglio. Invece di mandare a quel paese Meredith secoli di puntate fa (e milioni di pippe mentali fa) lui insiste e insiste e insiste. La domanda è una sola:

Perché dobbiamo ignorarlo?

È quello che ci chiediamo tutti. Perché dobbiamo ignorare che ci sia un sentimento? Davvero solo per Maggie? Ma veramente? Manco fossimo alle scuole medie (e Grey’s Anatomy un po’ la ricorda la pre-adolescenza)! E visto che Meredith lo sa bene che è una stupidaggine ignorarlo, tenta con i giochetti (sempre molto scuole medie style):

Qualunque cosa non è mai accaduta, chiaro?

Certo Meredith, è chiarissimo! Figuriamoci se possiamo fare i salti mortali in un bagno di un aereo e poi non ignorarlo. In fondo non vedi come siamo tutti bravissimi a far finta che non vi siate divertiti per 4 volte nella tua auto nel parcheggio dell’ospedale?

Meredith e Nathan nel bagno dell'aereoHD
Finalmente un po' di passione!

A Grey’s Anatomy gli aerei portano sempre trame folli

Dopo il momento di grande gioia nel bagno, ecco che accade di tutto. Già abbiamo alzato gli occhi al cielo quando abbiamo visto che questo episodio 20 diretto da Chandra Wilson (Miranda Bailey) era girato in un aereo. Poi gli occhi ci si sono ribaltati quando Meredith ha cominciato a parlare di turbolenze. Quando sono cominciati gli sballottamenti veri, con i flashback alla puntata che trasformò Grey’s Anatomy in LOST (in cui persero la vita Lexie Grey, poi Mark Sloan, Arizona ci rimise una gamba e Derek quasi una mano) ecco lì abbiamo rischiato una crisi di panico. Ancora??? Davvero dobbiamo ripassare attraverso un incidente aereo? Non è un po’ TOO MUCH?

E niente, ci ritroviamo a operare il cervello di un uomo con una cannuccia mentre l’aereo sembra più un tagadà. Sembrano un po’ i tempi di E.R. Medici in Prima Linea quando Douglas Ross (ve lo ricordate George Clooney con il camice da dottore?) si metteva a fare tracheotomie con una penna Bic in mezzo a un fiume in piena.

Grey’s Anatomy ci riconcilia con il mondo

Per una volta tutto è bene quel che finisce bene. Non ci sono morti, non ci sono nemmeno feriti così gravi. Meredith quasi stava per buttare fuori dall’aereo la pilota e mettersi al posto di comando, ma non è stato necessario. E poi? E poi Meredith dice “no grazie” al dentista mentre Nathan lo dice all’hostess. E si ritrovano di nuovo lì a dirsi “e ora che si fa?”. Dopo un episodio in cui tutto è stato esagerato, iperbolico, assurdo, arriva un finale di quelli che ti lasciano a bocca aperta per la loro perfezione.

Si intersecano due discorsi stupendi, pieni di significato. Da un lato c’è il modo in cui Nathan cerca di convincere Meredith a non avere paura.

Sei appena intervenuta su un’emorragia cerebrale con una cannuccia da cocktail sei impavida su tante cose, perché hai ancora paura? […] Tu hai paura… di lui. Di lasciarlo andare. A un certo punto devi superarlo. […] Non voglio parlare di nulla, io voglio solo voltare pagina. Voglio vivere la mia vita perché io sono ancora qui. Ho ancora una vita e anche tu. […] Io sto bene. E anche tu.

E dall’altra c’è il tradizionale monologo di Meredith.

Una delle cose più imprevedibili delle turbolenze è quello che succede dopo. Tutto è scombussolato, danneggiato, sottosopra. Allora se hai una chance di evitare l’aereo che precipita, la cogli al volo? Vai sul sicuro? Oppure sali a bordo e corri il rischio?

Tutto questo si unisce ai flashback dei più bei momenti di Meredith e Derek, quelli che hanno davvero lasciato il segno a Grey’s Anatomy. Quelli che probabilmente Meredith sta rivivendo nella sua testa prima di abbassare la guardia e dire ok ad andare in hotel insieme! FINALMENTE! F I N A L M E N T E!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.