Stai leggendo: Grey’s Anatomy 13: la recensione dell’episodio 9, Non hai fatto niente

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 13: la recensione dell’episodio 9, Non hai fatto niente

Grey's Anatomy va in pausa con un cliffhanger super emozionante completamente dedicato a Alex Karev che si trova in bilico su una decisione impossibile da prendere.

806 condivisioni 1 commento

Siamo, ahinoi, giunti al secondo peggior momento dell’anno televisivo di FoxLife: quello in cui Grey’s Anatomy va in pausa. (Il primo peggior momento è, ovviamente, quando Grey’s finisce!)

Come al solito siamo costretti a farci tutta la pausa con l’ansia (nulla di nuovo se c’è di mezzo Shonda). Il finale è uno di quelli che fanno riflettere e che aprono un bivio su cui si può discutere all’infinito: cosa deve fare Karev?

Salvaguardare la Wilson? Restare vicino a Meredith? Cosa è davvero meglio per lui?

Ma la cosa che più di ogni altra fa riflettere è il meraviglioso messaggio che gli lascia Meredith. Una specie di lettera a cuore aperto in cui Meredith fa cadere ogni velo e dice finalmente tutto quello che fino ad ora si è tenuta dentro.

Puoi fare meglio di così. Tu sei più forte. Perché siamo solo noi due ora. Eravamo in 5 e siamo solo tu e io ora. E io non posso restare sola. Non posso. Io morirei per battermi per te, Alex e sai che lo farei. Ma tu non puoi arrenderti. Non puoi gettare la spugna. Perciò, qualunque sia la ragione per cui vuoi farlo, ti prego, non farlo.

Si tratta di un lungo atto di amore nei confronti della sua nuova persona. È uno strettissimo legame che si è creato piano piano nel tempo e che è diventato così forte da essere essenziale per lei.

Eravamo in 5 e ora siamo solo tu e io ora.

La mente corre subito ai tempi in cui Meredith, Cristina, Alex, Izzie e George erano un team perfetto, ognuno con il suo preciso ruolo in quel gruppo di amici che era diventato più una vera e propria famiglia. C’è chi è morto, chi è sparito, chi è partito. E poi ci sono Meredith e Alex. Alex e Meredith.

Cosa deve fare Alex? Cosa farà secondo voi?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.