Stai leggendo: Arancine in bianco con prosciutto cotto, pisellini, mozzarella e carne

Letto: {{progress}}

Arancine in bianco con prosciutto cotto, pisellini, mozzarella e carne

Chi non ama le arancine siciliane? Credo sia davvero impossibile non apprezzarle. Oggi, le preparo in casa e ti svelo il segreto per ottenere una frittura croccante.

Arancine in bianco

0 condivisioni 0 commenti Il voto di 9 utenti

In Sicilia le arancine vengono chiamate in modi diversi a seconda delle zone.

A Palermo vengono chiamate arancine, mentre a Messina o Catania sono chiamati arancini.

Queste polpette di riso devono il loro nome alle arance a cui assomigliano per  forma e grandezza, quindi dovrebbero essere chiamate arancine.

Mentre le prepariamo insieme, ti svelo alcuni piccoli trucchi per ottenere una frittura perfetta.

Informazioni

Ingredienti

  • Riso comune 500 gr
  • Zafferano 2 gr
  • Brodo di carne q.b.
  • Prosciutto cotto 200 gr
  • Parmigiano reggiano 60 gr
  • Pisellini 100 gr
  • Uova 1

Per la panatura

  • Farina 00 100 gr
  • Pangrattato 200 gr
  • Uova 2

Preparazione

  1. Versa il riso comune nella pentola con il brodo di carne e i pistilli di zafferano. Lascialo cuocere fin quando il riso non ha assorbito tutto il liquido presente, quindi non esagerare con la quantità di brodo.

  2. Taglia a cubetti una fetta di prosciutto cotto spessa circa un centimetro. Fai sgocciolare bene una mozzarella, poi tagliala a cubetti grandi come quelli di prosciutto.

  3. Quando il riso è pronto, versalo in una ciotola e fallo raffreddare in modo che non cuocia gli altri ingredienti. Nel frattempo prepara la panatura. Prendi tre ciotole e in una sbatti le uova, nella seconda la farina e nella terza il pangrattato.

  4. Una volta che il riso si è raffreddato, aggiungi un uovo intero, il parmigiano reggiano e mescola fino ad ottenere un impasto compatto.

  5. Prepara le arancine prendendo una parte dell’impasto nella mano, crea un incavo dove inserire il ripieno: un cubetto di prosciutto, un cubetto di mozzarella e qualche pisellino. Chiudi sigillando all’interno il ripieno e continua allo stesso modo fino alla fine dell’impasto di riso.

  6. Ora puoi dedicarti alla panatura e quindi alla frittura. Prendi un’arancina passala prima nella farina, poi nell’uovo e infine nel pangrattato. Se vuoi ottenere una panatura più croccante, ripeti l’operazione due volte e poi friggi.

  7. Per una frittura sana e non unta scegli l’olio giusto, ovvero con il punto di fumo alto. Porta l’olio a temperatura e friggi le arancine poche alla volta, altrimenti rischi di abbassare la temperatura dell’olio.

  8. Assorbi l’olio in eccesso e servi su un piatto da portata.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.