Stai leggendo: I momenti TOP di Grey’s Anatomy12: il discorso di Arizona in tribunale

Letto: {{progress}}

I momenti TOP di Grey’s Anatomy12: il discorso di Arizona in tribunale

Tra i momenti più toccanti dell’ultima stagione di Grey’s Anatomy c’è lo strazio con cui Arizona lascia il tribunale per andare a salvare la vita di un bambino

786 condivisioni 16 commenti

Essere madre ed essere una donna in carriera: quanto è difficile conciliare queste due cose? Shonda Rhimes, 3 volte madre e una delle donne più potenti del piccolo schermo americano, ha sempre sentito questo argomento molto vicino a sé, per questo è riuscita a costruire dei personaggi femminili nelle sue serie tv così ben strutturati e pieni di sfaccettature.

Nella stagione 12 di Grey’s Anatomy si è particolarmente concentrata su Arizona Robbins e Callie Torres impegnate in una battaglia per l’affidamento della piccola Sofia. In tribunale entrambe raccontano il loro modo di essere madre. Ma quando tocca ad Arizona, il suo cellulare suona. Ed ecco il bivio: dare priorità all’essere madre oppure all’essere l’unica dottoressa che può salvare un bambino in ospedale?

Io amo mia figlia e voglio che stia con me, ma so che comunque questa storia vada lei sopravviverà, sarò sana e al sicuro, ben accudita e amata… perché noi siamo le sue mamme.

Quante volte le madri che lavorano hanno dovuto fare questa scelta? Andare al saggio di fine anno scolastico o partecipare a quell’importante riunione? Andare a prendere il figlio all’uscita da scuola o ascoltare quel cliente scorbutico che si lamenta?

E tutte quelle domande che frullano in testa: sono una cattiva madre se continuo a lavorare? Mi sto perdendo la crescita del mio bambino pur di timbrare il cartellino? La baby sitter conosce mio figlio meglio di me?

Ancora una volta, Shonda mette in scena la realtà: lo strazio di dover prendere una decisione difficile, la sofferenza per dover fare qualcosa che non è ciò che si vorrebbe fare. Questa è la vita. E a volte bisogna essere costretti a lasciare il tribunale per correre in ospedale.

Il coraggio e la forza di Arizona sono commoventi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.