Stai leggendo: Estate 2017: 10 libri da mettere in valigia

Prossimo articolo: 10 cose che forse non sapevi su Dirty Dancing

Letto: {{progress}}

Estate 2017: 10 libri da mettere in valigia

Dalle Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli all’opera postuma di Tolkien, Beren e Lúthien, i 10 libri per le donne da leggere sotto l’ombrellone durante l’estate 2017.

Le copertine di  Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli, I love Tokyo e Tre Volte Te

0 condivisioni 0 commenti

Il sole sempre più caldo, le tiepide serate e la voglia improvvisa di aperitivi al profumo di salsedine annunciano che l’estate è ormai alle porte.

È tempo, quindi, di cominciare a tirare giù le nostre valigie, che sia per il viaggio che da mesi abbiamo organizzato o per uno sporadico weekend di fuga dalla quotidianità delle roventi e sempre più vuote città. È il momento di pensare a cosa portare con noi nei giorni di libertà che siamo riuscite a ritagliarci.

Una scena del Classico Disney La Bella e La BestiaDisney

Tra bikini, monokini, parei floreali, creme solari, occhiali da sole e vestiti colorati atti ad esaltare la nostra pelle finalmente ambrata, nel nostro bagaglio di certo non possono mancare quelli che sono i migliori compagni di ogni vacanza, breve o lunga che sia: i libri.

Nei mesi che hanno preceduto “la bella stagione” sono uscite davvero molte opere narrative degne di nota. Ecco le 10 che vi consigliamo di mettere in valigia, a seconda dei vostri gusti:

1) Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli

La Copertina di Storie della Buonanotte per Bambine RibelliMondadori

Dopo che per generazioni le protagoniste delle storie della “buonanotte” sono state Principesse il più delle volte alla ricerca di un Principe Azzurro che le salvasse dal loro sfortunato destino, finalmente è possibile leggere - e leggere ai nostri figli - biografie “da favola” di donne che davvero hanno fatto la differenza nel mondo (reale) delle arti, della scienza e dello sport senza l’aiuto di nessun cavaliere.

In Storie della Buonanotte per Bambine Ribelli, Elena Cavallo e Francesca Favilli hanno raccolto e riscritto “a prova di bambino” 100 avvincenti biografie di donne famose per la loro forza e per le loro capacità: da Serena Williams a Malala Yousafzai, da Rita Levi Montalcini a Frida Kahlo, da Margherita Hack a Michelle Obama.

Per mamme e figlie.

2) I Love Tokyo

La copertina di I Love TokyioVallardi

La Pina, nota deejay radiofonica, ha deciso di dedicare un intero libro a quello che è - dopo il marito - la sua più grande passione: Tokyo.

Il risultato è una sorta di meta-guida turistica, divertente, colorata e adatta a chi ha il sogno nel cassetto di andare in Giappone, a chi vuole saperne di più e anche a chi già ci è stato.

Una vera e propria lettera d’amore alla capitale del Sol Levante e alla sua cultura.

Per le viaggiatrici.

3) Tre Volte Te

La copertina di Tre Volte TeNord

Chi è stato adolescente nei primi anni 2000 sicuramente si ricorderà di Babi e Step i protagonisti di Tre Metri Sopra il Cielo, romanzo scritto da Federico Moccia che è stato un fenomeno letterario in Italia e in Europa, tanto da essere oggetto di una trasposizione cinematografica e di un sequel, Ho Voglia di Te, anch’esso poi diventano film.

A 13 anni dall’uscita nelle librerie del primo atto della storia d’amore tra l’altolocata Babi e il teppista Stefano, è arrivato in libreria Tre Volte Te, nuovo capitolo delle avventure dei due ex innamorati che dopo anni si rincontreranno proprio nel momento in cui Step è a un passo dal matrimonio con la sua Gin.

Per (ex) adolescenti ancora romantiche.

4) Enciclopedia della Donna - Aggiornamento

La copertina di Enciclopedia della Donna. Aggiornamento.Einaudi

Tra il 1962 e il 1966 i Fratelli Fabbri pubblicarono un’opera a fascicoli intitolata La Grande Enciclopedia della Donna, un vero e proprio vademecum per il gentil sesso che dispensava consigli su come comportarsi per essere buone fidanzate, mogli e madri, con perle di misoginia del calibro di

Se la donna al volante è spesso maldestra, ha però una scusante: essa guida in condizioni psicologiche di inferiorità.

Tale prontuario, però, nelle sue 3200 pagine di suggerimenti non ha mai parlato della sfera sessuale dell’altra metà del cielo e, a oltre 50 anni dalla prima edizione, ci ha pensato la scrittrice Valeria Parrella a creare una versione decisamente più moderna del vademecum dei Fratelli Fabbri.

Con Enciclopedia della donna - Aggiornamento la Parrella, attraverso i pensieri di Amanda, una stimata docente di Architettura di 53 anni, si prende la briga di palesare i desideri più nascosti delle donne con grande ironia e, soprattutto, con immensa sincerità.

Gli uomini non pensano davvero che le donne vogliono scopare, cioè che lo vogliono in assoluto, e non solo in quel momento e proprio perché ci sono loro.

Per le donne che amano le donne.

5) Qualcosa

La copertina di QualcosaLonganesi

L’amatissima scrittrice Chiara Gamberale è tornata in questo 2017 nelle librerie con Qualcosa, una favola moderna il cui stile ricorda le immaginifiche storie di autori quali Italo Calvino e Gianni Rodari, grazie anche ai disegni di Tuono Pettinato che accompagnano le sue parole.

Attraverso la sua Principessa Qualcosa di Troppo, la Gamberale riflette - e ci porta a riflettere - sul senso del dolore, della vita e dell’amore, prendendo in giro con eleganza e fantasia la paura della solitudine propria di ogni essere umano.

Per le Principesse moderne.

6) La più amata

La copertina di La PIù AmataMondadori

Nella sua opera più raffinata, candidata non a caso a vincere il Premio Strega 2017, Teresa Ciabatti si cimenta nel difficile genere dell’autofiction e cerca di esplorare il passato della sua famiglia ma soprattutto del suo importante padre, il Professore Lorenzo Ciabatti, di cui per anni è stata innamoratissima. Un flusso di coscienza che diventa romanzo attraverso una scrittura nervosa e pungente.

La Ciabatti in La Più Amata tenta in ogni modo di trovare la strada per spiegare (a se stessa prima e al lettore poi) chi è e da dove viene, ma al contempo narra - attraverso gli occhi di Teresa bambina - uno spezzone importante della storia della massoneria italiana degli anni ’80.

Io sono la regina, mi rimiro nello specchio. Mi chiamo Teresa Ciabatti, ho quarantaquattro anni, e a ventisei dalla sua morte decido di scoprire chi fosse davvero mio padre. Diventa la mia ossessione. Non ci dormo la notte, allontano amici e parenti, mi occupo solo di questo: indagare, ricordare, collegare. A quarantaquattro anni do la colpa a mio padre per quello che sono. Anaffettiva, discontinua, egoista, diffidente, ossessionata dal passato. Litio ed Efexor prima, Prozac e Rivotril poi, colpa tua, solo colpa tua, papà.

Per le figlie arrabbiate.

7) Un Insano Amore

La copertina di Un Insano AmoreGuanda

Lucìa Extebarrìa è una delle autrici spagnole più amate dalle lettrici di tutto il mondo da quando, nel 1997, con Amore, Prozac e altre Curiosità, è riuscita a immortalare in un romanzo le diverse sfaccettature della donna contemporanea.

In Un Insano Amore, l’Extebarrìa gioca con il presente e il passato di tre personaggi che si (ri)uniranno nel momento in cui Alexia ingaggerà David - ex attore disoccupato - per allietare i giorni della sua malata cugina Elena, con la quale l’uomo ha già vissuto in passato un’importante storia d’amore.

Per le nostalgiche.

8) Io sono Dot

La copertina di Io Sono DotEinaudi

Che si cimenti nella fantascienza come nel ciclo di Ned la Foca, nell’horror sci-fi della trilogia Drive In o nel noir come nella serie dedicata ad Hap & Leonard, la scrittura dello statunitense Joe R. Lansdale rimane sempre impeccabile, come lo è anche la sua ultima opera: Io Sono Dot.

In questo nuovo romanzo, decisamente diverso dagli altri, Lansdale ci fa conoscere la sfortunata e sagace Dorothy Shermann che, abbandonata dal padre, è costretta a tenere in piedi - anche economicamente - la sua famiglia formata da una madre in attesa perenne del ritorno del marito, un fratellino discolo, una sorella vittima della violenza del compagno e una nonna che vive di ricordi.

Le sue giornate, Dot, le trascorre al bar dove corre sui suoi pattini da un cliente e l’altro fino a quando il suo destino, apparentemente segnato, cambia nel momento in cui nella sua roulotte la 17enne dovrà ospitare anche Elbert, un uomo che si presenta come suo zio e con il quale si instaurerà un rapporto speciale dai risvolti sorprendenti.

Vi dirò la pura verità, dal principio alla fine. Vi dirò che i miei amici mi chiamano Dot, e che preferisco che i miei nemici non mi chiamino affatto. Si tratta di una grande avventura? Be', nessuno andrà sulla luna o scalerà una montagna altissima. Ma per me è un'avventura. È la mia vita quotidiana.

Per chi crede in una seconda possibilità.

9) Sky Doll

La copertina di Sky Doll. La Città GiallaBao

I quattro volumi di Sky Doll, la serie di fumetti fantascientifica realizzata da Alessandro Barbucci e Barbara Canepa, sono stati ripubblicati dalla Bao Publishing nel loro formato originale.

La protagonista di questa epopea “on the road” che ha fatto la storia del fumetto italiano contemporaneo è la Sky Doll Noa, una bambola meccanica antropomorfa creata appositamente per permettere alle persone di sfogare i propri istinti sessuali senza commettere peccato.

La vicenda si svolge su Papathea, pianeta dove il potere è detenuto da un sistema religioso che ha al suo vertice la Papessa Lodovica, sovrana assoluta dopo la misteriosa morte di sua sorella Agape, i cui sostenitori sono ora considerati eretici.

Per le appassionate di sci-fi.

10) Beren e Lúthien

Il disegno che sarà sulla copertina della versione italiana di Berèn e LuthìenBompiani

È dal primo giugno disponibile nelle librerie una nuova opera postuma di J.R.R. Tolkien - curata dallo stesso figlio dello scrittore, Christopher, e illustrata come di consueto da Alan Lee - Beren e Lùthien.

La storia tra l’umano e l’elfa, la cui relazione viene ostacolata dal padre di lei, è stata ispirata all’autore britannico da sua moglie Edith che un giorno, in un bosco dello Yorkshire, si mise a ballare e diede inconsapevolmente vita nella mente di suo marito alla bellissima e immortale Lùthien.

Tolkien era talmente legato alle vicende dei suoi Beren e Lúthien - già protagonisti del Silmarillion e di una canzone presente ne Il Signore degli Anelli - da volere incisi i nomi dei due innamorati sulla sua tomba e su quella della moglie Edith Bratt.

Per le tolkeniane.

Quali tra questi libri vi incuriosisce di più, quale sarà il romanzo che vi terrà compagnia quest'estate? Fatecelo sapere nei commenti!

Alexis Bledel in una scena di Gilmore GirlsSeventeen

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.