Stai leggendo: Patricia Arquette, quando un difetto diventa una firma

Prossimo articolo: Giulia Bevilacqua racconta Anna. Quella che (non) sei

Letto: {{progress}}

Patricia Arquette, quando un difetto diventa una firma

Un sorriso può cambiare una carriera! Parola di Patricia Arquette.

0 condivisioni 0 commenti

Patricia Arquette, la nostra Allison Dubois di Medium, è recentemente stata messa sotto ai riflettori grazie alla vittoria dell’Oscar per Boyhood. Nella vita reale è un personaggio davvero tranquillo e pacato nonostante il pesante cognome della famiglia Arquette.

Una delle prime cose che si nota – oltre al biondo platino e all’azzurro degli occhi – è sicuramente il suo particolarissimo sorriso. Sorriso che, un po’ come il neo di Cindy Crawford, è diventato nel tempo una firma unica, una caratteristica speciale che la rappresenta e la distingue.

Forse non tutti sanno però che questo enigmatico sorriso le ha creato qualche incomprensione in passato. Quando aveva quindici anni circa, un compagno di classe l’aveva votata per la sua bellezza, suggerendole pure di raddrizzarsi i denti per poter lavorare a Playboy.

Per quanto assurda possa essere stata questa dichiarazione, non ha avuto – fortunatamente – alcuna ricaduta su Patricia che ha confermato anche ai genitori di non avere nessuna intenzione di sistemare il suo sorriso, perché non sarebbe stato abbastanza rappresentativo della sua personalità.

“E poi, perché vorrei lavorare per Playboy?” – ha affermato l’attrice in una recente intervista – “devo sempre pensare a come apparire o a come vogliono che sia – mentre vorrei solo superare questa fase e lavorare in maniera egualitaria.”

E voi, siete  dello stesso parere?

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.