Stai leggendo: Astice alla catalana: come esaltare il sapore del re dei crostacei

Prossimo articolo: Filetto di tonno in crosta con pesto al finocchietto selvatico

Letto: {{progress}}

Astice alla catalana: come esaltare il sapore del re dei crostacei

L'astice alla catalana non è un piatto spagnolo. Questa gustosissima ricetta proviene dalla Sardegna e ha tempi di preparazione molto brevi: appena 40 minuti.

Astice alla catalana

4 condivisioni 0 commenti

L’astice alla catalana è una preparazione semplice che serve ad esaltare il sapore della carne di questo pregiato crostaceo.

Per scegliere l’astice in pescheria bisogna fare attenzione alle dimensioni. Questo crostaceo può raggiungere anche i 60 centimetri di lunghezza: non a caso viene chiamato anche elefante di mare.

Per gustarne appieno il sapore, però, sarebbe bene acquistare astici non grandissimi. Vale la regola: più l’astice è piccolo più è buono. Negli esemplari troppo grandi, infatti, la carne tende ad essere filamentosa.

La cottura classica dell’astice è in acqua bollente, con le chele legate insieme per non rischiare di farsi male. Le chele dell’astice non vanno buttate via perché contengono molta polpa, soprattutto quelle degli esemplari maschi.

Prepara un sontuoso astice alla catalana e stupisci ospiti e familiari.

Informazioni

Ingredienti

  • Astici 2
  • Cipolla 1
  • Costa di sedano 1
  • Pomodorini 5/6
  • Patate 2
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Carota 1
  • Peperone rosso 1
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Limone intero 1

Preparazione

  1. Prendi una pentola capiente, riempila d’acqua, aggiungi il sale e porta a bollore.

  2. Quando l’acqua bolle, tuffa gli astici e lasciali cuocere per circa 20 minuti. Spegni il fornello, tira fuori gli astici e lasciali raffreddare per qualche minuto.

  3. Affetta le carote, il sedano e i peperoni sottilissimi con una mandolina, taglia i pomodorini e trita la cipolla e il prezzemolo. Metti a bollire le patate in un pentolino. Quando le patate sono cotte, tagliale a dadini e mettile in una ciotola con tutte le altre verdure. Condisci con po’ d’olio e un po’ di sale.

  4. Estrai la polpa dalle chele, staccandole dal resto del corpo dell’astice con un coltello robusto. Spacca le chele con l’aiuto di un martelletto ed estrai la polpa con l’apposita pinza. Se non hai la pinza usa una forchetta, stando attenta a non spezzettare troppo la polpa.

  5. Incidi il corpo dell’astice con un coltello seguendo la linea del dorso. Parti cioè dalla testa e arriva fino alla coda e stacca il filo intestinale con un coltellino affilato.

  6. Elimina il sacchetto contenente la sabbia nella testa del crostaceo e togli delicatamente la polpa.

  7. Prepara l’emulsione: metti in una ciotola olio, sale, pepe e il succo di limone e sbatti con una forchetta fino a quando tutti gli ingredienti non risultano amalgamati.

  8. Disponi la polpa direttamente nel guscio dell’astice, aggiungi le verdure, condisci con l’emulsione e servi.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.