Stai leggendo: Grey's Anatomy 12: il commento a "Tutto ciò che voglio sei tu"

Prossimo articolo: Il commento all’episodio 9 di Grey’s Anatomy 12: The sound of silence

Letto: {{progress}}

Grey's Anatomy 12: il commento a "Tutto ciò che voglio sei tu"

Meredith si ritrova ad affrontare le conseguenze emotive del suo attacco ripensando alla sua vita, mentre le coppie del Grey Sloan Memorial si avvicinano tra loro.

Meredith e Maggie sul divano di casa in uno scatto episodico

547 condivisioni 99 commenti

Sto bene, sono felice di essere qui. Ho vissuto una brutta esperienza e sono fortunata ad essere viva, di stare bene, e lo capisco. Perciò... sì, sono felice di stare qui."

Dopo essere sopravvissuta alla tragedia e aver superato i traumi fisici, in questo nuovo episodio di Grey's Anatomy, Meredith si ritrova faccia a faccia con le conseguenze psicologiche dell'accaduto.

A sentirla parlare durante la sua prima seduta con il nuovo psicologo ci sembra di avere di fronte una persona totalmente diversa rispetto a quella della quarta stagione, quando in cura dalla Dr.ssa Wyatt si lamentava della sua vita e chiedeva di essere sistemata.
Oggi la Grey è maturata, ha visto davvero il peggio della vita e metabolizza il dolore in maniera diversa. Sembra accettare le tragedie quasi in maniera positiva, forse reprimendole e comprimendole nel passato, come a lasciarsele alle spalle per non farsi raggiungere.

Mentre Meredith ripercorre il brutale attacco e con emozionanti flashback ci fa rivivere i momenti più toccanti degli ultimi anni passati in sua compagnia, Alex dà nuovamente prova di essere un chirurgo eccezionale grazie a Maya, ragazzina di 15 anni ricoverata per un condosarcoma.

Karev accompagna la paziente in sala operatoria e le sta accantoHD
Prima di sottoporsi a una rischiosa operazione, Maya piange con Karev che la rassicura

Il caso della giovane porterà Alex a scontrarsi con Callie e Maggie in merito a come procedere: se Karev vorrebbe un approccio più cauto le due dottoresse avallano le richieste della giovane paziente tentandone uno più invasivo.
Quando però le cose si fanno toste per la paziente è lui a prendere in mano la situazione, standole vicino rassicurandola e rivedendo se stesso in quella ragazzina già troppo cresciuta
Non riusciamo a capire come la Wilson possa ancora avere dei dubbi in merito alla proposta di matrimonio, siamo quasi sicuri non si meriti una persona come Alex, e nello sguardo di disapprovazione che le lancia Meredith a fine puntata ci siamo dentro anche tutti noi.

Meredith approva la relazione tra Jo e Alex?HD
Il bacio tra Alex e la Wilson in macchina

Se Alex e Jo rimangono ancora in stallo, con una Wilson che rivuole Alex a casa ma non ha intenzione di fare un passo verso di lui, le due che non hanno paura a riavvicinarsi in maniera spontanea sono Callie e Penny. Non sappiamo quanto possano durare queste due, ma al momento è bello vedere come la presenza della Blake non sia più motivo di drammi né per la Torres né per la Grey. 

Il dramma è invece sempre in agguato per Owen e Amelia. Il tip-tap della coppia che non riesce a capire che direzione prendere continua, ma stavolta Owen si apre, e svela qualche (prevedibile) retroscena in merito al suo rapporto con Riggs. Nathan non è il fratello o l'improbabile sorella dopo il cambio di sesso, ma semplicemente l'ex migliore amico di Hunt. Quando i due hanno prestato servizio insieme a loro c'era anche Megan, la sorella di Owen. Nathan doveva proteggerla, ma non ce l'ha fatta, e per questo Hunt non riesce proprio a perdonarlo.

L'intesa lavorativa tra i due è ancora viva: vederli operare insieme è fantastico e sembra danzino in una sintonia perfetta dando vita a un unico super-chirurgo, ma appena posati i bisturi la tensione torna a farla da padrone. Quanto passerà prima di conoscere tutta la verità e vederli far pace?

Ma torniamo a Meredith, che rimane ancora protagonista assoluta della puntata nonostante un respiro più corale dell'episodio. I suoi scambi di battute con lo psicologo ci mostrano una madre e una donna forte, più forte di quanto ci aspettassimo arrivati a questo punto.

Ho visto di peggio. Questa non è la cosa più spaventosa che ho affrontato. Ha letto la mia cartella? Si legge tutta d'un fiato! Le cose terribili succedono ogni giorno. Ogni giorno in cui nessuno muore è una bella giornata."

Meredith vorrebbe stare da sola, ma allo stesso tempo si rende conto che non vuole esserlo: chiede a Maggie, Alex, la Bailey e Callie di andarsene ma appena lo fanno la verità arriva, forte come uno schiaffo in pieno viso. Ripercorrendo l'addio di Lexie, l'addio a Cristina, quello di Richard nei confronti di Ellis, quello di Derek una frase emerge:

Mi hanno lasciato sola. Sono brava a stare sola, ho imparato a farlo."

Ma per una consapevolezza raggiunta ce n'è un'altra che si fa strada, pronta a mettere Meredith su un sentiero inedito grazie alle sagge parole del terapeuta. Meredith non è più sposata, non è più una vedova, che cos'è oggi Meredith Grey? 

Si sente smarrita, non sa chi è e cosa vuole... può rimanere da sola, ma non vuole."

È giunto il momento per Meredith di risalire davvero in sella, di trovare una nuova intimità, ma soprattutto di capire che anche se la verità fa paura, la verità ora è che può fare tutto quello che vuole.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.