Stai leggendo: Pollo alla cacciatora: la ricetta originale romagnola

Prossimo articolo: Pollo ripieno: la variante italiana del tacchino ripieno americano

Letto: {{progress}}

Pollo alla cacciatora: la ricetta originale romagnola

Come preparare la versione ufficiale romagnola del pollo alla cacciatora? Scopri come realizzare una pietanza succulenta e intramontabile con pochi ingredienti!

Primo piano di pezzi di pollo con pomodori pelati e prezzemolo tritato

4 condivisioni 0 commenti

Il pollo alla cacciatora è un secondo piatto diffuso in tutta Italia, che appartiene però al repertorio della cucina povera della Romagna.

Anticamente veniva preparato dai contadini romagnoli quando arrivava qualche ospite inaspettato, perché era una pietanza facile da preparare e con ingredienti facili da reperire nell'orto.

Il nome "cacciatora" si pensa che derivi dall'utilizzo di aglio e rosmarino, che venivano usati dai cacciatori nei casini di caccia per consumare rapidamente la cacciagione.

Il pollo alla cacciatora ha un sapore sincero e genuino ed è l'ideale per chi ama pietanze poco elaborate ma, allo stesso tempo, gustose.

Il pollo è un alimento che per il suo sapore delicato, in cucina viene utilizzato per realizzare numerose pietanze: dalle più conosciute come quella delle ali di pollo con salsa barbecue, spiegata passo passo da Andrea Mainardi a quelle più particolari come la ricetta dei bocconcini di pollo con agrumi e mandorle tostate nella versione di Chiara Maci.

Informazioni

  • Difficoltà Facile
  • Metodo di cottura In padella
  • Categoria Secondi di carne
  • Preparazione 15 minuti
  • Cottura 25 minuti
  • Tempo totale 40 minuti
  • Dosi 4 persone

Ingredienti

  • Pollo intero1 Kg
  • Pomodori pelati1 scatola
  • Aglio3 spicchi
  • Vino bianco secco100 ml
  • Olio extra vergine d'oliva3 cucchiai
  • Saleq,b.
  • Prezzemolo1 mazzetto

Preparazione

  1. Taglia il pollo in pezzi di medie dimensioni, lavalo sotto acqua corrente e lascialo sgocciolare in uno scolapasta.

  2. In una padella antiaderente di media grandezza, fai rosolare a fiamma moderata il pollo.

  3. Dopo che la carne si sarà cotta in modo uniforme, aggiungi gli spicchi d'aglio privati dell'anima e lascia soffriggere per qualche minuto.

  4. Versa il vino e lascia sfumare, modificando la fiamma da dolce a vivace. 

  5. Aggiungi i pomodori pelati, sala e lascia cuocere il tutto coperto con un coperchio per circa mezz'ora.

  6. Se il sugo tenderà ad asciugarsi, diluisci con un mestolo di acqua durante la cottura.

  7. Trascorso il tempo necessario, spegni la fiamma e aggiungi il prezzemolo fresco, che avrai tagliato  finemente.

  8. Riporre il pollo nei piatti e portare in tavola ben caldo.

Per chi ama i sapori più decisi è possibile aggiungere al soffritto d'aglio anche la pancetta tesa, per dare al pollo alla cacciatora una nota più rustica. Questa pietanza si abbina bene a vini rossi corposi come l'Aglianico o il Primitivo di Manduria.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.