Stai leggendo: Grey’s Anatomy 13: la recensione dell’episodio 6, “Ruggire”

Prossimo articolo: Grey’s Anatomy 13: guarda in anteprima l'inizio dell’episodio 6

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 13: la recensione dell’episodio 6, “Ruggire”

Alex Karev è sempre più dolce e sempre più adorabile: chi non vorrebbe fare i waffle la domenica mattina insieme a lui e a tutta la famiglia di Grey's Anatomy?

Meredith Grey e Alex Karev nell'episodio 6

763 condivisioni 0 commenti

#MalateDiGreys, questo è l’ennesimo episodio di Grey's Anatomy in cui il nostro cuore scoppia per Alex Karev: per la sua dolcezza, la sua sensibilità, il suo grande cuore. Era uno degli arrogantelli con cui era più difficile avere a che fare, eppure adesso è uno dei più adorabili. La cosa incredibile del modo di scrivere di Shonda Rhimes è che lei riesca a farci credere tutto questo proprio nelle puntate in cui Karev sta cercando di capie come e quanto pagherà cara la sua impulsività e la sua incapacità di tenere a freno gli istinti più violenti.

La realtà dei fatti è che nelle puntate in cui il pubblico dovrebbe essere, in teoria, più severo nei confronti di Alex, è invece più indulgente.

La scena finale in cui Alex esprime a Meredith il suo più grande desiderio è davvero ricca di forza emotiva.

Ogni domenica voglio fare i waffle. Come una famiglia, tutti insieme. Voglio farlo finché possiamo prima che, insomma, io vada via. È importante per me.

Lo fa per se stesso o lo fa più per Meredith? Alex ha bisogno di Meredith, ma sa anche di quanto Meredith abbia bisogno di appoggiarsi a qualcuno per non barcollare. Come è giusto che sia. E quindi lui sta addirittura guardando oltre ogni possibilità e sta cercando di mettere Meredith nella condizione di farcela.

Hai bisogno delle tue sorelle. Io prima o poi me ne andrò e tu ne avrai bisogno.

Bello anche che, un po’ per caso ma forse nemmeno tanto, Amelia scelga Alex per sfogarsi e per confessare di essersi sentita sollevata quando ha capito di non essere incinta di Owen. Ed ecco allora spiegato perché Alex spinga così tanto Meredith a creare un rapporto con Amelia: l’una ha bisogno dell’altra, nonostante l’orgoglio, nonostante il finto distacco.

Questa puntata lascia poi intravedere anche fulmini e tempeste all’orizzonte. Catherine Avery, come sempre, non guarda in faccia a niente quando si tratta del SUO ospedale. Chissenefrega se significa calpestare Richard Webber, l’uomo che la ama più di ogni altro il mondo. Tutto sta nel capire se la Bailey darà precedenza a cuore o, anche lei, alla ragione.

Ultimo punto da sottolineare: l’incredibile ritorno di Leah Murphy. Eccola lì che, come se nulla fosse, ce la ritroviamo tra i corridoi del Grey Sloan Memorial Hospital. “Come se nulla fosse” è un modo di dire, ovviamente. Arizona Robbins è decisamente in imbarazzo visti i loro trascorsi. Karev, invece, sembra piuttosto tranquillo: in fondo, lui ora ha ben altro a cui pensare. Tipo i waffle, per esempio.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.