Stai leggendo: Outlander, gli accenti scozzesi

Prossimo articolo: Outlander 3: recensione di La prima moglie, l'ottavo episodio

Letto: {{progress}}

Outlander, gli accenti scozzesi

0 condivisioni 0 commenti

Carol Ann Crawford, insegnate di dialetti, ci spiega la differenza dei molteplici accenti scozzesi. A Glasgow l'intonazione scende e risale, mentre i fonemi vocalici sono allungati. Se ci avviciniamo alle Highlands, l'accento è più leggero, si percepisce l'influenza del gaelico nell'aspirazione e nel processo fonologico dell'indurimento.

Ma si ammorbidisce se si va verso le Ebridi. Una volta che ci si sposta verso Inverness, diventa tutto più stretto e il suono è più nasale. Nella costa orientale, verso Aberdeen, i suoni sono più gutturali mentre a Dundee le "i" si pronunciano quasi come "e". Infine, nella capitale scozzese, Edimburgo, i suoni ricordano quasi un motore a scoppio. 

Sarete in grado di distinguere i diversi accenti presenti in Outlander? La serie, in prima visione assoluta, va in onda da lunedì 9 marzo su FoxLife

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.