Stai leggendo: Shonda Rhimes: 'Donald Trump non influenzerà Scandal 6'

Prossimo articolo: Bellamy Young: chi ha bisogno degli uomini in Scandal?

Letto: {{progress}}

Shonda Rhimes: 'Donald Trump non influenzerà Scandal 6'

Shonda Rhimes non si lascerà influenzare dalla presidenza di Donald Trump per sviluppare la nuova stagione della serie con protagonista Olivia Pope: ecco la sua posizione in merito.

Shonda Rhimes e Kerry Washington sorridenti ai GLAAD Media Awards 2015

228 condivisioni 0 commenti

Donald Trump si starà anche insediando alla Casa Bianca, ma questo non avrà alcuna conseguenza sulla vita di Olivia Pope in Scandal.

Ad affermarlo è stata Shonda Rhimes durante gli incontri del tour invernale della TCA (Television Critics Association). La creatrice della serie ha categoricamente smentito le voci di corridoio che volevano un parallelismo tra i risultati delle recenti elezioni presidenziali e quanto avverrà nei nuovi episodi.

Se avesse voluto commentare l'attuale quadro socio-politico, ha dichiarato la Rhimes, avrebbe atteso i risultati dello scontro tra Trump e la Clinton prima di iniziare a produrre la sesta stagione. Anche se "L'equilibrio del potere sta per cambiare", Scandal non farà riferimenti diretti alla nuova amministrazione statunitense:

Questa stagione sarà un'occasione per riflettere. [Ma] non necessariamente sulle follie che stanno succedendo [negli Stati Uniti].

Ma, nella cosiddetta "Era di Trump" cambierà qualcosa nell'atteggiamento della Rhimes?

I giornalisti presenti all'incontro sembravano molto curiosi di sapere se le politiche del Presidente eletto avessero rinvigorito il suo impegno nel "celebrare la diversità", da molti considerata sotto attacco negli Stati Uniti. Shonda, per una volta, ha mostrato un po' di esitazione: secondo lei, la domanda implicava che avesse un piano o dovesse fare uno sforzo per "agire come un normale essere umano" dovrebbe fare.

Il cast di Scandal sul palco del TCA Winter Press Tour 2017 e Shonda RhimesHD©Getty Images
Il cast di Scandal e Shonda Rhimes (in collegamento video) al TCA Winter Press Tour 2017

Durante il suo intervento Shonda Rhimes, aperta supporter di Hillary Clinton, ha fatto intendere la sua riluttanza nell'inserirsi nel dibattito riguardo la legittimità delle critiche rivolte a Trump da parte degli esponenti del mondo dello spettacolo. In particolare, ha ammesso di non aver riflesso molto sulle possibili conseguenze negative che interventi come quello di Meryl Streep possono avere.

Dopo il suo discorso ai Golden Globes 2017, infatti, l'attrice era stata criticata da chi vedeva in esso un'arma a doppio taglio, che sarebbe solo servita a rendere Trump più forte agli occhi dei suoi sostenitori (e non solo). La discussione si era poi allargata, suscitando l'inevitabile risposta di Trump su Twitter e l'intervento di altre celebrity.

La posizione del cast di Scandal

Dal canto suo, il cast di Scandal non ha mai esitato nel manifestare la propria opinione sul piano politico e non solo.

Lo scorso novembre, l'attrice Kerry Washington aveva risposto a chi invocava l'aiuto di Olivia Pope contro Trump con un messaggio che ricordava che il suo personaggio non è reale: solo noi possiamo amarci e prenderci cura di noi stessi.

Il cast di Scandal sul palco del TCA Winter Press Tour 2017HD©Getty Images
Il cast di Scandal - TCA Winter Press Tour 2017

Josh Malina (David Rosen) ha invece dichiarato che, secondo lui, Scandal non avrà alcun problema a proseguire dritta per la sua strada durante l'amministrazione Trump. Un'altra serie dal background politico che l'ha visto protagonista, The West Wing, era infatti riuscita a prosperare in climi politici molto diversi, dall'era di Bill Clinton a quella di George W. Bush.

Malina, inoltre, crede che i suoi commenti aperti sui social media non rappresentino un problema per la serie... anche se in futuro le sue opinioni potrebbero rendere difficile un'eventuale collaborazione con Tom Hiddleston. Lui, infatti, era tra coloro che non hanno preso bene il discorso del protagonista di The Night Manager ai Golden Globe. "Grazie a Tom Hiddleston e a tutti gli attori che osano recitare in progetti che vengono mostrati nelle parti più pericolose del mondo", aveva sarcasticamente commentato su Twitter.

La nuova stagione di Scandal arriverà sull'emittente statunitense ABC il 26 gennaio, dopo un piccolo ritardo causato da - indovinate? - uno speciale dedicato a Donald Trump.

Durante l'evento TCA, la Rhimes non ha commentato questo cambiamento di palinsesto, ricordando che lei non ha niente a che fare con questo tipo di decisioni. "Non commenterò una discussione che ho avuto col mio capo", ha aggiunto. "Il mio lavoro mi piace!"

Via Deadline

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.