Stai leggendo: Jamie e Claire sbarcano in Francia

Prossimo articolo: Kit Harington: 'Dopo Game of Thrones basta drammi in costume!'

Letto: {{progress}}

Jamie e Claire sbarcano in Francia

Preparate le valigie perché grazie a Outlander scoprirete i colori delicati e i costumi raffinati tipici della Francia di Luigi XV

0 condivisioni 0 commenti

Aleggia ancora la tristezza per la fine della prima stagione di Outlander ma non preoccupatevi, una seconda stagione è già in cantiere.
A riguardo, il sito TV Line, ha intercettato Ronald D. Moore, produttore esecutivo della serie, e di seguito vi proponiamo alcune chicche tratte dall’intervista.

[Potrebbe interessarti anche: La serie preferita di George R.R. Martin? Outlander]

Sappiamo che Jamie e Claire vivranno lontano dalla Scozia nella seconda stagione. Dove si ritroveranno i due amanti?

Andranno a Parigi e si troveranno a dover fronteggiare l’aristocrazia francese. È un mondo completamente diverso da quello vissuto nella prima stagione. Se pensi alla Scozia ti viene in mente: dura roccia, tavoli di legno massicio, candele e fumo. La Francia è invece un mondo pieno di pizzi e merletti, costumi dai colori sgargianti. Insomma due ambientazioni completamente diverse tra loro.

Come si adatteranno i protagonisti in questo nuovo Stato?

Jamie ha già vissuto in Francia e parla fluentemente il francese. È una cultura familiare per lui, in un certo qual modo. Anche Claire parla francese ma si sta adattando in un modo diverso. Essere donna e vivere nella Francia di Luigi XV non era per nulla facile!

Caitriona e Sam parlano francese?

Caitriona lo parla benissimo, avendo passato una piccola parte della sua vita a Parigi. Sam invece lo sta imparando. L’ho visto esercitarsi l’altro giorno e sta davvero facendo un buon lavoro. Ne sono rimasto sorpreso.

Quanto sarà fedele al libro questa seconda stagione?

Il primo capitolo era molto fedele anche grazie alla facilità del libro. Era una storia molto lineare e facilmente replicabile in TV. La seconda stagione invece si scosta un po' dai libri. È molto più complessa, con tanti nuovi personaggi e forti intrecci. Stiamo però cercando di stare il più affini possibile al libro, ne sta uscendo un buon lavoro.

La storia avrà inizio nel 1960 come nei libri?

Non posso rivelarvelo questo. Non vi rimane che aspettare e lo scoprirete.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.