Stai leggendo: Come sarebbe stato Scandal in versione High School?

Prossimo articolo: The Handmaid's Tale: quello che c'è da sapere sulla seconda stagione

Letto: {{progress}}

Come sarebbe stato Scandal in versione High School?

Riuscite a immaginarvi la parodia di Scandal tra le mura di un liceo americano.

0 condivisioni 0 commenti

I fan più accaniti di Scandal si saranno chiesti svariate volte "cosa sarebbe successo se…" immaginando variabili, scenari diversi e intrecci nuovi. Molto probabilmente è quello che hanno pensato anche gli attori di una delle serie più famose di Shondaland.

Il cast, insieme al celebre conduttore e comico televisivo statunitense, Jimmy Kimmel, ha deciso di lanciarsi nella sperimentazione con un'irriverente parodia: Scandal High.

Una mini serie composta da quattro episodi è stata pensata e realizzata proprio per il Jimmy Kimmel Live in onda in questi giorni.

Olivia Pope è un’adolescente alla moda – pensate alla coppia di “Clueless” come background o altri teen drama più recenti – che racconta i gossip della propria scuola con smartphone alla mano.
Il presidente è Hunter, il belloccio di turno, il quaterback famoso della scuola che, nel primo episodio, vedrà scontrarsi con il psuoo migliore amico Tunner (sì, è proprio David Rosen con parrucca).

Non temete, ci sono davvero tutti i personaggi! Abby è una giovane adolescente senza freni innamorata del suo professore, interpretato da Cyrus Beene. Quinn & Huck fanno coppia anche qui in una versione super bizzarra dove lei interpreta un’adolescente goth e lui uno stereotipo del nerd dell’ultimo minuto. Ballard interpreta un cieco giustiziere della scuola, Commando è invece il preside sbeffeggiato dagli utenti. Non solo, ci trovate anche la new entry Portia De Rossi.

In attesa di avere aggiornamenti sulla nuova stagione di Scandal, godetevi il video del primo episodio di Scandal High qui sotto.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.