Stai leggendo: Come preparare in casa un arrosto di maiale rosolato alla perfezione

Prossimo articolo: Patate al forno: la ricetta con tutti i trucchi per renderle croccanti

Letto: {{progress}}

Come preparare in casa un arrosto di maiale rosolato alla perfezione

L’arrosto di maiale è cotto quando il cuore della carne raggiunge i 71 gradi. Scopri come calcolare i tempi di cottura per ottenere un arrosto da leccarsi i baffi.

Arrosto di maiale con erbe aromatiche

82 condivisioni 0 commenti

La minore o maggiore bontà di un arrosto di maiale dipende dal taglio prescelto. La carne migliore è sicuramente la coppa o capocollo, la parte superiore della lombata. In macelleria, la coppa si trova in cilindri da 1/1,5 chilogrammi perfetti per l’arrosto.

Molti utilizzano il lombo che, però, necessita di una grande abilità in cottura perché è un taglio magro e asciutto. Se si preferisce questa parte del maiale, si può chiedere al macellaio di non eliminare il grasso e l’osso. Il lombo con il suo osso e il suo grasso si chiama arista e si adatta bene alla cottura in forno.

I tempi sono un altro tasto dolente. Quanto deve cuocere un arrosto? I tempi dipendono dal peso e dal livello preferito di cottura della carne: al sangue, media o ben cotta. Un arrosto da un chilogrammo, per esempio, va lasciato in forno per un’ora e 15 minuti; un arrosto da 3 chilogrammi, invece, deve cuocere per almeno 2 ore. La temperatura più adatta è 120 gradi. Se non si ha molto tempo a disposizione, si può alzare la temperatura del forno. In questo caso, i tempi di cottura diminuiscono di 1/3.

Scopri come ottenere un maiale arrosto succoso e saporito.

Informazioni

Ingredienti

  • Capocollo maiale 1 kg
  • Salvia 5/6 foglie
  • Rosmarino 2/3 rametti
  • Timo 5/6 foglie
  • Semi di finocchio q.b.
  • Chiodi di garofano q.b.
  • Sale q.b.

 

Preparazione

  1. Lascia la carne fuori dal frigorifero per circa un’ora. Il maiale recupera così la morbidezza originaria. La conservazione in frigo tende, infatti, ad indurire la carne.

  2. Prepara un trito di salvia, rosmarino, timo, semi di finocchio e chiodi di garofano. Cospargi la carne con il trito aromatico e il sale. Il quantitativo di sale giusto è di circa 8 grammi per ogni chilo di maiale

  3. Riscalda il forno a 200 gradi in modalità grill ventilato. Metti un dito d’acqua nella teglia del forno e inserisci una griglia subito sopra la teglia. Posiziona la carne sulla griglia. La carne non va rosolata a contatto con il liquido di cottura. Se carne e liquido sono troppo vicini, il maiale si cuoce al vapore e non arrosto.

  4. Quando la carne è ben rosolata, girala e falla cuocere dall’altro lato. Quando giri la carne, abbassa anche la temperatura del forno e portala a 120 gradi in modalità forno ventilato e lascia rosolare. I tempi complessivi di cottura sono di circa 75 minuti. Controlla, di tanto in tanto, che l’acqua della teglia non evapori completamente, altrimenti il fondo di cottura risulterà bruciato.

  5. Al termine dei 75 minuti, metti l’arrosto a riposare su un piatto da portata e coprilo con carta da forno. L’arrosto continuerà a cuocere e diventerà sempre più morbido e succoso grazie alla copertura che impedisce la dispersione dell’umidità. Lascia riposare per circa 10 minuti.

  6. Metti la teglia con il liquido di cottura in frigorifero fino a quando il grasso non si solidifica. Prendi un piatto da portata e taglia l’arrosto a fette di circa 1 centimetro. Filtra il liquido di cottura con un colino, irrora le fette di arrosto e servi. Se hai abbastanza tempo, prepara anche un contorno a base di insalata o di croccanti patate al forno.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.