Stai leggendo: I croccantissimi arancini di riso alla siciliana ripieni di carne

Prossimo articolo: Caesar salad

Letto: {{progress}}

I croccantissimi arancini di riso alla siciliana ripieni di carne

Non è vero che gli arancini vanno mangiati solo nelle rosticcerie siciliane. Leggi i segreti per cucinare in casa gli arancini di riso ripieni di carne.

Arancini di riso con la carne

0 condivisioni 0 commenti

A Palermo e Siracusa si preparano le arancine, mentre a Catania e Messina si cucinano gli arancini. Non è però il nome femminile o maschile a fare la differenza. In entrambi i casi si tratta di una squisita polpetta di riso avvolta da una panatura croccante. Molti la considerano di gran lunga superiore per bontà sia ai supplì che alle palle di riso napoletane. 

In realtà, la lotta linguistica tra arancini e arancine si sposta anche sul campo della forma. Le arancine, infatti, sono tonde e gli arancini conici. Non esistono dispute invece sull’origine di questo piatto risalente al periodo della dominazione saracena, quando si soleva mangiare il riso aromatizzato allo zafferano e condito con verdure e carne

Preparare gli arancini in casa è laborioso, ma non complicato. Il primo segreto per lavorare il riso con facilità è cuocerlo almeno 12 ore prima. Il riso deve essere cioè abbastanza colloso per poterlo farcire e modellare in forma di polpetta.

Scopri come cucinare i veri arancini di riso ripieni di carne alla maniera siciliana.

Informazioni

Ingredienti

  • Riso arborio 1 kg
  • Brodo vegetale 2 l
  • Zafferano 1 bustina
  • Cipolla 1
  • Sale q.b.
  • olio q.b.

Per il ragù

  • Macinato di manzo 350 gr
  • Passata pomodori 100 gr
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Alloro 2 foglie
  • Chiodi di garofano q.b.
  • Parmigiano reggiano q.b.
  • olio q.b.
  • Vino bianco 1 bicchiere

Per la panatura

  • Uova 8
  • Farina q.b.
  • Pangrattato q.b.
  • Olio per friggere q.b.

Preparazione

  1. Prepara il brodo vegetale sciogliendo all'interno la bustina di zafferano. Taglia finemente la cipolla e versane una parte in un tegame con un filo d’olio. Fai appassire la cipolla senza farla imbiondire e aggiungi il riso. Tosta per qualche minuto mescolando con l’aiuto di un cucchiaio di legno e aggiungi, piano piano, il brodo caldo. Porta a bollore e lascia cuocere. Se non hai il tempo per preparare il riso il giorno prima, lascialo raffreddare per circa 40 minuti.

  2. Metti a soffriggere il restante trito di cipolla in un tegame insieme all’olio, aggiungi la carne e fai rosolare a fuoco vivace. Sgrana la carne con un cucchiaio di legno e quando è ben rosolata sfuma con il vino bianco. Aggiusta di sale e pepe e insaporisci con i chiodi di garofano e l’alloro. Il ragù deve cuocere fino a diventare molto denso. Il pomodoro cioè si deve assorbire completamente. A cottura ultimata, spegni e aggiungi una abbondante manciata di parmigiano.

  3. Prendi tre ciotole, in una sbatti le uova e nelle altre due versa della farina e del pangrattato

  4. Prendi una cucchiaiata di riso e disponila nell’incavo della mano e scava in modo da formare una piccola conchetta. Per aiutarti a lavorare il riso, inumidisci leggermente le mani con dell’acqua. Disponi nel centro una cucchiaiata di carne e una spolverata di parmigiano e ricopri con il riso. Lavora il riso con le mani fino ad ottenere una palla.

  5. Passa ogni arancino, nell’uovo, nella farina e nel pangrattato. Procedi in questo modo fino ad utilizzare tutto il  riso.

  6. Metti sul fornello una padella piena d’olio. Usa una padella dai bordi alti che favorisce la frittura. Immergi gli arancini quando l’olio è bollente e falli cuocere fino a quando non assumono una colorazione dorata. L’olio non deve essere bollentissimo altrimenti gli arancini si dorano fuori e risultano freddi all'interno.

  7. Tirali fuori dall’olio con una schiumarola per sgocciolare l’olio in eccesso e lasciali risposare sulla carta assorbente. Servi ben caldi oppure lasciali raffreddare qualche minuto. In realtà, gli arancini con la carne sono ottimi anche freddi.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.