Stai leggendo: La musica di Grey’s Anatomy, parte 2

Prossimo articolo: Grey's Anatomy: Kim Raver festeggia il suo ritorno sul set aprendo un account Instagram

Letto: {{progress}}

La musica di Grey’s Anatomy, parte 2

La seconda parte dei 12 momenti musicali migliori di Grey’s Anatomy

0 condivisioni 0 commenti

Gli episodi di Grey’s Anatomy sono come le nostre canzoni preferite: non ci stancano mai, e le emozioni che ci donano sono sempre nuove e intense. Dopo aver riscoperto le prime sei canzoni più belle scoperte grazie alle vicende dei medici di Seattle, e giunto il momento di tornare con la memoria ad altri sei momenti topici dello show, accompagnandoli sempre alla musica che ha fatto loro da colonna sonora.

Matt Kearney: “Breathe In, Breathe Out”

“Breathe in, breathe out, tell me all of your doubts, and everybody bleeds this way, just the same”

L’inizio della quarta stagione è stato un nuovo punto di partenza per Meredith e i suoi colleghi, che dopo aver concluso il loro ciclo come specializzandi diventano medici a tutti gli effetti. Ognuno reagirà a suo modo alle nuove responsabilità e occasioni alle quali sta andando incontro, ma una cosa accomunava tutti loro ancora una volta: erano davvero incasinati a livello sentimentale!

 

Ingrid Michaelson: Turn to Stone”

“And maybe we won’t feel so alone, before we turn to stone”

Ingrid Michaelson ha accompagnato molte delle scene più drammatiche di Grey’s Anatomy, il più delle volte con canzoni create apposta per lo show di Shonda Rimes. Il momento più emozionante rimane quello del celebrativo centesimo episodio della serie, quando durante la quinta stagione Alex e Izzie convolano finalmente a nozze. Pensare a come lei venne accompagnata all’altare da George ci fa venire ancora la pelle d’oca!

 

Kate Havnevik: “Unlike Me”

“There are no guarantees in life, not for the present, nor for the future, all I know is that I’m here”

Dopo essere sopravvissuta per miracolo all’estrazione di una bomba dal corpo di un paziente, Meredith rimane vittima dell’onda d’urto causata dall’esplosione dell’ordigno mentre questo viene portato via dagli artificieri. Ancora sotto shock, viene lavata sotto la doccia da Izzie e Cristina, mentre una bellissima versione a cappella del brano di Kate Havnevik chiude l’episodio.

 

Bryn Christopher: “The Quest”

“My life has had its share of troubles, and now I found a place to go.”

Durante i season finale di Grey’s Anatomy siamo abituati ad aspettarci le tragedie più spaventose, ma la quarta stagione ci regalò invece un finale davvero al bacio! Ricordate quando Meredith finalmente decide di lasciarsi andare con Derek, preparando una casa di candele? Quell’iconico momento fu accompagnato da questa canzone, che fu anche la colonna sonora di tutti i baci dati durante quell’episodio.

 

Andrew Belle: “In My Veins”

“Oh you’re in my veins, and I cannot get you out.”

Ammettiamolo, il season finale della sesta stagione ci ha tenuto sulle spine e devastato come poche cose nella vita. La morte di Reed, ma soprattutto quella di Charles tra le braccia della Bailey. Come se il momento non fosse stato abbastanza drammatico, la canzone di Andrew Belle rende quegli attimi tra i più difficili vissuti al Grey Sloan Memorial Hospital.

 

The Fray; “How to Save a Life”

“And I would have stayed up with you all night, had I known how to save a life.”

Probabilmente molti pensando alla musica di Grey’s Anatomy andrebbero di corsa ad ascoltare questo pezzo, diventato di diritto la quintessenza dell’importanza della musica nello show. Lo abbiamo ascoltato per la prima volta nel ventunesimo episodio della seconda stagione, ed è stato poi ripreso durante l’episodio musical.

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.