Stai leggendo: Parmigiana di melanzane classica con sugo, caciocavallo e parmgiano

Prossimo articolo: Ratatouille di verdure con melanzane, pomodori, patate e peperoni

Letto: {{progress}}

Parmigiana di melanzane classica con sugo, caciocavallo e parmgiano

La parmigiana di melanzane classica prevede il sugo, il caciocavallo e le melanzane fritte. Esistono, però, infinite varianti tra cui la parmigiana grigliata.

Parmigiana di melanzane

4 condivisioni 0 commenti

La parmigiana di melanzane è un piatto regionale diffuso in tutta Italia. Tre regioni si contendono la sua creazione: Emilia Romagna, Campania e Sicilia.

I siciliani affermano che la parmigiana perfetta si fa con le melanzane petrociane, da cui deriverebbe anche il nome del piatto. Ovviamente, questo tipo di melanzana si trova in Sicilia.

Secondo altri, invece, il nome deriverebbe dal termine parmiciana, con il quale si indicano le stecche delle persiane. La sovrapposizione dei listelli delle persiane ricorderebbe cioè la disposizione delle melanzane della parmigiana.

Sonia Peronaci ti suggerisce come preparare la ricetta tradizionale con le melanzane fritte. Allora cosa aspetti? Concediti una bella porzione di parmigiana di melanzane di GialloZafferano con sugo, caciocavallo e parmigiano.

Informazioni

  • Difficoltà Facile
  • Metodo di cottura Multiplo
  • Categoria Primi di verdure
  • Preparazione 35 minuti
  • Cottura 60 minuti
  • Tempo totale 95 minuti
  • Dosi 6

Ingredienti

  • Melanzane1,5 Kg
  • Sale grosso100 gr
  • Olio di semi di arachidiq.b.
  • Aglio1 spicchio
  • Cipolla piccola1
  • Passata di pomodoro1,4 l
  • Triplo concentrato di pomodoro2 cucchiai
  • Sale1 pizzico
  • Basilicoqualche foglia
  • Caciocavallo500 gr
  • Parmigiano grattugiato150 gr
  • Olio extra vergine di olivaq.b.

Preparazione

  1. Togli il picciolo dalle melanzane e tagliale a fette dello spessore di 1 centimetro. Puoi usare sia una mandolina che un coltello.

  2. Metti le fettine di melanzane in uno scolapasta alternandole con il sale grosso, coprile con un piatto, appoggia sopra un peso per pressarle per bene e inserisci lo scolapasta in un altro piatto per raccogliere il liquido di vegetazione. Lasciale riposare per circa 60 minuti in modo che perdano tutto il loro liquido amarognolo.

  3. Versa un filo d’olio in un tegame e schiaccia uno spicchio d’aglio, senza privarlo della buccia. Fai soffriggere l’aglio con la cipolla tritata, lasciando dorare per dieci minuti a fuoco basso.

  4. Aggiungi la passata di pomodoro e un paio di cucchiai di triplo concentrato di pomodoro sciolto in acqua. Aggiusta con un pizzico di sale e lascia addensare. A fine cottura, profuma il sugo con qualche foglia di basilico fresco.

  5. Sciacqua le fette di melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare i granelli di sale e tamponale con un canovaccio o della carta assorbente.

  6. Fai scaldare l’olio fino a quando non raggiunge la temperatura di 175/180 gradi. Friggi le melanzane fino a doratura, toglile dall’olio e adagiale sulla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

  7. Taglia il caciocavallo in fettine dello spessore di circa 2 millimetri.

  8. Prendi una pirofila, metti un goccio di olio e un po’ di sugo sulla base per non fare bruciare le melanzane e forma il primo strato.

  9. Dopo le melanzane, aggiungi un po’ di sugo, qualche fettina di caciocavallo e qualche cucchiaio di parmigiano. Continua così fino a terminare gli ingredienti. Alterna la disposizione delle fette di melanzana. Disponi cioè le fette prima orizzontali, poi verticali, poi di nuovo orizzontali e così via.

  10. Spolvera lo strato superiore con il parmigiano per renderlo croccante. Inforna a 180 gradi per circa 40 minuti.

  11. Per tagliare meglio la tua parmigiana di melanzane falla intiepidire qualche minuto.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei cookies.