Stai leggendo: Riso venere con gamberi sfumati al Brandy: una ricetta di alta cucina

Prossimo articolo: Risotto con cavolo rosso: una ricetta vegana e disintossicante

Letto: {{progress}}

Riso venere con gamberi sfumati al Brandy: una ricetta di alta cucina

Il riso venere con gamberi sfumati al Brandy è una pietanza dai sapori delicati ed eleganti, l'ideale per una cena romantica all'insegna dell'alta cucina. Leggi la ricetta e scopri come realizzare questa pietanza!

Primo piano di riso venere con gamberi sfumati al Brandy, con foglie di menta e pomodorini

3 condivisioni 0 commenti

Il riso venere con gamberi sfumati al Brandy è un primo piatto a base di pesce dal gusto raffinato: i crostacei caratterizzati dal sapore delicato, trovano il giusto equilibrio con le note legnose e allo stesso tempo dolciastre del Brandy. A dare il tocco finale sarà il sapore inconfondibile del basilico, che li avvolgerà con delicatezza in un trionfo di sapori.

La ricetta che ti proponiamo è di media difficoltà perché oltre all'abbondanza di tempo che ti occorrerà, ogni procedimento dovrà essere svolto con minuzia e precisione, come ad esempio la pulitura del pesce . 

I gamberi che utilizzerai dovranno essere rigorosamente freschi, puoi optare anche per la scelta dei gamberoni reali dal costo più elevato per via della polpa molto prelibata.  

Informazioni

Ingredienti

Per il riso venere con gamberi

  • Riso venere 350 gr
  • Gamberi 500 gr
  • Scalogni 1
  • olio extra-vergine di oliva q.b.
  • Burro 50 gr
  • Sale q.b.
  • Basilico fresco 1 mazzetto
  • Prezzemolo 10 gr
  • Brandy 50 ml
  • Aglio 2 spicchi

Per il brodo vegetale

  • Cipolla 1
  • Carote 1
  • Sedano 1 costa
  • Olio extra vergine d'oliva 1 cucchiaio
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. In una pentola abbastanza capiente versa abbondante acqua, aggiungi un cucchiaio di olio extravergine d'oliva e sala. Tuffa una carota pelata e privata delle due estremità, la cipolla senza la sua buccia esterna, lavata e divisa in due parti insieme alla costa di sedano lavata accuratamente e tagliata grossolanamente.

  2. Porta tutti gli ingredienti ad ebollizione e lascia cuocere per circa 30 minuti a fiamma moderata. Trascorso il tempo necessario, spegni e filtra il brodo vegetale in un'altra pentola con un colino a maglia stretta, in modo da ricavarne solo il liquido che ti servirà successivamente per la cottura del riso e dei gamberi.

  3. Sguscia i gamberi, elimina la testa lasciando la coda intatta, togli il filamento di colore scuro posto sul dorso. In una pentola antiaderente metti a riscaldare dell'olio extravergine d'oliva a fiamma molto dolce, quando l'olio avrà raggiunto la giusta temperatura, aggiungi lo scalogno tagliato finemente e lascia insaporire per 1 o 2 minuti sempre a fiamma bassa. 

  4. Aggiungi i gamberi e irrora con un mestolo di brodo vegetale lasciando insaporire il tutto sempre a fiamma dolce. Appena il brodo si sarà ritirato, aggiungi il Brandy cambiando la fiamma da bassa a moderata, a metà cottura aggiungi qualche foglia di basilico e lascia cuocere dolcemente in modo da non far bruciare l'erba aromatica.

  5. In una casseruola fai sciogliere lentamente il burro insieme ad uno spicchio d'aglio e al restante basilico, aggiungi il riso e lascia insaporire per qualche minuto tutti gli ingredienti, mescolando spesso. Bagna il riso con il brodo, aggiungendo pochi mestoli per volta, continua la cottura a fuoco moderato per 30 minuti.

  6. In una ciotola prepara un battuto di prezzemolo con uno spicchio d'aglio triturato finemente, dell'olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Gira tutti gli ingredienti con una forchetta e lascia macerare.

  7. Quando il riso avrà ultimato la cottura, aggiungi il battuto di prezzemolo. Pressa il riso in piccole forme in modo da dare alla pietanza una forma circolare, servi ponendo i gamberi sulla parte superiore e decorando con qualche foglia di basilico fresco. Porta in tavola ancora fumante!

Il riso venere darà quel tocco di sapore in più al risotto, perché è caratterizzato da un sapore netto e deciso: il chicco si presta molto bene sia per la realizzazione di risotti, come in questo caso, o di piatti freddi come l'insalata di riso venere con gamberi e salmone.

Devi anche sapere che il riso venere nella realizzazione dei risotti va sempre cotto singolarmente e mai mescolato con altri ingredienti. Durante la cottura, infatti, l'amido nero coprirà tutti i colori dei restanti ingredienti e "appiattirebbe" l'estetica del piatto.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.