Stai leggendo: Passatelli emiliani ai frutti di mare con cozze, moscardini e gamberi

Prossimo articolo: Linguine con lupini: il gusto dei frutti di mare a basso costo

Letto: {{progress}}

Passatelli emiliani ai frutti di mare con cozze, moscardini e gamberi

I passatelli ai frutti di mare sono una delle varianti più saporite dei classici passatelli in brodo. Per la preparazione basta procurarsi uno schiacciapatate!

Passatelli emiliani con cozze, moscardini e gamberi

0 condivisioni 0 commenti

I passatelli sono un piatto di origine povera, nato per evitare di buttare gli avanzi dei pranzi di festa. Il particolare nome deriva dal metodo di preparazione. I passatelli infatti vengono passati/schiacciati con un apposito utensile, detto ferro o stampo, dotato di fori da cui fuoriescono questa sorta di vermicelli rugosi.

Il vero passatello ha un diametro di 5 millimetri ed una consistenza compatta che favorisce la cottura e ne impedisce il disfacimento al primo contatto con il brodo caldo. Per evitare proprio questo effetto, l’impasto deve riposare circa due ore.

I passatelli delle massaie emiliane sono perfetti grazie anche all’adozione di qualche piccolo trucco, tra cui l’aggiunta di un uovo se l’impasto è troppo duro e l’utilizzo di pane bianco, secco e tritato molto finemente.

Porta in tavola la tradizione emiliana e prepara i passatelli ai frutti di mare con cozze, moscardini e gamberi.

Informazioni

Ingredienti

Per i passatelli

  • Pangrattato 200 gr
  • Parmigiano reggiano 200 gr
  • Uova 4
  • Limone 1
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Noce moscata q.b.

Per il condimento ai frutti di mare

  • Olio extra vergine d'oliva q.b.
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Cipolla 1
  • Sale q.b.
  • Cozze 250 gr
  • Moscardini 200 gr
  • Gamberi 300 gr
  • Prezzemolo 1 mazzetto
  • Pomodorini 10

Preparazione

  1. Versa il pangrattato a fontana su una spianatoia in legno. Fai al centro della fontana un buco e aggiungi le uova, il parmigiano, un pizzico di noce moscata, la scorza di limone, sale e pepe. Lavora l’impasto con le mani fino a quando non risulta compatto.

  2. Lascia riposare l’impasto per circa 2 ore. Per evitare che si disfi in cottura, lavoralo un po’ ogni venti minuti circa.

  3. Taglia la cipolla con una mandolina e mettila a soffriggere in una padella capiente con l’olio. Quando la cipolla è appassita, aggiungi i pomodorini tagliati a spicchi. Mescola con un cucchiaio di legno e, dopo una decina di minuti, aggiungi i frutti di mare. Sfuma con il vino bianco, insaporisci con sale e pepe e lascia cuocere a fuoco lento.

  4. Porta a bollore l’acqua, riduci l’impasto a palline e inseriscile nello schiacciapatate. Esercita una leggera pressione sull'impasto con lo schiacciapatate e, quando i passatelli cominciano a fuoriuscire, tagliali con un coltello facendoli cadere in acqua. 

  5. I tempi di cottura sono molto veloci. I passatelli sono pronti non appena tornano in superficie. Se è la prima volta che li prepari, sarebbe meglio non farli direttamente in pentola. Si tratta infatti di un procedimento consigliato per chi ha già acquisito una certa manualità. Puoi preparali facendoli cadere su un vassoio e puoi cuocerli.

  6. Trasferisci i passatelli nella padella con i frutti di mare e mescola per amalgamare pasta e condimento. Servili caldi con una spruzzata di prezzemolo fresco tagliuzzato.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.