Stai leggendo: Sean Penn chiede un risarcimento all’Empire

Letto: {{progress}}

Sean Penn chiede un risarcimento all’Empire

Sean Penn ha querelato Lee Daniels, creatore della serie sulla famiglia Lyon, per diffamazione. La battaglia è ancora aperta…

0 condivisioni 0 commenti

L’Empire è il regno dove la famiglia Lyon domina indisturbata il mondo della musica e dove girano grandi somme di denaro: location da favola, cantanti famosi e una famiglia che fa del lusso uno dei suoi punti di forza.

Questa volta però l’impero dovrà sborsare una somma pari a 10 milioni di dollari. Stipendio oneroso di una guest star? Assolutamente no, si tratta di una querela per diffamazione sporta dall’attore Sean Penn ai danni del creatore della serie.

>>> 16 motivi per cui dovreste guardarvi la seconda stagione di Empire

I due contendenti sarebbero appunto l’attore e Lee Daniels, con quest’ultimo che sostiene che Penn sia manesco con le donne. Il creatore della serie ha rilasciato un’intervista in cui sostiene questa tesi e ovviamente la notizia, appena arrivata alle orecchie di Sean, l’ha fatto andare su tutte le furie.

Lee ha tentato di difendere Howard Terrence (Lucious Lyon) dall’accusa di molestie, tirando in ballo l'attore francese “Howard non ha fatto nulla di male, Marlon Brando e Sean Penn hanno fatto la stessa cosa, ma l’unico a destare scalpore è lui. È un chiaro segno del momento che stiamo vivendo in America in questo momento con le differenze razziali”.

L’ex pubblico ministero Mathew Rosengart ha invece risposto per conto di Penn: “Daniels equipara Sean con Howard, ma il mio assistito non è mai stato arrestato, né condannato e le sue ex mogli possono confermarlo”.

Penn ha avuto relazioni importanti con donne famose tra cui: Madonna (dal 1985 all’89), Robin Wright (dal 1996 al 2010) e ultimamente anche con Charlize Theron. Nessuna delle precedenti però l’ha mai accusato apertamente di violenza.

Ora l’attore francese pretende un indennizzo di 10 milioni di dollari per diffamazione come ci spiega il legale: “È stato per anni protagonista di scandali e false accuse ma ha il diritto di difendersi e fare in modo che non accada più. Per questo il risarcimento ci sembra una richiesta più che consona”.

Il contenzioso è ancora aperto… vedremo come andrà a finire!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.