Stai leggendo: Angelica salata alla birra con ripieno di olive, salame e formaggio

Prossimo articolo: Pizza Margherita e pizzelle fritte napoletane con pomodoro e formaggio

Letto: {{progress}}

Angelica salata alla birra con ripieno di olive, salame e formaggio

L'angelica salata è una torta rustica a forma di ciambella intrecciata con un ripieno a base di salame, olive verdi e nere, feta greca e pomodori secchi sott'olio.

Angelica salata alla birra

0 condivisioni 0 commenti

L’angelica salata è la versione rustica della famosa torta angelica.

Di cosa si tratta? Sonia Peronaci ha trasformato la squisita treccia dolce farcita con uvetta e arancia candita in una treccia salata con salame, pomodori secchi,  olive e feta greca.

Per rendere ancora più gustoso il rustico devi aggiungere la birra nell’impasto. I gas della birra aiuteranno la lievitazione e conferiranno alla torta salata un pizzico di sapore in più.

Se non ami gli alcolici, puoi comunque sostituire la birra con acqua o latte.

La preparazione non è complicata. L’unica cosa assolutamente necessaria è il tempo: per la preparazione e la lievitazione occorrono infatti più di 3 ore.

Intreccia l’angelica salata di GialloZafferano e proponila come pezzo forte di un aperitivo o di un buffet casalingo.

Informazioni

Ingredienti

Per il lievitino

  • Farina Manitoba 135 gr
  • Lievito di birra disidratato 3 gr
  • Acqua tiepida 75 gr
  • Malto 1 cucchiaino

Per l’impasto

  • Uova 3 tuorli
  • Birra 150 ml
  • Parmigiano grattugiato 75 gr
  • Farina di manitoba 400 gr
  • Burro 120 gr
  • Sale q.b.

Per il ripieno

  • Pomodori secchi 100 gr
  • Salame 100 gr
  • Feta 100 gr
  • Olive verdi denocciolate 50 gr
  • Olive nere denocciolate 50 gr
  • Uova 1

Preparazione

  1. Prepara i lievitino: setaccia la farina per togliere i grumi e farla aerare. Unisci alla farina il lievito di birra disidratato.

  2. Sciogli un cucchiaino di malto in un po' di acqua tiepida, versalo nella ciotola con la farina e inizia a impastare.

  3. Finisci di lavorare l’impasto sul piano di lavoro fino a quando il composto non risulta omogeneo. Metti il lievitino in una ciotola, copri con la pellicola alimentare e lascia lievitare per 60 minuti, in forno spento con la luce accesa.

  4. Inizia a preparare l’impasto. Dividi tre tuorli dagli albumi e mettili in una ciotola con la birra e il parmigiano grattugiato. Aggiungi un pizzico di sale e mescola.

  5. Versa uova e birra nella planetaria con il gancio a foglia. Azionala e inserisci la farina manitoba, precedentemente setacciata.

  6. Quando gli ingredienti si sono ben amalgamati, togli il gancio a foglia e inserisci il gancio a spirale.

  7. Aziona la planetaria e aggiungi il burro a pezzi. Il burro deve essere a temperatura ambiente e va aggiunto all’impasto a poco a poco in modo da consentirgli di amalgamarsi perfettamente.

  8. Tira fuori il lievitino dal forno e mettilo nella planetaria, insieme al resto del composto. Aziona di nuovo la planetaria e falla impastare per qualche minuto.

  9. Spegni la planetaria e trasferisci l’impasto sul piano di lavoro per lavorarlo con le mani, dandogli una forma arrotondata. Mettilo in una ciotola, copri con la pellicola e lascialo a lievitare in forno per almeno 120 minuti. L’impasto deve raddoppiare di volume.

  10. Taglia il salame e la feta a cubetti. Affetta le olive a rondelle e tampona i pomodori con della carta assorbente per poi tagliarli a pezzi.

  11. Stendi l’impasto sul piano di lavoro con il mattarello e forma un rettangolo dello spessore di 2/3 centimetri.

  12. Spennella la sfoglia con un nuovo sbattuto in modo che il ripieno si incolli bene. Distribuisci la farcitura in maniera omogenea sulla superficie, lasciando liberi i bordi.

  13. Arrotola la sfoglia formando uno strudel e taglialo a metà nel senso della lunghezza. Otterrai due piccoli strudel con il ripieno a vista. Intreccia le due porzioni di sfoglia e poi sigillale formando una ciambella.

  14. Trasferisci la ciambella in una pirofila foderata di carta forno e lasciala lievitare per almeno 30 minuti.

  15. Trascorsi i 30 minuti di lievitazione, inforna a 180 gradi per 35/40 minuti.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.