Stai leggendo: La fonduta di formaggio con il groviera, l'emmental e la fontina

Prossimo articolo: Tatin salata di pasta brisé con deliziose cipolline caramellate

Letto: {{progress}}

La fonduta di formaggio con il groviera, l'emmental e la fontina

La fonduta di formaggio svizzera non è una semplice crema. A renderla speciale è l'unione vino bianco e formaggi, tenuti in caldo nel recipiente con fornelletto.

Fonduta di formaggio

0 condivisioni 0 commenti

La fonduta di formaggio è una delle ricette simbolo della cucina svizzera. In realtà, si tratta di un piatto molto diffuso anche in Italia, soprattutto in regioni come la Valle d’Aosta.

La buona riuscita della fondue, come la chiamerebbero gli svizzeri, dipende dai formaggi, dal tipo di pentola e dal fuoco. I formaggi devono essere a pasta morbida, la pentola a fondo spesso e il fuoco moderato/basso.

La fontina, per esempio, è un formaggio ideale per la fonduta. Il groviera, invece, è più adatto alle gratinatura in forno, ma se viene grattugiato si scioglie alla perfezione.

Un altro formaggio adatto alla fonduta è il comté, un formaggio francese di latte vaccino che è possibile comprare più o meno stagionato. Se non riesci a trovarlo, puoi sostituirlo tranquillamente con la fontina.

La fonduta si consuma calda mettendola al centro della tavola nel caquelon, una pentolina di terracotta o ceramica, riscaldata da un fornelletto.

Procurati tutti gli ingredienti e gli accessori giusti e comincia a scogliere i formaggi per la tua fonduta.

Informazioni

Ingredienti

  • Farina di granturco 1 cucchiao
  • Vino bianco secco 450 ml
  • Aglio 1 spicchio
  • Emmental 250 gr
  • Fontina 250 gr
  • Groviera 250 gr
  • Noce moscata 1 pizzico
  • Sale 1 pizzico
  • Pepe 1 pizzico
  • Pane 6/8 fette

Preparazione

  1. Grattugia il groviera, la fontina e l’emmental e mettili da parte.

  2. Metti la farina in una ciotola e versa due cucchiai di vino. Mescola i due ingredienti con un cucchiaio di legno.

  3. Taglia lo spicchio d'aglio a metà e strofina le pareti e il fondo della pentola. Versa il vino rimasto nella pentola e portalo ad ebollizione. Quando il vino forma le bolle, abbassa la fiamma

  4. Aggiungi i formaggi uno alla volta. Metti cioè prima il groviera e mescola fino a completo scioglimento. Ripeti la stessa operazione prima con la fontina e poi con l’emmental.

  5. Aggiungi la farina con il vino al composto e mescola fino a quando la fonduta non acquista una consistenza cremosa.

  6. Tosta le fette di pane in forno e tagliale a dadini grossolani. Aggiusta la fonduta con sale, pepe e noce moscata e mettila al centro della tavola sul fornelletto. Per mangiarla basta infilzare i crostini di pane con una forchetta o con degli spiedoni e immergerli nella fonduta.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.