Stai leggendo: Carbonara di salmone: la tradizione romana in versione mare

Prossimo articolo: Focaccine farina integrale e ripieno di rape

Letto: {{progress}}

Carbonara di salmone: la tradizione romana in versione mare

La carbonara è uno dei piatti tradizionali della cucina romana, ma anche le varianti hanno il loro perché. Ecco come realizzarla in versione mare.

Carbonara di salmone

305 condivisioni 0 commenti

Dire ad un romano "Stasera ti invito a cena, ti preparo la carbonara di salmone!" gli procurerà un colpo al cuore. Non accettano che della carbonara tradizionale con il guanciale vengano create delle varianti ma questa ricetta è la dimostrazione che anche una carbonara di pesce è possibile.

Il gusto rotondo e delicato del salmone, si sposa alla perfezione con la crema di uova e formaggio. Un pizzico di pepe, poi, servirà a dare uno sprint di gusto al piatto esaltando ogni singolo ingrediente. Sei ancora diffidente? Provare per credere!

Informazioni

Ingredienti

  • Spaghetti 400 gr
  • Salmone 200 gr
  • Scalogno 1
  • Olio extra vergine d'oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Uova 4
  • Formaggio grattugiato 100 gr

Preparazione

  1. Metti sul fuoco una pentola piena d'acqua. Quando arriverà ad ebollizione, immergi la pasta.

  2. Prepara un soffritto in padella con olio e scalogno e lascia cuocere a fuoco lento. Intanto pulisci il salmone, togliendo le spine e tagliandolo a cubetti. Cerca di prendere un pezzo abbastanza spesso per ottenere dei cubetti consistenti. Metti a soffriggere in padella per massimo 3 minuti, avendo cura di girarlo per non farlo attaccare alle pareti.

  3. In una fondina sbatti le uova, aggiungi un pizzico di sale e pepe, aggiungi il formaggio grattugiato e mescola.

  4. Quando la pasta è pronta, scolala ed effettua le operazioni che seguono in modo abbastanza rapido: rimetti la pasta nella pentola che sarà sul fornello a fuoco lento, aggiungi velocemente le uova e il formaggio, mescola un paio di volte, aggiungi il salmone soffritto ancora caldo, mescola per 5 secondi molto energicamente e togli immediatamente dal fuoco per evitare che le uova si cuociano del tutto.

  5. A questo punto, servi nei piatti e per ognuno aggiungi una spolveratina di pepe. Se lo gradisci, conceditene anche un'altra di formaggio.

Alcuni consigli: è consigliabile utilizzare un trancio di salmone fresco ma, se non è possibile, anche il salmone affumicato va bene. In questo secondo caso fai attenzione a regolarti con il sale perché il salmone affumicato ha un sapore più intenso e salato rispetto a quello fresco.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.