Stai leggendo: Jem e le Holograms, dagli anni '80 torna la bella e stravagante Jem

Prossimo articolo: Idee regalo per il Natale: i cofanetti dei migliori film e serie TV

Letto: {{progress}}

Jem e le Holograms, dagli anni '80 torna la bella e stravagante Jem

Nata come bambola Hasbro e poi entrata nel cuore delle bambine grazie alla celebre serie animata, Jem arriva anche al cinema. Ecco la nostra recensione del film.

Un dettaglio della locandina di Jem e le Holograms

799 condivisioni 198 commenti

Non è un'impresa facile quella che si propone Jem e le Holograms, e sin dalle prime fasi di produzione ha richiesto una serie di scelte cruciali per la riuscita del film. La fama internazionale della statuaria bambola dai capelli rosa e dagli orecchini luminosi di Hasbro è ancora oggi assicurata dal colpo di genio di realizzare una serie animata da 65 episodi che trainasse le vendite. Il cartone animato è rimasto nel cuore di bambine e ragazzine (fingeremo di non aver notato i tanti fratellini che si univano alla visione pomeridiana) cresciute negli anni '80.

Facendo due conti però quella generazione ormai va per i 30 e l'operazione nostalgia mirata su quanti ricordano la serie coloratissima, a suo modo geniale ma davvero camp del 1985, sarebbe stata pericolosa. Il pubblico di riferimento di un film che ruota attorno alla musica pop, al successo improvviso, al talento e alle difficoltà di conciliare amicizia, i primi amori e la fama è chiaramente quello adolescenziale, che però è completamente all'oscuro del cartone animato e quindi deve imparare a conoscere ed amare Jerrica e il suo alter ego Jem.

La recensione di MondoFOX di Jem e le HologramsHDUniversal
La locandina del film

Che fare quindi? La risposta non semplice che Jem e le Holograms dà a questo dilemma è tentare di accontentare entrambe le nicchie di pubblico, anche a costo di scontentare tutti. La nuova Jerrica Benton ha dunque i capelli rosa, il trucco fucsia che le nasconde il viso e un abbigliamento variopinto, ma dal punto di vista visivo raramente ci si allontana da un'esagerazione pop piuttosto stilosa fino ad osare l'eccesso che era la caratteristica distintiva della Jem animata. 

Dal punto di vista narrativo invece il film conserva solo alcuni elementi formali della trama originale (la starlight production, il "robottino" Synergy e l'identità segreta di Jem). Punta invece sul canovaccio rodatissimo del film della giovane ingenua ma talentuosa che riesce a raggiungere il successo ma fatica a rimanere autentica, o meglio, finisce per mettere a rischio ciò che davvero c'è di importante (in questo caso la sua famiglia allargata e le sue sorelle/compagne di band) salvo poi fare la scelta migliore. 

Seguendo la necessità di attualizzare il mito di Jerrica e di Jem al Nuovo Millenio, il film tenta con grande attenzione di mantenerne l'animo rock 'n roll ma di attualizzarne la confezione musicale. La giovane ragazza di provincia ora ottiene il successo planetario grazie a un video postato dalla sorella Kimberly su Youtube, coprotagonista che ha una grande dimestichezza con tutto il lato social del successo. La trovata forse più fresca e riuscita del film è l'utilizzo di alcune esibizioni musicali amatoriali caricate su Youtube come vera e propria colonna sonora strumentale delle scene d'azione o di suspance del film, con un montaggio molto indovinato che alterna il crescendo il video amatoriale con quello della pellicola. 

Jem e le Holograms, la recensione del film su JemHDUniversal
Aubrey Peeples interpreta Jem

Purtroppo tra le luci rosa scintillanti di Jem c'è anche qualche ombra grigia, da imputarsi soprattutto a una sceneggiatura che non sa bene decidersi su almeno un paio di questioni importanti. Il film vorrebbe essere realistico, ma poi non prende una decisione precisa né sull'età delle protagoniste né sulla plausibilità di questa fantomatica identità segreta della protagonista. 

Sul lato musicale invece la mano del regista Jon M. Chu (al cinema in questi giorni anche con Now You See Me 2) fa davvero la differenza. Fattosi le ossa con il capostipite del revival di questo genere (la saga di Step-Up) e gran conoscitore della scena pop attuale (sua la regia dei due film documentaristici dedicati a Justin Bieber), Chu trae d'impiccio il film dalle sue ingenuità con i numeri musicali delle Holograms, che per cura del dettaglio e elaborazione di un concept visivo non hanno davvero nulla da invidiare a certi videoclip cult degli ultimi anni. La seconda esibizione di Jem in particolare fa raggiungere al film la sua vetta formale, in una serie di immagini in cui si sentono gli echi di Sia e Lady Gaga

Il cast spicca innanzitutto per la bellezza non comune dei suoi interpreti, che sembrano cavarsela il giusto anche sul piano attoriale, anche se la trama piuttosto canonica non li mette mai veramente alla prova. È curioso però notare che questa struttura di film da talent qua e là subisca anche delle influenze da film supereroistico della Marvel... e vi conviene attendere i titoli di coda prima di uscire dalla sala. 

Le Holograms sbarcano al cinema con JemHDUniversal
Un'esibizione delle Holograms

L'intento di Jem e le Holograms sembra quello di voler avviare un franchise di successo ma a basso budget, puntando su nomi poco noti e su una storia riadattata alle nuove generazioni. Gli incassi statunitensi non sembrano però dare grandi possibilità di sequel al film, che forse ha peccato nel non voler utilizzare da subito la controparte naturale delle Holograms, le Misfits, raddoppiando il girl power in circolazione a beneficio dello spettatore. 

Se l'intento era quello di attrarre il pubblico adulto ammiccando al grande successo di Pitch Perfect, forse il film ha compiuto un passo falso. 

Jem e le Holograms sarà nelle sale a partire dal 23 giugno 2016. Scoprite il resto delle uscite del fine settimana nel nostro approfondimento!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.