Stai leggendo: Grey’s Anatomy: il passato che ritorna

Letto: {{progress}}

Grey’s Anatomy: il passato che ritorna

3 momenti del primo, storico episodio ripresi in seguito per dar vita a nuove situazioni.

0 condivisioni 0 commenti

Sono dieci anni che Grey’s Anatomy accompagna le nostre vite, raccontandoci storie straordinarie attraverso le quali possiamo rispecchiarci, riconoscere pezzi di noi stessi e imparare straordinarie lezioni di vita.

Partito inizialmente come midseason show, Grey’s Anatomy ha raccolto talmente tanti consensi con la prima, storica stagione da guadagnarsi un posto d’onore nei palinsesti mondiali, diventando una delle serie più seguite e amate dei nostri giorni. Come se questo non bastasse a dimostrare il genio di Shonda Rhimes, ecco i 3 momenti storici del primo episodio di Grey’s Anatomy che sono serviti come citazioni e che hanno gettato i semi per alcune delle storyline future più toccanti ed emozionanti:

- La ragazza del bar
Dopo il loro primo incontro, Meredith diventa affettuosamente “la ragazza del bar”. Derek userà la stessa espressione alla fine della terza stagione per introdurre Lexie, incontrata la sera prima al bar di Joe dal nostro chirurgo preferito.

- 007
Durante la sua prima appendicectomia, O’Malley rischiò di uccidere il paziente. Da quel momento i colleghi iniziarono ad apostrofarlo col nome in codice “007”, il numero che George stesso scriverà sulla mano di Meredith per farsi riconoscere alla fine della quinta stagione, dopo essere arrivato sfigurato e in fin di vita in ospedale.

- Discorso d’iniziazione
Per dare il benvenuto agli specializzandi, la Drssa Bailey illustra a Meredith, Izzie, George, Christina e Alex quali sono le sue 5 regole. All’inizio della quarta stagione saranno poi loro a provare a fare lo stesso discorso ai nuovi specializzandi, con risultati non proprio eccezionali.


Quali saranno i prossimi attimi storici ripescati? Per scoprirlo, l’appuntamento è ogni lunedì alle 21 con Grey’s Anatomy 11, in prima assoluta su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.