Stai leggendo: Bagna càuda tradizionale piemontese

Prossimo articolo: Caesar salad

Letto: {{progress}}

Bagna càuda tradizionale piemontese

Se vuoi passare una serata con gli amici in allegria, chiacchierando mentre assapori verdure ingolosite da una salsa aromatica e prelibata, questa è la ricetta che cerchi: la Bagna càuda tradizionale piemontese! Scopri come prepararla e gustarla!

Bagna càuda

0 condivisioni 0 commenti

La Bagna càuda è un piatto della cucina tradizionale piemontese tipicamente autunnale. È un piatto conviviale, da gustare in compagnia e in allegria assaporando le verdure intinte in questa salsa profumatissima e molto saporita. Si serve, preferibilmente, in speciali ciotole di terracotta che hanno alla base una candela: si versa la bagna all'interno del contenitore superiore e si accende la candela posta sotto in modo da mantenerla sempre calda fino alla fine.

Le verdure da intingere in questa salsa gustosa ed aromatica, devono essere tutte di stagione e la scelta è veramente ampia anche perchè più qualità ci sono e più la serata avrà successo! Alcune verdure si servono crude come i cardi gobbi di Nizza Monferrato, i cardi spadoni, scarola, indivia, cavoli, porri, cipollotti bianchi e topinambur. Ci sono poi le verdure da servire cotte come patate lessate, barbabietole rosse cotte al forno, cavolfiori lessati, cipolle al forno e fette di zucca arrostite o fritte. Infine i peperoni, gialli rossi o verdi, si servono in vari modi: crudi, arrostiti e spellati oppure sotto aceto.

Il segreto per una buona riuscita della bagna caòda è la cottura che deve avvenire a fuoco basso e avere tempi brevi: in questo modo sarà digeribile, sana e molto appetitosa. Va servita calda ed appena preparata. Si assapora prendendo le verdure con le mani ed intingendole nella bagna come se fossero un cucchiaio.

Informazioni

Ingredienti

  • Acciughe "rosse di Spagna" sotto sale 12
  • Aglio 12 spicchi
  • Burro 200 gr.
  • Olio extravergine di oliva 500 ml.
  • Verdure di stagione vasta scelta a piacere

Preparazione

  1. Sciacqua bene dal sale le acciughe sotto acqua fredda corrente. Togli la testa trascinandola delicatamente in modo che venga via anche la lisca centrale. Quindi asciugale tamponandole con un canovaccio pulito.

  2. Pela gli spicchi di aglio, elimina il germoglio e poi tagliali a fettine sottili.

  3. Metti un mestolino di olio extravergine di oliva e il burro in un tegame di terracotta e fallo fondere.

  4. Unisci l'aglio  e fallo sciogliere lentamente a fiamma dolce, mescolando in continuazione con un cucchiaio di legno per una mezz'ora  evitando che si scurisca in modo da ottenere una crema bianca, liscia e soffice.

  5. Versa l'olio extravergine di oliva insieme alle acciughe lasciando cuocere a fiamma bassa, mescolando in continuazione e solo per il tempo necessario che le acciughe si sciolgano fino ad ottenere una salsa fluida, marrone chiaro e molto profumata.

  6. Sistema il fornello a spirito per bagna caòda sul tavolo e mettici sopra il tegame di terracotta con la salsa oppure usa le "sciunfiette" che sono delle ciotole singole di terracotta con alla base una candela che viene accesa per mantenere sempre calda la bagna.

  7. Disponi sul tavolo tutte le verdure pulite, lavate ed asciugate, sia cotte che crude. Ora puoi assaporare la bagna caòda tradizionale piemontese insieme ai tuoi commensali.

In Piemonte usano mettere in tavola un cestino di uova fresche da strapazzare nel tegamino di coccio insieme alla bagna caòda rimasta e fette di polenta per accompagnare  la degustazione. Abbina questo piatto con un buon vino rosso come Barbera o Dolcetto.

 

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.