Stai leggendo: Nell'episodio 21 di Grey's Anatomy 12 tutti scelgono da che parte stare

Prossimo articolo: Ellen Pompeo rimane a Grey's Anatomy: ha firmato per la stagione 13

Letto: {{progress}}

Nell'episodio 21 di Grey's Anatomy 12 tutti scelgono da che parte stare

In vista del processo, Callie e Arizona cercano alleati capaci di sostenere la loro rispettiva posizione.

Arizona e Alex vengono interrotti in mensa da Penny Blake

544 condivisioni 91 commenti

A volte non puoi fare tutto da solo. Hai bisogno di qualcuno dalla tua parte. In medicina abbiamo l'assistenza chirurgica, le seconde opinioni... giochiamo le nostre carte. Abbiamo a che fare con la vita e la morte. Non vorrai farti beccare con le braghe calate!"

Nel ventunesimo episodio di Grey's Anatomy 12 ci si prepara alla guerra legale tra Callie e Arizona. Tra scelte bizzarre e momenti di tensione, ogni medico del Grey Sloan Memorial deve tracciare delle linee precise, scegliendo da che parte stare sia per se stesso sia nei confronti delle due madri di Sofia.

Prima di addentrarci nel drama ci troviamo di fronte a un grosso momento hot!
Citando Maggie: "Il Maggiore Hunt è sull'attenti!" e, continuando citando Meredith scopriamo finalmente "cosa Cristina ci trovasse in lui!".

 

Se sul divano di casa Grey c'era grossa tensione nel miglior senso del termine, appena ci accingiamo a mettere piede in ospedale ci troviamo di fronte al peggior scenario di tensione possibile, con Callie e Arizona che iniziano a fare letteralmente la conta dei testimoni che avranno a loro favore.

Callie è sempre più fuori controllo, ed è strano che nessuno tenti di fermarla e farla ragionare mentre cerca di raccattare consensi in vista dell'udienza. Se non è strano vedere Owen appoggiarla senza fare troppe domande, è di certo inusuale scoprire che Meredith starà dalla parte di Callie senza fare nemmeno una domanda.
Dov'è finita la donna che litigava con Derek perché lui voleva dividere la famiglia andando a lavorare per il Presidente? La Torres sta facendo la stessa cosa mossa da motivazioni ancora più futili, e in più la Grey non è mai stata particolarmente legata a Callie o ad Arizona.

Se lo schierarsi di Meredith è difficile da digerire, il non farlo da parte di Alex sembra quasi imperdonabile. Tralasciando la faccia tosta di Callie nel cercare di tirare dalla sua parte addirittura il protetto della ex moglie, perché mai Karev non dovrebbe aiutare la Robbins?
Arizona c'è sempre stata per Alex, e i due hanno un rapporto umano che va ben oltre il lavoro... nel vedere la sua mentore rimanere sola in una lotta del genere non dovrebbe correrle in aiuto?

L'unica che sembra non riuscire a combattere la guerra che ha iniziato è proprio Arizona, che vede durante la giornata andare tutto storto. In suo aiuto accorre solo Richard, ormai sua solida spalla in ogni situazione. Vedere la Robbins piangere in macchina ci spezza il cuore, ma sentire il suo discorso ci fa capire che forse non tutto è perduto... forse una delle due mamme riuscirà a combattere nel modo giusto facendo il bene della figlia.

Arizona non prende la scelta giusta solo per quanto la riguarda, ma lo fa anche nei confronti di April, che come suo solito non ci pensa due volte a farsi terra bruciata intorno  appena le cose si complicano. Per starle accanto come amica, la Robbins capisce che non può seguirla come medico durante la gravidanza, e per questo si fa da parte, senza nemmeno chiederle aiuto per il tribunale.

Speriamo che April si senta almeno leggermente in colpa per quanto ha fatto anche stavolta, ma già sappiamo che la Kepner non è famosa per abbracciare il punto di vista di qualcuno che non sia lei.

La chiusura dell'episodio è il degno coronamento di un personaggio che per tutta la puntata è rinsavito: Amelia Shepherd. Dopo aver passato la giornata a tenere lontana Stephanie e le sue ingerenze nei confronti del suo fidanzato-paziente che decide comunque di mollare nel peggiore dei modi a fine episodio, la Shepherd conclude in bellezza il tira e molla con Owen.

Probabilmente il sentirsi dire da Meredith "basta dramma!" deve aver mosso qualcosa nella sorella di Derek. Oltre a "da che pulpito!" avrà pensato che la benedizione della cognata era ciò che le mancava per aprire il cuore e decidere di impegnarsi con Owen, e con un discorso bellissimo i due decidono che insieme "possono mandare all'aria le cose", facendolo però nel più romantico e appassionato dei modi.

Il problema è che far parte di una squadra richiede un grande impegno. Devi dare il massimo. Devi dare una mano per vincere, a prescindere da tutto. I tuoi compagni di squadra potrebbero non piacerti, devi imparare a passare la palla, devi metterci tutto te stesso in un lato o nell'altro. Ma se ti impegni, e ci metti tutta la tua dedizione, la vittoria sarà molto più dolce." 

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.