Stai leggendo: Grey’s Anatomy 12x02: commento a “A testa alta”

Prossimo articolo: Grey's Anatomy 14: online la trama del 300° episodio della serie

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy 12x02: commento a “A testa alta”

Al Grey Sloan Memorial Hospital comandano le donne

0 condivisioni 0 commenti

Anche questa volta, Shonda Rhimes dà una bella lezione a tutti con Grey’s Anatomy: per lei le pari opportunità non sono solo qualcosa con cui riempirsi la bocca per fare bella figura, ma un obiettivo da perseguire.

Nel suo piccolo lo fa mettendo un potente team di donne a capo del Grey Sloan Memorial Hospital. È solo una serie tv? È solo finzione? Certo. Ma continuando a mettere donne di colore al centro delle sue storie è riuscita nell’impresa di dare la possibilità a Viola Davis di vincere un Emmy Awards come miglior attrice protagonista (con Le regole del delitto perfetto) quindi abbiamo ragione di credere che anche se si tratta solo di una serie tv potrebbe aiutare a ricordare quanto sia giusto che le donne abbiamo le stesse opportunità sul lavoro degli uomini.

Abbiamo Miranda Bailey a capo dell’ospedale, Amelia Shepherd a capo di neurochirurgia, Maggie Pierce a capo di cardiochirurgia, Callie Torres a capo di ortopedia, Arizona Robbins a capo di pediatria e poi lei… Meredith Grey a capo di chirurgia generale.

Non sono tutte rose e fiori ed è proprio questo il bello. Miranda mostra tutta la sua insicurezza nel gestire l’ospedale: la sua voglia di perfezione non la aiuterà. Per fortuna che Webber le è accanto. Richard continua a dimostrarsi il miglior alleato che si possa avere in quell’ospedale: un uomo che mette tutta la sua esperienza e la sua saggezza al servizio degli altri. I suoi monologhi sono di aiuto per la Bailey, ma anche per tutti noi. Potrebbe tranquillamente tenere un corso di leadership!

“Se vuoi che qualcuno corra forte e veloce non lo insegui perché lo faccia. Non gli dai qualcosa da cui scappare. Gli dai qualcosa verso cui correre”. Eccolo il nostro condottiero: colui che nel corso degli anni ha saputo gestire le situazioni più difficili e ha saputo capire in che modo spronare ogni dottore. Adesso sta facendo il passaggio del suo testimone alla sua pupilla: la Bailey ne sarà degna? Noi tifiamo tutti per lei!

Bello e significativo, dunque, anche l’altro passaggio del testimone dalla Bailey a Meredith. Evidentemente la Grey aveva davvero bisogno di non vivere più nell’ombra di Derek per poter spiccare il volo. Peccato che lui sia dovuto morire per farci conoscere una Meredith così forte, decisa e coraggiosa. Davvero peccato.

Tutto il resto è contorno, ma un contorno che siamo certi diventerà una portata a sé prossimamente. Stallo tra April e Jackson, più verso il negativo, e stallo tra Amelia e Owen, più verso il positivo. C’è chi insegue, c’è chi fugge… è sempre così.

Continua la scelta di usare cover di canzoni pop degli ultimissimi anni per fare da sottofondo ai momenti topici. Nella puntata 2, quando Meredith diventa capo di chirurgia, c’è una splendida cover di Shake it off (Taylor Swift).

>>> Leggi anche: Taylor Swift è una #MalatadiGreys

Grey’s Anatomy è in prima assoluta su FoxLife ogni lunedì alle 21.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.