Stai leggendo: Grey’s Anatomy, stagione 13: il nostro commento all’episodio 2

Prossimo articolo: Grey’s Anatomy, stagione 13: in anteprima, l’inizio dell’episodio 2

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy, stagione 13: il nostro commento all’episodio 2

Le vicende giudiziarie di Alex, la proposta di Jackson a April, il bel friendzoned che si becca Maggie... sono tante le cose che accadono in questo episodio 2.

495 condivisioni 0 commenti

L’episodio 2 di Grey’s Anatomy 13 (titolo originale: Catastrophe and the Cure), diretto da Kevin McKidd, vede la vicenda giudiziaria di Alex Karev in primo piano, ma non dimentica di punzecchiare tutti gli altri personaggi per cominciare a dare il via alle diverse storyline che saranno protagoniste di questa stagione.

Alex Karev, ormai lo abbiamo capito dall’episodio precedente (leggi qui il nostro commento), ha fatto quello che potrebbe tranquillamente rivelarsi come il più grande errore della sua vita. Uno scatto di folle ira gli ha fatto perdere Jo Wilson (e qualcuno potrebbe anche dire “per fortuna!”), ma soprattutto potrebbe mettere a repentaglio la sua intera carriera. L’accusa (penale) per crimine di aggressione di secondo grado è molto più di ciò che si aspettavano lui e Meredith e sarà un bello scoglio da affrontare. Ripartirà dalla clinica della Bailey (quella intitolata a Denny Duquette) e ci auguriamo che questa possa essere solo una piccola battuta d’arresto.

Tutti quelli con cui sono cresciuto sono dove li ho lasciati, o morti o in prigione. Pensavo di essere diverso perché mi sono laureato in medicina. La puzza di spazzatura non va via facilmente.

Vogliamo seguire l’ottimismo di Meredith e dire anche noi ad Alex:

Tu non andrai in prigione.

Rivediamo poi anche un barlume dei Japril: un razionale e amorevole Jackson fa una proposta assolutamente lineare e logica a una April orgogliosa e vogliosa di dichiarare ai quattro venti la propria indipendenza. Ma forse il fatto di essere madre e di sapere di dover cominciare a pensare anche e soprattutto per un cucciolino di essere umano indifeso la porterà a riflettere sulla proposta di Jackson. Speriamo. E speriamo che, una volta che April e Jackson saranno sotto lo stesso tetto possano ricordarsi i motivi per cui si amavano così tanto un tempo.

Questo è anche l’episodio in cui dobbiamo sorbirci una Maggie Pierce che parla parla parla parla di quanto le piace Riggs, di come dovrebbe chiedere di uscire a Riggs, di come potrebbe funzionare con Riggs. Meredith (e tutti noi) alziamo gli occhi al cielo nella speranza che non faccia mosse stupide e invece… taaac. Viene friendzonata da Riggs con grande eleganza.

Maggie svela a Riggs il suo interesse e lui le dà piccheHD
Maggie Pierce friendzonata!

Ma la scena più bella di tutte è quella finale. Meredith e Alex sono sul divano a parlare in un modo che prima di loro avevamo visto appartenere solo a Meredith e Cristina. Si passa da un argomento all’altro come se nulla fosse e Meredith se ne esce fuori con un:

Sono andata a letto con Riggs.

La risposta di Karev?

Ok.

In quell’OK c’è tutto l’amore che abbiamo per Karev. E poi come una furia entra Maggie che racconta del bel due di picche che si è beccata da Riggs. E nella sua conclusione:

Beh non ha detto che frequentava qualcuna al momento… gli darà del tempo.

ci sono tutti i motivi per cui vorremo prenderla a ceffoni. PER FAVORE QUALCUNO DICA A MAGGIE CHE MEREDITH RIGGS LO HA GIÀ TESTATO… 4 VOLTE!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.