Stai leggendo: Zeppole alle alghe: una ricetta tipica della cucina napoletana

Letto: {{progress}}

Zeppole alle alghe: una ricetta tipica della cucina napoletana

Avresti mai detto che le zeppole di alghe sono una ricetta partenopea? Ebbene sì, sono un classico piatto napoletano preparato con le cosiddette lattughe di mare.

0 condivisioni 0 commenti Il voto di 10 utenti

Ho sempre pensato che le zeppole di alghe fossero una ricetta di mia mamma, poi ho scoperto che sono un piatto tipico napoletano con un costo bassissimo.

Viene chiamata zeppola di pasta cresciuta perché in cottura si gonfia e all’interno si crea quell’effetto “panoso” buonissimo.

Per la preparazione si utilizza la lattuga di mare che è diversa dall’alga usata per il sushi, la puoi trovare in pescheria, ma sciacquala bene prima di metterla direttamente in padella.

Proponi un secondo a base di zeppole fritte, familiari e amici ti ringrazieranno sicuramente!

Informazioni

Ingredienti

  • Lievito di birra 20 gr
  • Farina 350 gr
  • Acqua 500 ml
  • Alghe 50 gr
  • Sale q.b.
  • Olio per friggere q.b.

Preparazione

  1. Sbriciola il lievito di birra in una ciotola e scioglilo con due cucchiai di acqua.

  2. Unisci la farina alternata all’acqua insieme ad un pizzico di sale e mescola fino ad ottenere una pastella morbida, cremosa e non troppo compatta.

  3. Sciacqua le alghe e poi aggiungile direttamente in pastella, copri la ciotola con la pellicola trasparente e lascia lievitare il composto per circa 30 minuti.

  4. Nel frattempo porta l’olio a temperatura e aiutandoti con un cucchiaio bagnato nell’olio metti a friggere le zeppole.

  5. Scola le zeppole quando raggiungono un colore dorato e adagiale su della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Impiatta e servi ancora calde.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.