Stai leggendo: Il successo è femmina: 5 (auto)biografie di donne che ce l’hanno fatta

Prossimo articolo: Star in bikini: la prova costume delle celebrities

Letto: {{progress}}

Il successo è femmina: 5 (auto)biografie di donne che ce l’hanno fatta

Dalla sceneggiatrice Diablo Cody all’attrice Lauren Graham, passando per la produttrice Shonda Rhimes, 5 libri autobiografici che svelano i retroscena del successo e raccontano le memorie di altrettante "ragazzacce" perbene.

Le copertine delle autobiografie di Lena Dunham, Shonda Rhimes e Lauren Graham

0 condivisioni 0 commenti

Diablo Cody, Sophia Amoruso, Lena Dunham, Shonda Rhimes e Lauren Graham: cinque donne i cui nomi oramai sono conosciuti in tutto il mondo e la cui tenacia è d’ispirazione per tutte coloro che sognano una vita di successo.

Ma cosa si nasconde dietro la loro ascesa? Quali sono state le tappe fondamentali della loro carriera e, soprattutto, chi erano prima di diventare icone della moda, del cinema e della serialità?

A raccontarcelo sono state proprio loro, attraverso 5 autobiografie in cui queste “ragazzacce perbene” hanno aperto i cassetti della memoria per condividere il proprio vissuto con tutti coloro che sono disposti ad ascoltarle.

Candy Girl

Diablo Cody alla prima di One MississipiHD

Prima di diventare una corteggiata sceneggiatrice di Hollywood e di vincere nel 2008 il Premio Oscar per lo script di Juno, Diablo Cody (il cui vero nome è Brook Busey) è stata una spogliarellista. Ed è proprio questa carriera, intrapresa quasi per caso, che le ha permesso di reinventarsi scrittrice, grazie al blog The Pussy Ranch nel quale la Busey ha raccontato per anni ciò che le accadeva nei “peggiori locali di Minneapolis” dove si esibiva. 

Tutti gli aneddoti del suo periodo da stripper, Diablo Cody li ha riuniti nella sua prima opera letteraria, Candy Girl.

Il libro di Diablo Cody, Candy GirlSperling & Kupfer

Da una vita “normale”, con tanto di fidanzato perfetto e posto fisso in un’agenzia pubblicitaria, alla formativa esperienza come ballerina nei locali a luci rosse, Diablo Cody nella sua autobiografia narra della personale lotta contro “l’ordinarietà” che ha vinto diventando una delle penne femminili più influenti del cinema e della TV.

Lezione numero uno: persino una cicciona appena uscita dalla sala parto può essere attraente se calza le scarpe giuste.

#Girlboss

Sophia Amoruso sul red carpet di GirlbossHD

Fondatrice di Nasty Gal, il multimilionario shop online, Sophia Amoruso nel 2015 ha deciso di scrivere la sua storia in un libro che è un ibrido tra un’autobiografia e un manuale per avere successo, su internet e nella vita.

#Girlboss, il libro di Sophia AmorusoSonzogno

In #Girlboss - di recente diventato una serie TV targata Netflix - la Amoruso si racconta a cuore aperto, senza tralasciare nulla del suo percorso che, da ventenne sbandata ma intraprendente, l'ha trasformata in regina incontrastata di un impero della moda da 100 milioni di dollari.

Vuoi essere una #GirlBoss? Per cominciare, ti dico due cose. Primo: grandioso! Hai appena fatto il primo passo verso una vita fantastica per il solo fatto di volerne una. Secondo: questo sarà l’unico passo facile.

Non sono quel Tipo di Ragazza

Lena Dunham sul red carpet del Met Gala 2017HD

Grazie al successo della serie HBO Girls, conclusasi con la sesta stagione ad aprile scorso, Lena Dunham è considerata la sceneggiatrice e autrice televisiva under 30 più autorevole degli ultimi anni.

Nel suo libro, Non Sono quel Tipo di Ragazza, la Dunham consegna al pubblico una sorta di personalissimo diario segreto, cinico e sincero, dove l'atto-scrittrice analizza ogni sfaccettatura e tappa del difficile percorso verso l'età adulta.

L'autobiografia di Lena Dunham non sono quel tipo di ragazzaSperling & Kupfer

Con la sua opera, scritta con un’onestà tanto brutale quanto studiata, Lena riesce a creare una forte empatia con la generazione di cui è portavoce, diventando per le lettrici quello che il suo personaggio in Girls, Hannah, è stato per le spettatrici: una figura (im)perfetta nella quale potersi rispecchiare.

Stavo diventando proprio il genere di adulto che i miei temevano di produrre.

L’Anno del Sì

Shonda Rhimes sul red carpet dell'ESSENCE Black Woman in Hollywood 2017HD

Con L’Anno del Sì Shonda Rhimes, la regina di Shondaland, ha deciso di aprire le porte del suo privato al pubblico raccontando, a partire da un ammonimento di sua sorella Delorse, un periodo limitato di tempo della sua esistenza: quello nel quale ha deciso di rispondere sì ad ogni richiesta che le veniva fatta.

Il primo libro di Shonda Rhimes, L'Anno del SìBUR

Scritto come un’autobiografia, la prima opera letteraria di Shonda Rhimes in realtà vuole essere anche un libro motivazionale in cui la produttrice spiega in che modo è riuscita a volersi più bene e a superare le sue remore.

Uno sguardo nella quotidianità “ordinaria” di una donna straordinaria che, tra le altre cose, ci fa capire quanto ci sia di lei in ogni personaggio femminile che ha dipinto per il piccolo schermo e ci svela tanti interessanti retroscena delle sue amatissime serie TV.

Di sicuro, non mi si può portare in uno studio televisivo e poi riprendermi in diretta di fronte a milioni di spettatori. Perché se deve capitare a qualcuno di sparare fuori una caccola dal naso, quel qualcuno sono io.

Parlare a Raffica

Lauren Graham sul red carpet di Middle SchoolHD

Parlare a Raffica non poteva che essere il titolo giusto per l’autobiografia di Lauren Graham, attrice e produttrice che deve il suo grande successo principalmente al ruolo di Lorelai Gilmore, la logorroica “Mamma per Amica” protagonista, insieme alla figlia Rory (Alexis Bledel), dell’omonima serie cult degli anni 2000.

Nel suo lungo excursus sulla sua vita, la Graham racconta dei suoi esordi in teatro e a Hollywood (dove anche il suo sedere ha dovuto fare un provino), della sua famiglia, del rapporto con il padre e di come è nata la sua storia d'amore con Peter Krause ma anche - e soprattutto - di Gilmore Girls. 

Parlare a Raffica di Lauren GrahamSperling & Kupfer

Nelle pagine di questo libro frenetico, che davvero sembra scritto dalla frizzante Lorelai, ripercorriamo insieme a Lauren - stagione per stagione - i retroscena della serie e siamo partecipi anche dei pensieri, delle emozioni e dello stupore che la Graham ha provato durante le riprese dell’attesissimo revival dello show, Una Mamma per Amica: Di Nuovo Insieme.

Ma ci tengo a spiegarvi come è stato vestire i panni di Lorelai per tanto tempo, quindi ripasserò in sequenza tutti gli episodi per vedere se riesco a tirar fuori qualche dettaglio saliente e per farvi un quadro il più accurato possibile.

Quale tra queste autobiografie siete curiosi di leggere? Fatecelo sapere nei commenti!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.