Stai leggendo: Grey’s Anatomy 12: il commento all’episodio 20, “Grilletto facile”

Prossimo articolo: Grey's Anatomy 12x18: il commento all'episodio e alla scelta di Ben

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 12: il commento all’episodio 20, “Grilletto facile”

Toccante, commovente, pieno di spunti di riflessione: l'episodio 20 di Grey's Anatomy 12 pone le basi per rendere spettacolari le ultime puntate della stagione.

1k condivisioni 79 commenti

L’episodio 20 di questa 12esima stagione di Grey’s Anatomy ci ha riservato alcuni momenti topici che ci hanno portato a fare grandi riflessioni. In fondo, siamo agli sgoccioli di questa annata, per cui sappiamo che Shonda sta sistemando sul tavolo tutte le carte che le serviranno per chiudere la stagione col botto, come sempre.

A darci il momento di commozione ci pensa un’Amelia che evidentemente non ha ancora fatto i conti fino in fondo con il senso di colpa che la attanaglia per non essere riuscita a salvare suo marito dall’overdose. Sembrano lontanissimi quei tempi di Private Practice, eppure le hanno lasciato un segno troppo profondo per superarli. È molto significativo che quella frase, che probabilmente ha ripetuto a se stessa infinite volte, ora la debba dire ad altre persone.

È stato un incidente. Non volevo farlo.

È difficile trovare un senso al fatto che lo si debba dire ad un bambino che ha sparato ad un suo amico mentre giocavano. Eppure ogni 24 ore in America, un bambino viene colpito da un’arma da fuoco non intenzionalmente. E quasi sempre le armi che causano l’incidente sono dei loro genitori. Ce lo dice Ellen Pompeo in uno spot che è andato in onda in concomitanza con la puntata in America: l’obiettivo era sostenere il Brady Center che si occupa di prevenire incidenti di questo tipo. Ecco qui lo spot e il ringraziamento di Dan Gross, presidente del Brady Center.

Anche Owen è alle prese con il fare i conti con i propri sensi di colpa. Finalmente scopriamo un po’ di più su quanto è successo a sua sorella. Dopo aver passato l’intera stagione a farci guardare con diffidenza Riggs, in realtà salta fuori che sua sorella, su quell’elicottero, ce l’ha spinta lui. Non che sia colpa sua, ovviamente. Ma di certo non è colpa nemmeno di Riggs. Come dice Amelia, “è stato un incidente”. È difficile da accettare, ma va fatto.

Coppie che si avvicinano, coppie che si allontanano. Vediamo a che punto siamo.

Japril: voto 10 per l’impegno!

Dopo momenti di panico in cui abbiamo pensato che mai e poi mai Jackson ed April avrebbero trovato una tregua, eccoli qui che decidono di andare a fare l’ecografia insieme. Se Catherine Avery non è nei paraggi, questi due bravi ragazzi sono ancora capaci di ragionare. Bravi!

Owelia: voto 8 per la comprensione!

Owen e Amelia non meritano il voto massimo perché ce ne han messo di tempo per aprirsi! Basti pensare che sono 8 stagioni che conosciamo Hunt e dal nulla salta fuori che ha una sorella. Su ragazzi, su… aprire il vostro cuore vi farà bene.

Miranda + Ben: voto 5 per la testardaggine!

Muro contro muro: prima o poi questi due faranno scintille. Sarà vero che chi la dura la vince, ma forse è più vero che chi la dura si fa male.

Jolex: voto 9 per l’equilibrio!

Non si sa come sia possibile, ma Karev e la Wilson riescono sempre a trovare un bilanciamento. Sarà perché sono agli antipodi su una infinità di situazioni, ma in realtà dimostrano sempre di più di avere tante cose in comune. Se da soli sanno cavarsela, in due se la caveranno meglio!

Calzona: voto 3 per la comunicazione!

Callie e Arizona hanno imboccato la strada della deriva. Non ci capacitiamo di come sia possibile che Callie abbia gestito con così tanta superficialità e così poco tatto la decisione di trasferirsi dall’altra parte dell’America. Non c’è dubbio sul fatto che le cose si metteranno male. Il punto è solo uno: chi delle due si accaparrerà l’avvocato migliore?

Comincia la battaglia tra Callie e ArizonaHD
Callie VS Arizona: chi avrà l'avvocato migliore?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.