Stai leggendo: Polenta con ragù di cinghiale: un classico secondo per l’inverno

Prossimo articolo: Polpette saporite di ricotta, tonno, parmigiano e capperi al forno

Letto: {{progress}}

Polenta con ragù di cinghiale: un classico secondo per l’inverno

Cosa si può mangiare dopo una giornata sugli sci? La mia risposta è una sola: una bella polenta coperta completamente da un saporito ragù di carne di cinghiale.

Polenta e ragù di cinghiale

0 condivisioni 0 commenti

Un grande classico dei menu di montagna: il ragù di cinghiale accompagnato ovviamente dalla polenta.

Sapori che fanno subito pensare ad una baita riscaldata da un camino, con il freddo fuori. Un piatto sostanzioso e ideale dopo una giornata passata a sciare o a passeggiare sulla neve.

Spero che questi sapori diventino un ricordo piacevole anche per Bianca, quest’anno sarà la sua prima volta sulla neve e sono curiosa di vedere che faccia farà.

Prepara con me un bel paiolo di polenta, seguimi nel video qui sotto. 

Informazioni

Ingredienti

  • Polpa di cinghiale 500 gr
  • Olio evo q.b.
  • Vino bianco secco 1 bicchiere
  • Pelati 400 gr
  • Passata di pomodoro 700 gr
  • Cipolla 2
  • Carota 1
  • Sedano 1 gambo
  • Sale q.b.
  • Alloro q.b.

Per la polenta

  • Polenta 350 gr
  • Acqua 1,5 l
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Prepara al coltello un trito di carne di cinghiale. Mi raccomando taglia sempre al coltello la carne così non ne rovini la fibra. In particolare, la carne di cinghiale è molto compatta e asciutta, perfetta per stufati, intingoli o, come in questo caso, ragù.

  2. In una padella metti l’olio extravergine d’oliva e il classico trito di verdure per fare il ragù, vale a dire sedano, carota e cipolla. Lascia soffriggere, poi aggiungi la carne e fai rosolare bene per insaporirla. Sfuma con il vino bianco e fai evaporare a fiamma alta.

  3. Aggiungi i pelati e la passata di pomodoro, aggiusta di sale e profuma con qualche foglia di alloro. Copri e lascia cuocere a fiamma bassa per un’oretta e mezza, anche due ore.

  4. Ora prepara la polenta. Io uso una polenta istantanea, ma se riesci a trovare una farina di mais bramata o una taragna è ancora meglio. Anche la polenta bianca va benissimo con questo ragù.

  5. Versa la polenta in acqua bollente, sala e mescola con una frusta finché non raggiunge la consistenza desiderata.

  6. Impiatta in una terrina, mettendo prima la polenta e poi il ragù.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.