Stai leggendo: Polpo alla greca sfumato al vino bianco con patate e rucola: la ricetta

Prossimo articolo: Focaccine farina integrale e ripieno di rape

Letto: {{progress}}

Polpo alla greca sfumato al vino bianco con patate e rucola: la ricetta

Il polpo alla greca sfumato al vino bianco con patate e rucola è un piatto unico a base di pesce: è l'ideale per una cena informale all'insegna del gusto e dei sapori classici!

Ciotola marrone con all'interno polpo, patate, rucola e prezzemolo, poggiato su tavolo di legno

0 condivisioni 0 commenti

Il polpo alla greca sfumato al vino bianco con patate e rucola è un piatto unico a base di pesce che potrai preparare durante tutto l'anno, per facile reperibilità degli ingredienti.

La ricetta che ti proponiamo è di media difficoltà: ti servirà del tempo per poterla realizzare perché la cottura e la pulitura del polpo richiedono tempo e cura.

Non buttare l'acqua di cottura del polpo, potrebbe servirti durante la cottura del mollusco con il vino bianco nel caso dovesse risultare ancora duro. Se non ti dovesse servire potrai ugualmente usare il brodo per realizzare un'ottima zuppa di pesce.

Informazioni

Ingredienti

  • Polpo 1 Kg
  • Patate 6 di media grandezza
  • Sale q.b.
  • Rucola 300 gr
  • Aglio 3 spicchi
  • Olio extra vergine d'oliva q.b.
  • Prezzemolo 1 rametto
  • Vino bianco 30 cl

Preparazione

  1. Lava il il polpo con abbondante acqua corrente, strofinando delicatamente i tentacoli e la testa. Adagialo su di un piano solido e con un coltello incidi gli occhi, la sacca e il becco eliminandoli. Prendi una pentola molto capiente e riempila di acqua, sala e porta ad ebollizione.

  2. Quando l'acqua avrà raggiunto la giusta temperatura, immergi il polpo e lascialo cuocere per almeno 60 minuti a fiamma vivace. La cottura del polpo varia in base alla grandezza del mollusco, un trucco per accorgerti che la cottura è quella giusta sarà quando i tentacoli si saranno arricciati. 

  3. Appena il polpo avrà raggiunto la cottura ottimale, spegni il fuoco e lascia che il polpo continui la cottura restando nella propria acqua.

  4. In una ciotola immergi le patate insieme ad un cucchiaino di bicarbonato e lascia in ammollo per 5 minuti. Trascorso il tempo necessario, lava con abbondante acqua corrente in modo da eliminare tutti i residui terrosi.

  5. Porta ad ebollizione dell'acqua che avrai messo in una pentola, quando l'acqua avrà raggiunto la giusta temperatura, tuffa le patate e lascia cuocere per circa 45 minuti. Controlla la cottura delle patate con una forchetta, quando questa affonderà nel suo interno, la cottura sarà quella giusta.

  6. Quando avrai portato a termine la cottura delle patate, scolale e raffreddale sotto l'acqua corrente, sbucciale, tagliale a dadini e riponile in una ciotola.

  7. Con una schiumarola prendi il polpo e taglialo in pezzi medi con una forbice. Prendi una padella antiaderente e capiente, aggiungi 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e lascialo riscaldare a fiamma dolce.

  8. Quando l'olio avrà raggiunto la giusta temperatura, aggiungi lo spicchio d'aglio privato dell'anima e lascia rosolare per un minuto. Aggiungi i pezzi di polpo ed irrora con il vino, aumenta la fiamma e lascia sfumare. 

  9. Togli l'aglio, aggiungi i pezzi di polpo alla ciotola con le patate, sbuccia i due spicchi d'aglio, tagliali finemente e uniscili all'insalata. 

  10. Lava accuratamente la rucola, asciuga le foglie con un panno di cotone, aggiungi agli altri ingredienti, sala e versa a filo dell'olio. Gira tutto con un cucchiaio di legno e infine aggiungi a pioggia il prezzemolo fresco tagliato finemente. Porta in tavola!

Il polpo in cucina è molto apprezzato per il sapore inconfondibile che lo caratterizza: può essere utilizzato per la creazione di insalate estive, come quella di polpo con sedano e carote, o per realizzare secondi piatti, come il polpo alla luciana con composta di patate all'olio illustrato passo passo dallo chef Antonino Cannavacciuolo. A te la scelta!

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.